8.5

Recensione Xbox One X, ovvero il modo più economico per giocare in 4K (foto e video)

Lorenzo Delli -




Recensione Xbox One X

Xbox One X, ovvero la console più potente di sempre. A garantire questo altisonante titolo una GPU con ben 40 unità computazionali in grado di erogare 6 TFLOPS di potenza grafica, 12 GB di RAM e una CPU custom octa-core da 2,3 GHz. Tutto molto bello, ma all’atto pratico, per l’utente, in cosa si traduce tutta questa potenza? La risposta semplice è: 4K. Quali sono quindi le performance di questa potente console, che al momento ha anche un altro primato, ovvero quello di essere la più costosa attualmente in vendita sul mercato? Scopriamolo insieme!

LEGGI ANCHE: Recensione Xbox One S | Recensione PS4 Pro | Recensione Nintendo Switch

7.0

Confezione

La confezione di Xbox One X è un po’ deludente. A fronte di una spesa di circa 500€ trovate al suo interno console, controller, pile stilo per il controller, cavo di alimentazione, cavo HDMI e due coupon per riscattare 14 giorni di Xbox Live Gold e 1 mese di Xbox Game Pass.

Recensione Xbox One X – La confezione è piuttosto scarna.

Ovviamente la cifra richiesta serve a coprire le spese di produzione dell’hardware di qualità di cui è dotata la console, ma almeno un supporto per mantenerla in posizione verticale o qualcosa in più di 14 giorni di Xbox Live Gold sarebbero stati oltre modo graditi. Ma d’altronde questo è lo stesso trattamento che riserva anche Sony con la sua PS4 Pro.

9.0

Costruzione ed estetica

Se il design di Xbox One era già mutato con la versione S del 2016, Microsoft ha comunque optato per introdurre qualche altro cambiamento che rende Xbox One X a nostro avviso ancora più elegante e raffinata. One X si presenta come un monolite nero tra le altre cose piuttosto pesante (3,81 kg contro i 2,9 di One S o i 3,3 di PS4 Pro) dai tratti spigolosi. Le dimensioni sono più o meno quelle di Xbox One S, e anche in questo caso l’alimentatore è integrato direttamente dentro la scocca. Le sezioni forate della scocca stavolta sono solo di lato; la parte frontale è liscia, e ospita il classico pulsante di accensione con il simbolo Xbox (lo stesso presente sul controller), una porta USB 3.0, il pulsante per l’accoppiamento di dispositivi (controller, cuffie), la porta infrarossi e l’alloggiamento per i dischi (con relativo pulsante di espulsione), stavolta non in bella vista ma quasi “nascosto” tra le due sezioni rettangolari.

Recensione Xbox One X – Elegante, compatta… e pesante! Arriva a quasi 4 chilogrammi!

Nella sezione posteriore, oltre ai fori di ventilazione, troviamo la porta di alimentazione, due porte HDMI, una 2.0b (con supporto quindi a 4K e HDR) in uscita, l’altra di ingresso (sat/cable), altre due porte USB 3.0, una porta infrarossi per eventuali prolunghe, un’uscita ottica e una porta ethernet. Sempre sul retro troviamo le due viti da rimuovere nel caso vogliate togliere la scocca a protezione dell’hardware interno.

Recensione Xbox One X – La dotazione di porte di Xbox One X. Non si fa mancare nulla!

Possiamo quindi dire che da un punto di vista di porte Xbox One X non si fa davvero mancare nulla. Nessuna particolare altra sorpresa nella parte inferiore, caratterizzata da una superficie zigrinata e da piedini gommati, e nelle sezioni laterali già descritte. In definitiva si tratta di un dispositivo da tenere tranquillamente in bella vista in salotto o ovunque vogliate dalle dimensioni non troppo più elevate di un classico lettore DVD o Blu-ray.

9.5

Hardware

Come già accennato, quando si acquista Xbox One X si paga soprattutto l’hardware di cui è dotata. Anche da questo punto di vista, la nuova console di Microsoft non si fa mancare davvero nulla. E stavolta le differenze con le precedenti versioni della console si notano eccome. Aumenta la frequenza del processore, aumenta la RAM che passa a 12 GB (con un notevole aumento della larghezza della banda di memoria), aumentano, e non di poco, le unità computazionali della GPU e di conseguenza i TFLOPS.

Recensione Xbox One X – Accanto alla porta USB 3.0 troviamo il pulsante per l’accoppiamento di accessori compatibili.

Inutile fare una gara di numeri in quest’ultimo caso: una GTX 1060 (6GB) arriverebbe a 4,4 TFLOPS, Xbox One X a 6 TFLOPS e una GTX 1070 a 6,5 TFLOPS, ma si tratta di sistemi estremamente diversi tra loro. Sta di fatto che tale potenza grafica permette a Xbox One X di riprodurre i giochi in 4K nativo: niente upscaling quindi (come su One S), e niente checkboarding (come su PS4 Pro). Non solo: ci sono giochi, come Rise of the Tomb Raider, che permettono di scegliere tra più impostazioni grafiche, utili ad esempio a favorire il frame rate a scapito della risoluzione e del dettaglio grafico, o un qualcosa di intermedio (ad esempio dettagli e frame rate alti e risoluzione full HD). Di seguito la scheda tecnica di One X a confronto con le caratteristiche di One S e One.

Xbox One X Xbox One S Xbox One
CPU Otto core Custom x86 a 2,3 GHz AMD Polaris Otto core Jaguar Custom a 1,75 GHz AMD GCN2 Otto core Jaguar Custom a 1,75 GHz
GPU 40 unità computazionali custom a 1172 MHz 12 unità computazionali a 914 MHz 12 unità computazionali a 853 MHz
RAM 12 GB GDDR5 8 GB DDR3 8 GB DDR3
TFLOPS 6 1,4 1,3
Larghezza della banda di memoria 326 GB/s 68 GB/s (8 GB DDR3), 218 GB/s (32 MB ESRAM) 68 GB/s (8 GB DDR3), 204 GB/s (32 MB ESRAM)
Hard disk 1 TB 2,5 pollici 500 GB, 1 TB, 2 TB 500 GB, 1 TB
Lettore ottico 4K UHD Blu-ray 4K UHD Blu-ray Blu-ray
Alimentatore 245 W (interno) 120 W (interno) 220 W (esterno)
HDMI 2160p @ 60Hz AMD FreeSync HDMI, supporto HDR10 2160p @ 60Hz, supporto HDR10 1080p @ 60Hz
Connettività IEEE 802.11ac dual band 2×2 wireless Wi-Fi,
Ethernet, IR Receiver, IR Blaster
IEEE 802.11ac dual band 2×2 wireless Wi-Fi,
EthernetIR Receiver, IR Blaster
IEEE 802.11 a/b/g/n Dual band, Ethernet, IR Receiver
Dimensioni 30 x 24 x 6 cm 29,5 x 23 x 6,5 cm 34,3 x 26,3 x 8 cm
Peso 3,81 kg 2,9 kg 3,5 kg

Proseguiamo con un punto non propriamente di vantaggio di questa console: la memoria interna. Microsoft ha dotato One X di un classico hard disk da 1 TB. Più che sufficiente? Non proprio: i GB effettivamente a disposizione dell’utente sono circa 780 GB, senza contare che i giochi ottimizzati con le texture 4K arrivano ad occupare tranquillamente 100 GB ciascuno. Saranno quindi sufficienti meno di 5/6 giochi per riempire completamente la memoria a disposizione.

Recensione Xbox One X – La parte frontale è leggermente diversa da quella di Xbox One S.

Sostituire l’hard disk in dotazione non è consigliato poiché si andrebbe ad invalidare la garanzia. L’unica soluzione è acquistare un hard disk esterno e mantenerlo collegato ad una delle porte USB di cui è dotata la console. Se la presenza di un hard disk classico e non di un SSD vi va storcere il naso, niente paura: c’è chi ha provato ad installare un SSD, e i tempi di avvio di titoli quali GTA V, The Witcher 3 o Watch Dogs 2 rimangono praticamente identici. Torneremo a parlare dei tempi di avvio dei giochi nel paragrafo dedicato alle prestazioni.

Parliamo anche di consumi in stand-by. Xbox One X, come le altre console di casa Microsoft, può essere impostata in due modalità risparmio energia: Accensione immediata, che permette l’accensione con comandi vocali, tempo di avvio della console più rapido e, soprattutto, anche aggiornamento automatico di giochi anche a console “spenta”; e Salva energia, che mantiene i consumi inferiori a 1 W. In Modalità Accensione Immediata invece One X consuma circa 10 W.

Recensione Xbox One X – La nuova console Microsoft non è esattamente raffreddata a liquido. Meglio lasciare un po’ di spazio sul retro in modo da evitare un eventuale riflusso di aria calda.

Dobbiamo anche fare chiarezza su un altro punto: Xbox One X non è esattamente raffreddata a liquido come affermato da Microsoft. Non immaginatevi dei tubi in cui effettivamente scorre liquido refrigerante: dentro la console si nasconde una camera a vapore che effettivamente contiene una certa quantità di liquido, che però scaldandosi diventa vapore contribuendo a dissipare il calore per poi tornare liquido in un secondo momento.

Un rapido cenno anche al lettore ottico. Il fatto di poter leggere i Blu-ray 4K a nostro avviso è un pro di non poco conto. Da i nostri test è emerso che fortunatamente la quantità di rumore emessa da One X durante la riproduzione di film è leggermente ridotta rispetto a quella di Xbox One S. Il sistema in generale sembra particolarmente veloce a far partire i film ma c’è un piccolo problema di bilanciamento colori. Regolando direttamente il televisore o il monitor si può risolvere, ma in questo modo dovrete rieseguire il bilanciamento quando andrete a riprodurre giochi invece che film. Dovrebbe comunque bastare un aggiornamento dell’app Blu-ray, che però al momento non è stata rilasciata. C’è chi ha riscontrato problemi anche con Home Theater dotati di sistema Dolby Atmos: non abbiamo potuto effettuare test in tal senso, in compenso abbiamo testato tale modalità audio con cuffie Turtle Beach Stealth 700 senza riscontrare gli stessi problemi degli Home Theater. Sempre a proposito delle cuffie, da segnalare che Xbox One X è pienamente compatibile con tutti gli accessori realizzati finora per Xbox.

Chiudiamo questo paragrafo con una tabella di confronto con PlayStation 4 Pro, la diretta concorrente di Xbox One X. Proprio la tabella ci fa notare l’assenza del modulo Bluetooth su One X: la console sfrutta infatti un protocollo proprietario, tant’è che determinati accessori wireless (come le cuffie già citate) devono essere accoppiate sfruttando l’apposito pulsante hardware posto sulla parte frontale della scocca. Non è certo una novità (anche i precedenti modelli erano così), ma è comunque bene specificarlo.

Xbox One X PS4 Pro
CPU Otto core Jaguar Custom x86 a 2,3 GHz Otto core Jaguar Custom 2,1 GHz
Processo costruttivo 14 nm 16 nm
GPU 40 unità computazionali Radeon 36 unità computazionali Radeon
Clock GPU 1172 MHz 911 MHz
Performance computazionali 6 TFLOPS 4,20 TFLOPS
Larghezza della banda di memoria 326 GB/s 218 GB/s
Memoria interna 1 TB 1 TB
Connettività IEEE 802.11ac dual band 2×2 wireless Wi-Fi, Ethernet,
IR Receiver, IR Blaster
Ethernet, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, Bluetooth 4.0
Lettore 4K UHD Blu-ray Blu-ray
Alimentatore 245 W 310 W
Dimensioni 30 x 24 x 6 cm 32,7 x 29,5 x 5,5 cm
Peso 3,81 kg 3,3 kg

8.5

Software e Prestazioni

Dobbiamo ammettere di aver apprezzato particolarmente l’evoluzione dell’interfaccia Xbox dai tempi della recensione di Xbox One S. Manca ancora quel grado di intuitività che caratterizza gli immediati caroselli di gioco di Nintendo Switch e PlayStation 4, ma la situazione, come appena specificato, è migliorata. La home ci accoglie con un carosello iniziale che raccoglie una serie ridotta di applicazioni o giochi avviati di recente. Il primo quadrato di questa serie permette di accedere al sotto menu che raccoglie tutti i giochi, le app, gli abbonamenti ed eventuali aggiornamenti a disposizione dell’utente.

Ci sono molte altre sezioni da esplorare, come il menu Scelte personalizzabile con tutte le scorciatoie che volete, Mixer, dove trovate tutte le trasmissioni in diretta degli utenti che stanno giocando, Community e infine Store, dove trovare non solo giochi ma anche film e serie TV. Premendo il tasto centrale del controller (pressione singola) richiamerete comunque un menu rapido comprensivo di praticamente tutto quello di cui avrete bisogno. Se non vi piacesse il tema scuro è possibile, dalle impostazioni, decidere se passare a quello chiaro e anche decidere il colore predominante e lo sfondo. In definitiva ci sarebbero ancora delle rifiniture da fare a livello software, ma la situazione è di gran lungo migliorata.

Sempre nelle Impostazioni troviamo l’importantissima voce Schermo e suono, da cui regolare uscita video e audio. In output video potete impostare la risoluzione del televisore (fino a 4K UHD), mentre in output audio potrete decidere, nel caso abbiate accessori compatibili, se sfruttare tecnologie quali Windows Sonic o Dolby Atmos. Anche questo è un pro di non poco conto: la spazialità del suono che si riesce ad ottenere utilizzando tali tecnologie è incredibile, e in giochi quali Halo 5 o Gears of War 4 si fa sentire davvero; per non parlare di Online FPS competitivi e non nei quali la direzione e l’intensità del suono possono davvero apportare vantaggi sensibili. L’unico problema è che, almeno per quanto riguarda il supporto al Dolby Atmos per cuffie, è necessario acquistare un’apposita applicazione del costo di 15€. È però possibile testarla con mano per 30 giorni.

Veniamo quindi alle prestazioni di Xbox One X. Per quanto riguarda la riproduzione di giochi c’è ben poco da dire: quelli pienamente compatibili sono, su schermi 4K, davvero incredibili da guardarsi. Chi ha già avuto modo di giocare in 4K sa benissimo che le differenze si notano, specialmente sui pannelli più ampi dei televisori. Così come PS4 Pro, anche One X introduce una serie di vantaggi anche per chi non ha disposizione un televisore o un monitor 4K. Tali vantaggi si notano bene in giochi come Rise of the Tomb Raider, che abbiamo preso anche stavolta a esempio per via della possibilità di cambiare le impostazioni grafiche.

Recensione Xbox One X – Rise of the Tomb Raider è un ottimo gioco per comprendere le effettive migliorie grafiche rese possibili dall’hardware di Xbox One X.

Non sfruttando le texture in 4K i giochi ottimizzati girano più fluidamente, intorno o sopra i 60 fps a seconda della situazione. Alcuni giochi riescono a mantenere alti gli fps anche a risoluzioni più elevate, come Forza Motorsport 7. I third party più pesanti riprodotti in 4K girano invece solitamente a 30 fps. Rimane il fatto che Xbox One X, nonostante il suo prezzo di lancio, rimane il modo più economico di giocare in 4K a un frame rate decente. Ne avevamo già parlato in un articolo a parte: assemblare un PC capace di fornire prestazioni simili costa ben di più della spesa prevista per Xbox One X, considerato anche che la GPU che più si avvicina a quella di One X è una Radeon RX 580 (prezzo superiore ai 200€). Di seguito uno screenshot di confronto: a sinistra con texture 4K, a destra con texture classiche (full HD quindi).

La potenza di Xbox One X si traduce anche in tempi di caricamento dei giochi ridotti. Giusto per fare qualche esempio, GTA V ci mette circa 2 minuti per avviarsi su Xbox One S, mentre su One X si avvia in 51 secondi. Con The Witcher 3 risultati ancora migliori: 3 minuti e 20 secondi su One S, 1 minuto e 39 secondi su One X. Una piccola nota: come accennato, i giochi per One X comprensivi di texture 4K richiedono un bel po’ di GB su disco. Oltre che un problema di memoria, c’è anche da considerare che i tempi download con ADSL o con fibra intorno ai 50 Mbps sono davvero estenuanti.

Per quanto riguarda la temperature, la parte superiore di Xbox One X non supera mai i 36/40°; la parte sinistra rimane comunque ben più fredda. La maggior parte del calore si riscontra nella parte posteriore, dove ci sono anche le feritoie per la dissipazione. In questi casi si registrano, a pieno regime, temperature di solito superiori ai 55°. Niente di trascendentale quindi, ma nel caso vogliate metterla in un mobile è bene lasciargli un po’ di respiro sul dietro per evitare il riflusso di aria calda.

Giochi

Passiamo a parlare dei giochi. Prima di tutto bisogna specificare che qualsiasi gioco uscito finora su Xbox One e Xbox One S è pienamente compatibile con questo sistema. Non dovrete quindi acquistare versioni speciali dei titoli Xbox: una volta inserito il disco o acquistato e scaricato il gioco dallo store, ci penserà il sistema a scaricare autonomamente eventuali aggiunte, come ad esempio le texture in 4K.

Detto questo, al momento sono più di 70 i titoli ottimizzati per il 4K di Xbox One X. Qualche esempio? Call of Duty: WWII, Assassin’s Creed Origins, Final Fantasy XV, L’Ombra della Guerra e Wolfenstein II, solo per citare alcuni dei più recenti, e tanto altri sono in arrivo, come Destiny 2, Resident Evil 7, DOOMFallout 4 e tanti altri. Di seguito due elenchi distinti che raggruppano i giochi già ottimizzati e quelli in via di sviluppo o in via di ottimizzazione. Considerato che ad un anno dal lancio di PS4 Pro i titoli supportati da quest’ultima sono circa 140, non possiamo certo lamentarci della situazione attuale su Xbox One X.

  • Agents of Mayhem
  • ARK: Survival Evolved
  • Ashes Cricket (4K, HDR)
  • Assassin’s Creed
  • Assassin’s Creed Origins (4K, HDR)
  • Assault Android Cactus (4K)
  • Astroneer (4K, HDR)
  • Call of Duty: WWII (4K, HDR)
  • Conan Exiles
  • Crossout (4K)
  • Danger Zone (4K)
  • Dead Rising 4 (HDR)
  • Diablo III: Reaper of Souls – Ultimate Evil Edition (4K)
  • Dishonored 2 (4K)
  • Dishonored: La Morte dell’Esterno (4K)
  • Disneyland Adventures (4K, HDR)
  • EA Sports FIFA 18 (4K, HDR)
  • EA Sports Madden NFL 18 (4K, HDR)
  • EA Sports NBA Live 18 (4K)
  • Elite: Dangerous (4K)
  • F1 2017 (4K, HDR)
  • Fallout 3
  • Farming Simulator 17 (4K)
  • Final Fantasy 15 (4K, HDR)
  • Forza Motorsport 7 (4K, HDR)
  • Gears of War 4 (4K, HDR)
  • GRIDD: Retroenhanced (4K, HDR)
  • Halo 3
  • Halo 5: Guardians (4K, HDR)
  • Halo Wars 2 (4K, HDR)
  • Hand of Fate 2 (4K)
  • Hello Neighbor (4K)
  • Hitman (4K, HDR)
  • Homefront: The Revolution
  • Injustice 2 (HDR)
  • Killer Instinct (4K)
  • Killing Floor 2
  • L.A. Noire (4K, HDR)
  • Mafia 3 (4K, HDR)
  • Mantis Burn Racing (4K, HDR)
  • Marvel vs Capcom Infinite
  • La Terra di Mezzo: L’Ombra della Guerra (4K, HDR)
  • Morphite (4K)
  • NBA 2K18 (4K, HDR)
  • Need for Speed Payback
  • Okami HD
  • Outlast 2 (4K)
  • Paladins
  • Path of Exile (4K, HDR)
  • Portal Knights (4K)
  • Pro Evolution Soccer 2018
  • Project CARS 2 (HDR)
  • Quantum Break
  • Raiders of the Broken Planet (HDR)
  • Real Farm
  • ReCore: Definitive Edition (HDR)
  • Rise of the Tomb Raider (4K, HDR)
  • Rush: A Disney Pixar Adventure (4K, HDR)
  • Slime Rancher
  • SMITE
  • Sonic Forces
  • Star Wars Battlefront 2 (HDR)
  • Super Lucky’s Tale (4K)
  • Super Night Riders (4K)
  • The Elder Scrolls IV: Oblivion
  • The Evil Within 2
  • The Surge (HDR)
  • Thumper (4K)
  • Titanfall 2
  • Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands (HDR)
  • Transcripted
  • Warhammer: End Times – Vermintide
  • Wolfenstein II: The New Colossus
  • World of Tanks (4K, HDR)
  • WRC 7 FIA World Rally Championship (4K)
  • Zoo Tycoon: Ultimate Animal Collection (4K, HDR)

  • A Plague Tale: Innocence
  • A Way Out
  • Anthem
  • Ashen
  • Away: Journey to the Unexpected
  • Battlerite
  • Below
  • Biomutant (4K)
  • Black Desert
  • Brawlout
  • Chess Ultra (HDR)
  • CODE VEIN
  • Crackdown 3 (4K, HDR)
  • Dark and Light
  • Darksiders Warmastered Edition
  • Darksiders II Deathinitive Edition
  • Darksiders III
  • Deep Rock Galactic
  • DOOM
  • Dovetail Games Euro Fishing
  • DRAGON BALL FighterZ
  • Dynasty Warriors 9
  • EA Sports NHL 18
  • EA Sports UFC 3
  • Elex (4K)
  • EVERSPACE
  • Fable Fortune
  • Fallout 4
  • Far Cry 5
  • Fe
  • Firewatch
  • For Honor
  • Fortnite
  • Forza Horizon 3 (4K, HDR)
  • Gravel
  • Greedfall
  • Halo: The Master Chief Collection
  • Immortal: Unchained
  • Jurassic World Evolution
  • Kingdom Come: Deliverance
  • Life is Strange: Before the Storm (4K)
  • Marvel Heroes Omega (4K)
  • METAL GEAR SURVIVE
  • Metro: Exodus
  • Minecraft (4K, HDR)
  • Minion Masters
  • Monster Energy Supercross: The Official Videogame
  • Monster Hunter: World (HDR)
  • MX vs ATV All Out (4K)
  • Nine Parchments
  • Ooblets
  • Ori and the Will of the Wisps (4K)
  • PlayerUnknown’s Battlegrounds (HDR)
  • Railway Empire (4K, HDR)
  • Redout: Lightspeed Edition
  • RESIDENT EVIL 7 biohazard (HDR)
  • RiME
  • Riverbond
  • Roblox
  • Robocraft Infinity
  • Rocket League
  • Rugby 18
  • Sea of Thieves (4K, HDR)
  • State of Decay 2 (4K, HDR)
  • STEEP
  • Strange Brigade (4K, HDR)
  • SUPERHOT
  • Surviving Mars
  • Tacoma
  • Tennis World Tour
  • The Artful Escape
  • The Crew 2
  • The Darwin Project
  • The Elder Scrolls V: Skyrim Special Edition
  • The Elder Scrolls Online: Morrowind (4K, HDR)
  • The Last Night
  • The Long Dark
  • The Witcher 3: Wild Hunt
  • theHunter: Call of the Wild
  • Tom Clancy’s The Division
  • Train Sim World
  • TT Isle of Man: Ride on the Edge
  • Unruly Heroes (4K, HDR)
  • War Thunder (4K)
  • Warframe
  • We Happy Few

Bisogna comunque ammettere che Microsoft dovrebbe a questo punto spingere ulteriormente il piede sull’acceleratore per quanto riguarda esclusive sostanziose così come sta facendo Sony, cosa che a quanto pare potrebbe accadere ben presto stando alle parole di Phil Spencer. Se non altro non mancano i third party di qualità!

9.0

Controller

Un cenno d’obbligo anche all’ottimo controller che caratterizza le console Microsoft oramai da diversi anni. Quello di Xbox One X non fa certo eccezioni. L’alimentazione richiede sempre due pile stile AA, che garantiscono un’autonomia ben più che sufficiente. Il controller è più pesante di un DualShock, ma comunque ben bilanciato con la maggior parte del peso sulla parte frontale. Ottimo il grip e altrettanto ottimi anche i tasti dorsali, i due più grandi caratterizzati da diversi livelli di pressione. Non mancano il jack audio da 3,5 mm e il pulsante per l’accoppiamento con i sistemi Xbox.

Nonostante One X utilizzi un protocollo di trasmissione proprietario, il controller in dotazione è comprensivo di modulo Bluetooth. Potete quindi utilizzarlo per giocare anche su PC o su dispositivi mobili. Non c’è molto altro da dire: è praticamente uno dei miglior controller per console sulla piazza.

7.5

Prezzo

Xbox One X non è solo la console più potente di sempre, è anche la più cara attualmente in vendita sul mercato. Vi serviranno 499,99€ per portarvela a casa, senza contare la spesa per abbinarci almeno un gioco visto che al momento non ci sono bundle. C’è però da dire, come d’altronde già accennato quando parlavamo dell’hardware, che One X porta con sé un lettore Blu-ray 4K, un dispositivo che si trova a prezzi superiori ai 200€.

Acquisto

La versione da noi testata, Xbox One X classica da 1 TB, è acquistabile su ePRICE a 499,99€. Esiste anche la versione “Project Scorpio” che però, attualmente, si trova a prezzi ben più salati.

Foto

Giudizio Finale

Xbox One X

8.5

Xbox One X

Xbox One X è un dispositivo particolare. È stato lo stesso Paolo Bagnoli, direttore della divisione italiana Xbox, a confermarcelo a suo tempo. One X infatti non si propone come una Xbox di nuova generazione, ma come un prodotto indirizzato ad una specifica categoria di utenza atto ad affiancare Xbox One S. E il genere di utenza che deciderà di acquistarlo, vuoi per il prezzo comunque inferiore a un PC gaming dotato di hardware in linea con quello proposto dalla console, vuoi per la sua capacità di essere un dispositivo multimediale a tutto tondo, si troverà di fronte ad una ottima console in grado di riprodurre i titoli più recenti a risoluzione o frame rate più elevati della concorrenza. Adesso più che mai è il momento di spingere su nuove esclusive magari anche in grado di spremere al massimo l'hardware di cui è dotata quella che, a tutti gli effetti, è la console più potente di sempre. 

di Lorenzo Delli
Pro
  • La più potente console sul mercato
  • 4K, HDR, Dolby Atmos, Windows Sonic
  • Lettore Blu-ray 4K
  • Controller (compatibile anche con PC!)
Contro
  • Memoria interna non sufficiente
  • Dolby Atmos per cuffie a pagamento
  • Ci vogliono più esclusive
  • Tempi di download dei giochi biblici
  • Midnight

    Ottima recensione 🙂