Amazon lancia la sfida a Spotify: musica illimitata a partire da 4$ al mese

Cosimo Alfredo Pina

Amazon Music Unlimited, questo è il nome del nuovo servizio del colosso dello shopping che lancia la sfida ad Apple Music, Google Play Music, ma soprattutto a Spotify. Lo fa, per ora solo negli USA, con prezzi davvero interessanti, soprattutto per chi è già un cliente Amazon.

Come tutti gli streaming musicali anche Amazon Music Unlimited permette di accedere ad un notevole catalogo musicale, senza alcun tipo di pubblicità, pagando un abbonamento mensile. A tal proposito si parte da solo 3,99$ al mese per la formula che prevede l’ascolto solo sugli speaker della linea Echo, quelli che, ancora non disponibili in Italia, permettono di conversare con l’assistente Alexa.

Interessante anche il piano da 7,99$ al mese o 79$ all’anno dedicato agli iscritti ad Amazon Prime, mentre il costo per l’abbonamento convenzionale è di 9,99$ mensili, in linea con quanto offerto dalla concorrenza.

Come spiega Recode, Amazon ha dovuto forzare la mano sulle case produttrici per far accettare un servizio di streaming musicale da soli 4$ al mese, ma è riuscita a convincerle con il fatto che il piano base di Music Unlimited sarà un canale di ingresso verso gli altri piani più costosi.

LEGGI ANCHE: Remix e mixtape arrivano su Spotify ed Apple Music, grazie a Dubset

Amazon Music Unlimited conta già un catalogo da 30 milioni di brani (per ora niente esclusive) e, senza troppe sorprese, può essere usato su più dispositivi, smartphone incluso. Interessante la possibilità di scaricare la musica per l’ascolto offline.

Alexa sarà ovviamente integrato con Music Unlimited e permetterà di avviare la riproduzione di brani, album e playlist in base ai gusti musicali o al mood. Come detto in apertura per ora il tutto rimane appannaggio degli States; nei piani di Amazon c’è anche l’introduzione di un piano famiglia (6 membri a 14,99$ al mese) ed un’espansione in Regno Unito, Germania ed Austria.

Per ora non ci sono notizie per l’Italia ma siamo certi che in molti, sopratutto chi ha già un account Prime, si farebbero tentare dallo streaming musicale di Amazon.

Via: RecodeFonte: Amazon.com