Anche il mercato dei videogiochi registra la crisi

Dopo la crisi del settore discografico e dell’homevideo, ora anche il mercato dei videogiochi segna il passo. Se, infatti, il 2008 è stato un anno record per i produttori, nel 2009 si è registrata una contrazione della domanda pari al 10,6%, probabilmente anche perché il mercato ha iniziato a saturarsi.
Il dato è stato fornito dall’Aesvi, l’Associazione italiana di settore, in occasione del rapporto annuale. Vi si legge, inoltre, che il fatturato complessivo nel 2009 è stato di 1.128,9 miliardi di euro, sommando le vendite di hardware (44,4% del totale, 501,1 milioni di euro) e di software (55,6%, 627,9 milioni di euro). L’Italia si conferma così come il quinto mercato in Europa, dopo Gran Bretagna, Francia, Germania e Spagna.

C’è da dire che le console attualmente in vendita sono in giro da diversi anni e forse hanno ormai raggiunto la grande maggioranza degli appassionati di videogiochi; si calcola che, nel nostro Paese, ben il 42% delle famiglie ha in casa una console di gioco.

Si attendono comunque la novità 2010, come il Project Natal della Microsoft e la Play Station Move della Sony, entrambe munite di interfacce in grado di riconoscere i movimenti del giocatore. E’ sullo sviluppo sempre più sofisticato di questo tipo di interfacce che le case produttrici di videogiochi puntano per il futuro: l’obiettivo è di attrarre clienti non tradizionali che si sono avvicinati al mondo dei videogiochi grazie soprattutto al Nintendo Wii.

C’è tuttavia un altro parametro importante per spiegare la crisi: la diffusione della pirateria, che in Italia trova terreno particolarmente fertile. Secondo l’Entertainment Software Association (ESA), nel dicembre 2009 un quinto dei videogiochi scaricati illegalmente nel mondo ha riguardato l’Italia.

Condividi questa pagina con i tuoi amici
|

Commenti

Altre Notizie PianetaTech, news di tecnologia
29 luglio 2014

Foto subacquee artistiche, realizzate con uno scanner impermeabililizzato

Nathaniel Stern è un artista che ha realizzato una serie di fotografie davvero particolari; impermeabilizzando un normale scanner da ufficio e collegandolo ad un sistema di batterie è riuscito a “scannerizzare” alcune... continua>
29 luglio 2014

QUANT e-Sportlimousine, la prima auto a batterie di flusso approvata per la circolazione

La casa automobilista svizzera QUANT centra un importante obiettivo per la propria e-Sportlimousine, una elegante berlina fornita di un innovativo sistema di alimentazione: l’istituto TÜV Süd, società che fornisce certificazioni in merito alla... continua>