Realtà virtuale

Le aziende puntano sui visori per smartphone, ma a voi interessa? – 2 minuti con SmartWorld

Emanuele Cisotti

Sempre più aziende puntano a creare un’esperienza di realtà virtuale sfruttando direttamente hardware e display dei vari smartphone, piuttosto che impiegare costoso hardware aggiuntivo da collegare ad un PC. Grazie poi al lancio di Daydream da parte di Google sempre più aziende hanno annunciato il loro interesse per questa tecnologia.

Oggi si aggiungono a questa lista ZTE e Samsung, che in realtà è una delle più attive in questo campo.

  • ibasilico

    Personalmente preferirei che si impegnassero per una maggiore durata delle batterie, più che su questi visori, per un discorso di utilità

    • Matteo Fabris

      Concordo…
      Basta vedere subito quanti visori vr erano in vendita dopo pochi giorni dall’uscita di s7…erano gratis con il pre ordine e tanti lo hanno (provato) a vendere in breve…

  • And91

    Si tutto molto bello ma… dimmi dove hai preso quella maglietta stupenda xD

  • maffo

    Inutili, servono schermi 2k e oltre voglio vedere che processore e che batteria saranno in grado di tenerli. È una tendenza passeggera, 2-3 anni e poi tornerá il 3D senza occhiali 🙂

  • 1:50 : ascoltato da un sardo, sembra che tu dica Google Aiò xD
    Lo so che è I/O, ovviamente 🙂
    Bel video rapido, comunque 🙂
    Personalmente mi piacerebbe vedere uno sviluppo totale dei VR con i PC 😉

  • Pocce90

    finchè si distingueranno i pixel, non ha senso per me…