7.5

Runtastic Moment Classic, la recensione (foto e video)

Nicola Ligas -




Recensione Runtastic Moment Classic

Moment è la linea di smartwatch di Runtastic, anche se definirli tali è forse un po’ un’esagerazione. Si tratta in pratica di fitness tracker dalla forma di orologio, più o meno tradizionale, che si interfacciano con i principali OS mobili e che promettono un’autonomia di mesi. Andiamo a scoprire il re della famiglia: Runtastic Moment Classic.

6.5

Confezione

A dispetto dell’eleganza che lo contraddistingue, la confezione di Moment Classic è piuttosto spartana (vedi video), ed oltre all’orologio e ad un breve manuale multilingua (anche italiano), troviamo solo un piccolo cacciavite per rimuovere le quattro viti sul retro della scocca, in modo da accedere al vano batteria.

8.0

Costruzione e vestibilità

Come top di gamma della sua linea, Moment Classic non sfigura. Noi abbiamo provato la versione argentea, ma ce ne sono anche dorate, forse ancor più eleganti. L’aspetto è infatti quello di un orologio tradizionale, piuttosto elegante con la sua cassa in acciaio inossidabile e con il cinturino in pelle. Le due lancette per ore e minuti sono fosforescenti, in modo da poterle vedere anche al buio, mentre la lancetta piccola in basso non va confusa con quella dei secondi, ed indica invece la percentuale di attività fisica che abbiamo completato ogni giorno. Data la sua stazza e la natura di orologio per lo sport, se fosse stato un cronografo non ci sarebbe dispiaciuto.

Runtastic Moment Classic -4

Al polso Runtastic Moment Classic è comodo, anche se la cassa è un po’ grossa (alta, soprattutto), il che lo rende decisamente un orologio pensato per il pubblico maschile piuttosto che femminile, anche per il peso (240 grammi). Il cinturino in pelle è facilmente intercambiabile, grazie a delle piccole levette poste all’allacciatura dello stesso con la cassa.

Di notte inoltre, Runtastic Moment va tenuto al polso per monitorare il sonno, ed in questo caso la differenza in peso e dimensioni rispetto ad una smartband si possono sentire ancora di più.

In ogni caso, se volete un orologio più smart dell’ordinario, questo è uno di quelli che più facilmente saranno scambiati per un orologio di tipo tradizionale.

7.5

Funzioni e app

Runtastic Moment Classic registrerà ogni giorno i passi compiuti, i minuti di attività, le calorie bruciate, e la distanza percorsa; se lo indosserete anche la notte, monitorerà anche lo stato del vostro sonno, ma per passare alla modalità notturna dovrete premere il pulsante presente sull’orologio, perché la commutazione non è automatica.

Tutti i dati saranno raccolti dall’app per Android (bella la grafica, vedi gli screenshot qui sotto), iOS o Windows Phone, e presentati con tanto di grafici riassuntivi dell’andamento, molto chiari, visibili e colorati. L’app è così indispensabile che, senza di essa, non potrete nemmeno regolare l’ora di Runtastic Moment, dato che l’orologio si sincronizza automaticamente con quello dello smartphone accoppiato, e non c’è modo di muovere le lancette meccanicamente.

Oltre a queste classiche funzioni di monitoraggio, Runtastic Moment può funzionare anche come sveglia, vibrando al momento impostato, e come promemoria in caso di inattività, in base sempre ai valori che avrete impostato sull’app. Potrete inoltre scegliere di ricevere una vibrazione in seguito all’arrivo di notifiche da parte di varie app, tra cui Gmail, Hangouts, WhatsApp, chiamate, appuntamenti in calendario ed altro. L’orologio vibrerà, illuminando anche un piccolo LED rosso al di sotto del minuto “45”, ma ovviamente non può mostrare in alcun modo quale app abbia generato la notifica.

La vibrazione non è troppo potente, attenuata probabilmente dall’ampiezza della cassa dell’orologio, e se è sufficiente a svegliarvi ed a farsi sentire nella quiete domestica o di un ufficio, non è detto che qualche notifica non possa sfuggirvi mentre sarete a giro in città o dediti ad altra attività più frenetica.

8.0

Autonomia

Runtastic promette 6 mesi di autonomia con una batteria (non ricaricabile, di tipo tradizionale), ma non avendolo ovviamente provato per così tanto tempo e non essendoci un indicatore di carica, dovremo fidarci. Date le caratteristiche comunque, tendiamo a crederci, e di certo non doversi preoccupare della costante ricarica è un bonus, anche se un qualche indicatore del livello della batteria non avrebbe fatto male, e comunque non siano ai livelli di “anni” di autonomia, garantiti dagli orologi tradizionali.

7.0

Prezzo

199€ per la versione Moment Classic o Moment Elite, che differiscono lievemente nei materiali; 129€ per Moment Basic o Moment Fun, che sono la versione in silicone, più colorata, più giovanile e per certi versi più sportiva. Non cambiano comunque le funzionalità, che sono sempre le stesse indipendentemente dal modello. Prezzi non proprio popolari, per quelli che “dal lato smart” sono dei fitness tracker, ma i materiali più nobili hanno un loro prezzo ed il fatto che siano anche orologi tradizionali, e che non abbiano bisogno di frequenti ricariche, potrebbe compiacere un pubblico più vasto dei semplici appassionati.

Foto Runtastic Moment Classic

Foto Runtastic Moment Elite

Giudizio Finale

Runtastic Moment Classic

7.5

Runtastic Moment Classic

Runtastic Moment Classic è una smartband fatta orologio: monitorerà tutta la vostra attività quotidiana ed anche il sonno, vi sveglierà la mattina, e vibrerà alla ricezione di una notifica da parte di alcune app. Non dovrete preoccuparvi di cambiare la batteria per mesi, ma non sarà nemmeno lui che vi impedirà di tirare fuori di tasca lo smartphone, perché è del tutto analogico. Bello ed elegante, se anche non doveste utilizzare molto le funzioni smart quantomeno avrete al polso un vero orologio, anche se gli orologi di classe sono un'altra cosa, proprio come gli smartwatch.

Pro
  • Elegante
  • È un orologio vero
  • App ben fatta
  • Autonomia di mesi
Contro
  • Prezzo non troppo contenuto
  • Non fa molto più di una smartband
  • Un po' spesso
  • Peccato non sia cronografo
  • Gianluca2000

    Aspetto la contromossa di HipHop, anche se questo nella versione di gomma mi piace molto.