9.2

Recensione Sony WH-1000XM2: le migliori cuffie a cancellazione del rumore (foto e video)

Nicola Ligas -




Recensione Sony WH-1000XM2

Sony WH-1000XM2, ovvero le migliori cuffie a cancellazione del rumore. Il concetto stesso di “migliore” è spesso soggettivo, condizionato (giustamente) dalle esigenze dell’utente, ma considerando anche quanto fatto dalla concorrenza, queste cuffie di Sony si piazzano di diritto al vertice. Senza se e senza ma.

10.0

Confezione

Le Sony WH-1000XM2 sono un prodotto premium, e lo si capisce subito dalla confezione. Piena di scritte e loghi all’esterno (ci torneremo più avanti), ricca all’interno. Troviamo infatti una pratica custodia in finta pelle e tessuto, che può ospitare le cuffie e tutti gli altri accessori. Ovvero un cavo audio in tinta, un adattatore con doppio jack audio per l’uso in aereo, ed un cavo USB – micro USB per la ricarica. Completano il tutto la classica manualistica del caso, e sinceramente non sapremmo che altro chiedere.

8.5

Costruzione e comodità

Dal punto di vista estetico non cambia molto tra queste WH-1000XM2 ed il modello precedente, salvo piccoli ritocchi. Purtroppo non se n’è andata nemmeno la porta micro USB di ricarica, che avremmo preferito vedere sostituita da una Type-C, considerando il lungo tempo di vita che dovrebbero avere delle cuffie come queste. È comunque questo l’unico appunto che si può fare loro.

Per il resto le cuffie sono ben costruite, eleganti a loro modo, ma comunque consistenti. Non ci sono cioè elementi stonati e la comodità non è stata sacrificata sull’altare del design. Rispetto ad altre cuffie circumaurali abbiamo apprezzato il fatto che non stringano troppo sull’orecchio. A questo unite un peso contenuto, circa 275 grammi (poco ma non pochissimo), e capirete di poterle portare confortevolmente anche tutto il giorno.

L’imbottitura a contatto col padiglione è in finta pelle, ovvero sintetica. Non risulta soffocante né eccessivamente “sudoripara”, ma del resto al momento è inverno. L’archetto è invece imbottito, ma solo nella parte superiore, quella maggiormente a contatto con la testa. Il resto è plastica, tranne l’anima in alluminio. Questa dona alle WH-1000XM2 una notevole flessibilità, anche se meglio non strafare allargandole. In plastica anche il rivestimento dei due padiglioni, che mimano un certo effetto pelle, grazie ad una texture porosa al tocco. Le cuffie sono inoltre ripiegabili, in modo da rientrare comodamente nella loro custodia.

Sul padiglione destro troviamo i controlli touch, del tutto invisibili alla vista, mentre sulla cuffia sinistra ci sono il simbolo dell’NFC e gli unici due pulsanti fisici. Quello per accensione/accoppiamento/spegnimento e quello per commutare tra cancellazione del rumore/suoni ambienti/zero cancellazione. Su entrambi i lati delle cuffie si possono osservare i microfoni utili alla cancellazione del rumore attiva. Chiariamo che la cancellazione del rumore funziona anche via cavo, ma è necessario che la batteria delle cuffie non sia a zero.

9.0

Qualità audio

La qualità audio delle WH-1000XM2 è molto buona, per delle cuffie a cancellazione del rumore. Questo significa due cose. Da una parte che non sono cuffie per audiofili, anche se nessuno ha mai detto che lo fossero. (Potremmo discutere a lungo del termine “audiofilo” stesso e della sua applicazione al mondo delle cuffie wireless.) Dall’altra vuol dire anche che Sony è riuscita a realizzare una cancellazione del rumore che svetta rispetto alla concorrenza. Spicca sia in termini di bontà nel contrastare i rumori ambientali, sia per la qualità dell’audio riprodotto. Non c’è quella sensazione come di avere un filtro passa-alto che a volte è presente nei modelli concorrenti.

Il suono delle WH-1000XM2 rimane per lo più naturale ed invariato anche con la cancellazione del rumore attiva, al punto che potreste notare qualche differenza solo utilizzando le cuffie in un ambiente silenzioso, ovvero laddove la cancellazione del rumore non serva a priori. Nel caso di suoni ambientali, il vantaggio introdotto dalla cancellazione compensa invece nettamente tutto il resto. Per di più, grazie alla funzione di ottimizzazione presente nell’app (vedi sotto), l’annullamento del rumore viene tarato in base alle vostre orecchie ed alla pressione atmosferica, eliminando quel “senso di caverna e di claustrofobia” che è tipico delle normali cuffie a cancellazione.

Riguardo la qualità dell’audio in generale, cancellazione del rumore a parte, la principale critica che ci sentiamo di fare verte sui toni alti. Sony riporta una risposta in frequenza notevole, che via Bluetooth è nell’ordine dei 20 Hz – 20.000 Hz (campionamento a 44,1kHz) / 20 Hz – 40.000 Hz (campionamento LDAC a 96k Hz, 990 kbps), mentre cablata è di 4 Hz – 40.000 Hz. Peccato che invece nei toni medio/alti qualcosa vada perso, indipendentemente dall’uso del jack audio o meno, appiattendo un pelo il tutto. Nell’ascolto pop/rock non noterete probabilmente nulla di che. Nella musica classica è invece più probabile farci caso. Essendo cuffie pensate espressamente per l’uso in mobilità, forse la classica non è proprio il suo tipico target, ma in ogni caso è una cosa da tenere in considerazione. Bene invece i bassi: non esagerati, ma presenti e ben distinguibili rispetto al resto.

L’elenco dei profili Bluetooth supportati è molto lungo: A2DP, AVRCP, HFP, HSP, mentre i codec supportati sono SBC, AAC, aptX, aptX HD, ed LDAC. Tenete conto che gli ultimi due sono molto vicini al qualità lossless, e che Android Oreo ha il supporto LDAC nativo (proprio grazie a Sony), rendendo questo cuffie Sony alquanto future-proof.

Ottime impressioni sia sulla qualità in chiamata. Nelle telefonate fatte abbiamo sempre sentito in modo chiaro e cristallino l’ascoltatore, anche a volumi bassi. Anche la voce di chi indossi le cuffie viene recepita altrettanto bene.

Chiudiamo con un cenno alla spazialità del suono Abbiamo eseguito qualche test binaurale che ci ha pienamente convinto che l’audio provenisse da una direzione precisa. Ottime impressioni quindi anche su questo fronte.

9.0

App e funzionalità

Sony ha fatto un ottimo lavoro anche con l’applicazione per Android ed iOS relativa alle WH-1000XM2. Questa vi permette di gestire, in un’unica e semplice schermata, tante opzioni.

  • Controllo del suono adattivo: capisce cosa state facendo (seduti, camminata, corsa ecc.) e l’ambiente in cui siete, e regola il suono di conseguenza. Funziona, ma considerando che c’è un pulsante anche sulle cuffie per commutare tra cancellazione, suoni ambientali e zero cancellazione, mi sono trovato meglio facendo a mano.
  • Controllo del suono ambientale: Con questo toggle potrete scegliere se attivare o meno l’annullamento del rumore, ed anche regolarne l’intensità su una scala a 20 livelli. Presente anche la voce “messa a fuoco sulla voce”, che sfruttando i microfoni sulle cuffie esalta le voci attorno a voi. La stessa cosa la potete ottenere appoggiando il palmo della mano sul padiglione destro delle cuffie. Si tratta di una funzione molto comoda per sentire un annuncio in aereo/stazione o comunque se volete parlare con qualcuno senza togliervi le cuffie.
  • Ottimizzazione annullamento del rumore: regola il suono in base a come indossate le cuffie ed alla pressione atmosferica. Utile da ripetere per esempio durante un viaggio aereo.
  • Controllo della posizione del suono: potete decidere se far provenire l’audio da una precisa direzione (anteriore sinistro/destro/centrale, posteriore sinistro/destro).
  • Surround ambientale: simula vari ambienti, ovvero Arena, Club, Palco all’aperto, e Sala concerti. Senz’altro d’effetto, se vi piace questo genere di modifica.
  • Equalizzatore: Luminoso, Entusiasta, Calmo, Rilassato, Vocale, Amplificazione alti, Amplificazione bassi, Discorso, Manuale, Personalizzato 1/2
  • Player audio: il nome dice tutto. Controlla anche la riproduzione da altre app, se in esecuzione in quel momento.
  • Modo della qualità del suono: potete scegliere se dare priorità alla qualità del suono o alla stabilità del collegamento. Ho sempre utilizzato, con soddisfazione, la prima opzione. Anche ad una decina di metri di distanza dalla fonte e con due muri (non perimetrali) nel mezzo, non ho avuto problemi di stabilità dell’audio.
  • DSEE HX: si tratta di una tecnologia di Sony che esalta i file audio lossy, come l’MP3. L’impressione è che riduca un po’ il volume generale, mentre in termini qualitativi, se il file originale è già molto compresso, non aspettatevi miracoli. Anche solo per effetto placebo, non urta tenerla sempre attiva.

L’applicazione Headphones è insomma promossa a pieni voti. L’unica mancanza è che purtroppo queste cuffie di Sony non gestiscono più accoppiamenti Bluetooth. In alcuni modelli della concorrenza, dall’app, è possibile controllare i vari dispositivi accoppiati. Nelle WH-10000XM2 invece dovrete utilizzare il dispositivo a cui vi volete collegare per forzare la connessione, casomai ce ne fosse più di uno a tiro, tra quelli già accoppiati.

9.0

Autonomia

A dispetto della tanta tecnologia impiegata, le Sony WH-1000XM2 hanno una buona autonomia. 30 ore abbondanti nell’uso a batteria, oltre 40 ore se vorrete la cancellazione del rumore anche nell’uso cablato. Ovviamente, per il semplice ascolto via jack audio, non è necessario accendere le cuffie.

7.5

Prezzo

380€ di listino: tanto chiede Sony per le sue WH-1000XM2. In realtà è praticamente lo stesso prezzo della concorrenza diretta, e già su Amazon, a seconda del momento, è possibile trovarle a qualcosa in meno. Il pacchetto di Sony è inoltre particolarmente completo, sia dal punto di vista degli accessori che delle funzionalità. Non è un prezzo popolare, ma paradossalmente, con questa qualità, è anche uno dei migliori.

Foto

Giudizio Finale

Sony WH-1000XM2

9.2

Sony WH-1000XM2

Raramente ci siamo sbilanciati così tanto su un prodotto, ma le Sony WH-1000XM2 meritano un'eccezione. Sono davvero le migliori cuffie a cancellazione del rumore attualmente sul mercato; quelle da consigliare ad esempio a chi viaggi molto, e voglia il comfort che sono in grado di offrire. Ciò non significa che siano perfette in tutto, ma i difetti sono triviali, e si riassumono nell'assenza di USB Type-C ed in qualche lacuna nei toni medi/alti. In tutto il resto, dalla comodità, all'autonomia, passando per l'ottima applicazione per smartphone, Sony ha fatto un lavoro encomiabile. Il prezzo non è basso, ma almeno è in linea con la concorrenza.

di Nicola Ligas
Pro
  • Qualità della cancellazione del rumore
  • App molto completa
  • Grande autonomia
  • Comode
Contro
  • micro USB
  • Non gestisce più connessioni
  • Controlli touch non sempre impeccabili
  • Prezzo non contenuto
  • Bertone

    spettacolari, ho le 1000x e queste devo dire sono un buon upgrade, da prendere ad occhi chiusi per chi è interessato a cuffie con tecnologia ANC da prima della classe. Complimenti anche per la recensione

  • Cesare

    Confermo. Ho preso in offerta su Amazon le 1000x (209Eur) ed ho potuto apprezzare dettagli della musica che erano appannaggio fino ad ora solo delle cuffie cablate “da casa”. Confermo anche una lieve debolezza sulla resa delle voci, che si puo’ correggere facilmente. Attenzione che la app di Sony funziona solo con il nuovo modello e non con le 1000x, ma almeno per me e’ un problema relativo.

  • Stefano Fiori

    Mi rivolgo agli utenti più esperti in fatto di audio, noise cancelling e over ear, con un budget di 120-150 € circa si trova qualche buon compromesso o bisogna salire minimo sui 200 per qualcosa che valga effettivamente la pena comprare?

    Grazie a tutti

    • con noise cancelling direi di sì, al netto di offerte e sconti sul vecchio

  • lupo

    Manca sempre un dato che per me è fondamentale nelle recensioni.. il volume in uscita è elevato e si sente una bella botta o fa pena come nella maggior parte delle cuffie?