Confronto Netflix Infinity Sky Online TIMvision

Netflix vs. Infinity vs. Sky Online vs. TIMvision: il confronto (foto)

Lorenzo Delli - In questo confronto porremo fianco a fianco i servizi di streaming on demand disponibili in Italia con l'obiettivo di evidenziarne pregi e difetti, in modo che il lettore possa capire qual è il servizio a lui più consono.

Netflix, Mediaset Infinty, Sky Online, TIMvision: il panorama dello streaming on demand in Italia è, allo stato attuale, piuttosto interessante. Da un lato abbiamo servizi ” nostrani ” quali Mediaset Infinity e TIMvision, che offrono un discreto catalogo improntato forse maggiormente sui film, dall’altro abbiamo colossi quali Sky e Netflix che propongono invece un qualcosa di leggermente diverso.

Abbiamo quindi deciso di realizzare un confronto tra i quattro servizi appena elencati che ne evidenziasse pregi e difetti. Per i nostri test abbiamo sfruttato un ampio bacino di dispositivi: box TV (Apple TV, Android TV, Sky Online TV Box), Smart TV, schermi di varie dimensioni e dispositivi mobili (sia smartphone che tablet). Attenzione però: il nostro obiettivo non è quello di eleggere un vincitore, bensì quello di indirizzare i vari utenti verso la scelta a loro più consona.

Confronto “su carta”

Prima di andare a vedere cosa hanno da offrire i vari servizi da un punto di vista di catalogo e di usabilità, confrontiamoli in due tabelle distinte che già a colpo d’occhio possono indirizzarvi su un servizio piuttosto che su un altro.

Per cominciare diamo un’occhiata ai prezzi che le varie società propongono per i loro servizi di streaming on demand. La prima colonna è relativa al periodo di prova garantito gratuitamente o, come nel caso di TIMvision, a pagamento, mentre la seconda ai prezzi per i vari abbonamenti e agli accessi contemporanei concessi.

Tabella prezzi streaming

Prima di procedere con la nostra analisi dei vari servizi, diamo anche un’occhiata ad un’altra interessante tabella che mette a confronto i dispositivi compatibili con i vari servizi, il consumo dati (utile per un eventuale utilizzo in mobilità) e la banda minima e quella consigliata richieste per usufruirne.

Come noterete purtroppo di TIMvision non sono state rese note tali informazioni. Considerato che il servizio viene di solito venduto in bundle con vari abbonamenti TIM possiamo presupporre che, per quanto riguarda banda minima e banda consigliata, una classica 7 mega sarà più che sufficiente (confermato anche dai nostri test) per usufruirne.

Per quanto riguarda il consumo dati di Infinity poi, considerato che in mobilità non vengono riprodotti contenuti in Full HD (neanche sotto Wi-Fi), dovrebbe assestarsi intorno a 1 GB/h, ma non siamo pronti a metterci la mano sul fuoco. Il servizio di Mediaset offre però il download in locale dei contenuti per la visione offline, ed è quindi consigliabile sfruttare appieno questa funzionalità invece di sprecare dati.

Tabella Banda Dispositivi

Gettiamoci quindi nella mischia e andiamo ad analizzare più nel dettaglio cosa hanno da offrire all’utente. Iniziamo da Infinity per proseguire con Sky Online, TIMvision ed infine il più giovane (per quanto riguarda l’Italia), Netflix.

Infinity Logo

Insieme a TIMvision (ex Cubovison) è il servizio più “anziano” tra quelli disponibili in Italia. Disponibile dall’11 dicembre del 2013, Mediaset Infinity nel corso dei mesi ha continuato ad aggiungere feature richieste a gran voce dall’utenza quali ad esempio il supporto a Chromecast e la piena compatibilità con Chrome. Tra quelli elencati è anche quello che ha “sofferto” maggiormente l’arrivo di Netflix: si susseguono infatti in questi giorni offerte a prezzi stracciati per attirare a sé vecchi e nuovi clienti.

Modalità di utilizzo

Registrare la propria sottoscrizione a Infinity è piuttosto semplice: basta recarsi sul sito ufficiale relativo al servizio, creare un account (o sfruttare il proprio profilo Facebook) ed attivare il mese gratuito di prova che vi permette di saggiarne catalogo e funzionalità. Se continuerete a sfruttare Infinity dopo il mese di prova potrete abbonarvi a 4,99€ al mese invece che a 6,99€.

È possibile pagare con Pay Pal o con carta di credito/prepagata. Nei negozi fisici è anche possibile acquistare i così detti Infinity Pass, carte prepagate adibite proprio al pagamento dell’abbonamento a Infinity.

Infinity è anche tra i pochi servizi che offre promozioni volte ad attirare a sé vecchi clienti che hanno disdetto l’account regalando uno o due mesi grazie a codici promo da inserire nell’apposita sezione relativa all’account. Ci sono promozioni valide anche per gli iscritti: ad esempio invitando nuovi utenti a registrarsi (da Gestisci Account -> Invita ora) è possibile ricevere dei codici promo per continuare ad utilizzare Infinity gratuitamente.

Per i test relativi a questo articolo abbiamo sfruttato proprio un codice che ci ha dato accesso al servizio per ben due mesi a 0€. Disdire il servizio è altrettanto semplice (è sufficiente recarsi nella sezione Dettagli Sottoscrizione del proprio account). Proprio per la sua semplicità di utilizzo, Infinity è praticamente l’unica alternativa italiana davvero paragonabile a Netflix.

Tantissimi i dispositivi compatibili (vedi tabella di riferimento) ed è da segnalare la presenza di due comode funzionalità comprese nella sottoscrizione base.

La prima è la possibilità di sfruttare il medesimo account su cinque diversi dispositivi anche contemporaneamente, coadiuvata anche dall’opportunità di creare profili diversi per l’utilizzo in famiglia o con amici con cui condividere l’account. Attenzione però: a differenza di Netflix, Infinity ha un tetto massimo di dispositivi da associare al servizio (dal proprio account è possibile rimuoverli o gestirli con facilità).

La seconda è quella di poter scaricare in locale i contenuti per la visione offline, funzionalità davvero comoda per i viaggi o per altre occasioni in cui non si ha a disposizione una connessione costante.

Catalogo

Mediaset garantisce la presenza di oltre 5.000 contenuti sul catalogo di Infinity, suddivisi tra film, serie TV, programmi TV (tradotto: “serie TV” italiane), contenuti per bambini e film a noleggio. Buona la scelta di film, con un discreto equilibrio tra i generi anche se con un particolare focus sui film italiani.

I titoli più recenti sono “relegati” alla sezione Noleggio, anche se proprio in questi ultimi giorni Mediaset ha attivato Infinity Premiere, un servizio aggiuntivo che garantisce settimanalmente un film in anteprima scelto proprio tra le ultime uscite (ovvero dai sei mesi dall’uscita nella sale cinematografiche), come ad esempio Mad Max Fury Road. C’è anche una sezione Cinema Live con contenuti casuali presi dai vari canali Mediaset che però non funziona su Chrome e non è accessibile da dispositivi mobili.

Forse un po’ debole la scelta di serie TV: l’esclusiva su The Big Bang Theory e la disponibilità delle vecchie serie di Arrow, The Flash (o di Lost) potrebbe non bastare ad attirare gli appassionati di serie TV. Ci sembra però obbligatorio segnalare la disponibilità di tutte le serie di Scrubs. Se poi in famiglia avete nonni o genitori particolarmente appassionati di fiction italiane, Infinity ha dalla sua un catalogo davvero invidiabile.

La vera pecca per gli appassionati di serie TV e per chi ama guardarsi i film in lingua originale con sottotitoli è la scarsa qualità di questi ultimi: durante i nostri test abbiamo provato a guardare Minority Report in lingua originale con sottotitoli italiani, constatando che la traduzione scritta si limita ad una sorta di riassunto dei dialoghi. Un po’ meglio con serie TV più recenti quali The Flash. Dipende appunto dal contenuto che state visionando e da quali diritti per i sottotitoli sono stati acquistati da Mediaset.

7.5

Considerazioni finali

Mediaset Infinity è in fin dei conti un buon servizio: prezzi accessibili, condivisione account, buona scelta di film (migliore, ad esempio, di Netflix) e compatibilità con un ampio numero di dispositivi. L’obiettivo dell’azienda è quello di migliorarlo ulteriormente, e l’aggiunta di Infinity Premiere, il seppur timido arrivo di contenuti in 4K con audio Dolby 5.1 (c’è un accordo con Samsung in tal senso) e il continuo aggiornamento del catalogo di contenuti fa ben sperare per il futuro.

Il nostro consiglio è quello di condividere l’account con amici e/o parenti, magari in concomitanza con un account condiviso di Netflix. Proprio la condivisione dell’account e la possibilità di scaricare in locale i contenuti per la visione offline sono tra i punti di forza del servizio offerto da Mediaset. Se però non avete a disposizione uno smart TV, un decoder (Infinity è disponibile sul canale 899) o una console (di vecchia o di nuova generazione, non Nintendo) scordatevi contenuti in Full HD, anche se le cose, da quanto rivelato da Mediaset di recente, potrebbero cambiare a breve (almeno per quanto riguarda la versione web).

PRO CONTRO
  •  Condivisione account
  • Download contenuti per visione offline
  • Infinity Pass acquistabili nei negozi fisici
  • Contenuti in Full HD solo su Smart TV, Decoder e Console
  • Tetto massimo di dispositivi associabili
  • Fin troppe fiction italiane e poche serie TV

 

Sky Online Logo

Quando Sky Italia lanciò nell’aprile del 2014 il servizio Sky Online aveva in mente un obiettivo ben preciso: attirare nuovi clienti a Sky, e non offrire un servizio alternativo utilizzabile anche in mobilità ai clienti già abbonati. Per quello, almeno secondo Sky, esiste Sky Go, un applicativo afflitto da svariati problemi compatibile, come l’app dedicata a Sky Online, solo con alcuni dispositivi a marchio Samsung e ASUS e con gli iPad di casa Apple.

Sky Online è quindi per certi versi paragonabile ad una sorta di Netflix nostrano (anche se tale appellativo si sposa maggiormente con Infinity di Mediaset), probabilmente destinato a sparire in futuro per lasciare spazio a Sky Q. Con i suoi pacchetti Intrattenimento e Cinema offre di fatto un ampio bacino di contenuti (la maggior parte piuttosto celebri), molti dei quali accessibili sui vari canali quali Fox e Sky Atlantic disponibili con un classico abbonamento a Sky. È il più caro dei quattro ed è quello compatibile con meno dispositivi in assoluto.

Modalità di utilizzo

Abbonarsi a Sky Online è piuttosto semplice. Prima di procedere ad un eventuale acquisto, l’utente può testare gratuitamente per un mese il pacchetto Intrattenimento comprensivo di quasi tutti i contenuti normalmente presenti in tale pacchetto. Attenzione: in fase di registrazione verrà richiesto il codice fiscale dell’utente, inutile quindi tentare di usufruire più volte del mese di prova cambiando account.

Terminato il mese di prova, l’utente potrà decidere se abbonarsi (utilizzando Pay Pal o carta prepagata/di credito) al Ticket Intrattenimento, a 9,99€ al mese, se aggiungere (o abbonarsi solo a) il Ticket Cinema per altri 9,99€ (si arriva quindi a 19,98€ al mese) o se aggiungere anche il Ticket Mensile Calcio con tutte le partite di Serie A, Serie B ed Europa League a 19,99€ al mese.

È anche possibile acquistare singoli eventi sportivi non legati al mondo del calcio (Basket, Formula 1, Golf, Rugby, Tennis, Wrestling) al prezzo di 9,99€ ciascuno, che spesso comprendono in regalo un mese di Ticket Intrattenimento gratuito.

Altrettanto semplice disdire qualsiasi abbonamento stipulato dall’utente disattivando il rinnovo automatico dall’Area Personale. Come accennato poi, oltre ad essere il più caro è quello che è di fatto utilizzabile su ben pochi dispositivi rispetto alla concorrenza. Come se non bastasse non permette la visione su più schermi e sfrutta Microsoft Silverlight per la visione su browser.

Potete associare fino a quattro dispositivi, ma la visione è consentita solo su uno alla volta. Da segnalare inoltre che, almeno da quanto verificato dai nostri test, sembra che Sky abbia rimosso il blocco HDMI (testato con successo sia sfruttando l’uscita HDMI che quella Thunderbolt di un MacBook Pro 13″ Retina su Monitor Dell e su Smart TV Samsung).

Sky offre anche l’opportunità di acquistare un box TV a marchio Roku denominato, non a caso, Sky Online TV Box. Sono disponibili due diversi bundle: uno a 49,99€ con un mese di intrattenimento più altri 5 mesi a 1€ al mese, l’altro al medesimo prezzo con un mese di cinema e con la stessa formula di rinnovo. Davvero utile se non avete a disposizione una smart TV compatibile o se non volete sfruttare eventuali espedienti da PC/mobile quali Chromecast o HDMI. A questo link trovate la nostra recensione di Sky Online TV Box.

Catalogo

Insieme a Netflix, Sky Online è l’unico che propone produzioni originali ovviamente affiliate ai canali normalmente disponibili nell’offerta classica di Sky. Troviamo quindi serie TV piuttosto famose quali The Walking Dead, Grey’s Anatomy, Homeland, Criminal Minds, Agents of S.H.I.E.L.D., Fargo, Spartacus e molte altre; sei canali Sky dedicati a Serie TV e spettacoli; quattro canali dedicati ai più piccoli.

I canali a cui abbiamo fatto cenno sono i seguenti: Sky Atlantic, Sky Uno, Fox, Fox Crime, Fox Life, MTV Next, Disney Channel, Disney Junior, DeAKids e Nick Junior. Sono disponibili in diretta così come nella programmazione classica di Sky. Dalla sezione Canali è anche possibile visualizzare la programmazione oraria e giornaliera di tutti i contenuti che andranno in onda sui vari canali disponibili.

Piuttosto aggiornato anche il catalogo del Ticket Cinema, con un buon equilibrio tra novità, classici e b-movie (c’è persino Chicken Park…): troverete ad attendervi circa 750 titoli, con 10 nuovi film aggiunti ogni settimana, e 8 canali Sky Cinema (SKY Cinema 1, SKY Cinema Hits, SKY Cinema Family, SKY Cinema Passion, SKY Cinema Comedy, SKY Cinema Max, SKY Cinema Cult, SKY Cinema Classics).

Lascia però un po’ perplessi la gestione dei contenuti, specialmente per quanto riguarda il pacchetto intrattenimento. Sembra impensabile come un servizio quale quello offerto da TIM permetta l’accesso alle prime dieci serie di Grey’s Anatomy mentre Sky, che trasmette le puntate più recenti della serie, conceda l’accesso solamente agli ultimi due/tre episodi e non a quelli precedenti, sia su Sky Online che sul servizio offerto normalmente da Sky tramite decoder. In definitiva le serie complete disponibili sul catalogo non sono poi così tante (anzi, forse meno) rispetto a servizi quali Netflix e Infinity (o lo stesso TIMvision).

7.0

Considerazioni finali

Il servizio proposto da Sky lascia interdetti per diversi fattori. Se da un lato il servizio offre una buona scelta di contenuti (seppur con una gestione ambigua delle serie TV), dall’altro presenta dei difetti di non poco conto: tutti i contenuti presenti sono solo ed esclusivamente in SD, fattore che, considerata la risoluzione della stragrande maggioranza dei dispositivi attualmente in commercio, potrebbe scoraggiare un gran numero di utenti; la versione mobile dell’app è compatibile solo con iPad e con una selezione di tablet e smartphone a marchio Samsung e ASUS; la versione web sfrutta Microsoft Silverlight, non funziona su Microsoft Edge e sulle versioni più recenti di Google Chrome; e, come se non bastasse, nonostante vanti i costi più elevati tra i servizi  di streaming, non consente la visione su più schermi contemporaneamente.

Ci sentiamo forse di consigliarlo maggiormente agli appassionati di cinema, che con 9,99€ al mese possono contare su una buona selezione di film e su un discreto numero di novità, a chi non ha paura di spendere 20€ al mese per avere accesso settimanale sia a novità lato cinema, sia lato serie TV (visto che si sono episodi di serie che vanno in onda come nella tradizione televisiva) e a chi non disdegna qualche evento sportivo di tanto in tanto.

PRO CONTRO
  • Catalogo cinema ben bilanciato tra novità e classici
  • È l’unico che offre anche eventi sportivi (anche se a caro prezzo)
  • Il pacchetto intrattenimento non offre solo serie TV
  • Contenuti solo in SD
  • È il più caro dei quattro
  • Non consente la visione su più schermi

 

Tim Vision Logo

TIMvision, ex Cubovision, è il servizio di streaming on demand di TIM (Telecom Italia) che consente, come ogni servizio del genere che si rispetti, di accedere ad un catalogo comprensivo di circa 6000 titoli e di noleggiare/acquistare nell’apposito Videostore contenuti aggiuntivi quali film e serie TV fra le più recenti uscite.

Probabilmente, a meno che non vi sia stato proposto direttamente dalla TIM tramite qualche abbonamento particolare (talvolta comprensivo di decoder), difficilmente vi sarete avvicinati a TIMvision. In realtà anche gli utenti “standard“, quindi non clienti TIM, possono attivarlo con relativa facilità. Ben presto però ci si accorge che il servizio di TIM ha qualche problema di fondo.

Modalità di utilizzo

Abbonarsi ed utilizzare TIMvision non è esattamente una cosa banale. Per certi versi il servizio di TIM risulta essere lontano anni luce rispetto ai concorrenti, che, a prescindere dal catalogo e dai prezzi, propongono un servizio di più facile accesso.

Già a partire dalla sottoscrizione si capisce di avere a che fare con un prodotto tutt’altro che user friendly: non è possibile pagare con Pay Pal o con una qualsivoglia prepagata. È obbligatorio utilizzare una carta di credito (strumento, per ovvie ragioni, non alla portata di tutti), e già da questo obbligo si capisce dove Tim voglia andare a parare. Inserendo una carta di credito come metodo di pagamento si attiverà un vero e proprio abbonamento che in automatico scalerà la somma pattuita dal vostro conto ogni mese.

Che c’è di male, direte voi: il “male” in tutto ciò è che non sono esplicitamente riportate le modalità per disdire tale abbonamento. Per scovarle bisogna recarsi sul proprio profilo e leggersi tutti i termini del servizio che, ovviamente, sono tutt’altro che chiari. Per comodità vi riportiamo qui di seguito i termini per il recesso.

5.1 Il Cliente, qualora sia un consumatore ai sensi dell’art. 3 lett. a) del D.lgs 206/2005 potrà esercitare senza alcuna penalità il diritto di recesso ai sensi dell’art. 64 del citato decreto (salvo che ricorra uno dei casi di esclusione di cui all’art. 55 co. 2 lett. a) di fornitura di servizi la cui esecuzione sia iniziata con l’accordo del Cliente prima dello scadere del termine entro dieci giorni lavorativi dalla conclusione del Contratto e/o lett. d) di fornitura di prodotti audiovisivi aperti dal consumatore) dandone comunicazione al numero verde 800.187.800 – il Servizio Clienti di TIM o al 119 per clienti TIM- entro il termine di 10 giorni lavorativi dalla data di perfezionamento del Contratto per usufruire del Servizio – dal momento della ricezione della documentazione contrattuale via e-mail e/o via posta qualora ciò avvenga successivamente.

5.2 Il Cliente dovrà confermare a TIM, entro 48 ore, il recesso per iscritto tramite raccomandata a.r. al seguente indirizzo: “TIM S.p.A. – Casella Postale 211 – 14100 Asti”.

5.3 Il Contratto è a tempo indeterminato. Il Cliente potrà recedere in qualsiasi momento dandone comunicazione per iscritto, con allegata fotocopia di documento d’identità, mediante lettera (all’indirizzo indicato nel Conto TIM) o via fax (al numero che potrà chiedere al 187); qualora il Cliente sia un Cliente TIM, quest’ultimo potrà recedere in qualsiasi momento contattando il 119. Il recesso produrrà effetto dalla data di registrazione della richiesta di cessazione nei sistemi informatici di TIM e, comunque, non oltre 30 giorni dalla data in cui il recesso è stato richiesto. Il Cliente sarà tenuto a corrispondere a TIM gli importi dovuti relativamente al Servizio fruito fino alla data di ricevimento e registrazione da parte di TIM della comunicazione del recesso.

In pratica, se uno non ha la fortuna (o la sfortuna, a seconda dei punti di vista) di essere cliente TIM, disdire l’abbonamento implicherà il costo (e il disturbo) dell’invio di una raccomandata o di un fax (non è ben chiaro neanche questo passaggio comunque).

Approfittiamo per farvi un breve riassunto del nostro tentativo di recesso del contratto. Abbiamo registrato un account TIMvision sfruttando unicamente il nostro indirizzo mail (quindi da web) con pagamento tramite carta di credito. Raggiunto il numero verde 800.187.800 per tentare di disdire il contratto, l’operatore ci ha letteralmente “rimbalzato” invitandoci a chiamare il 187. L’operatrice del 187, dopo averci tenuto al telefono per qualcosa come 45 minuti, non ha saputo aiutarci in alcun modo se non aprendo una segnalazione (che è stata tempestivamente chiusa ” because reasons “) e ha sminuito la necessità di un invio fax. All’interno dell’account è presente un tasto per modificare il metodo di pagamento, che purtroppo non funziona. Il fatto è che se non siete clienti TIM e non avete registrato il vostro abbonamento a TIMvision insieme a un decoder o a un abbonamento TIM (casa o mobile), anche registrandovi al servizio di streaming non risulterete presenti nei database della società. Tutto molto bello, non trovate?

Non sono chiare neanche le modalità di utilizzo. TIMvision è effettivamente compatibile con un largo bacino di dispositivi: può essere utilizzato da browser, da smartphone e tablet compatibili (Android e iOS) e da Smart TV compatibili, ma ad esempio non è specificato il numero di accessi contemporanei. Nella guida al servizio è riportata la seguente frase:

I clienti TIMvision con linea ADSL/Fibra di Telecom Italia che hanno aderito all’offerta TIMvision con decoder incluso possono vedere i titoli compresi nell’abbonamento TIMvision su 6 dispositivi, anche in contemporanea, senza costi aggiuntivi…

Ciò che appunto non è chiaro è l’eventuale numero di accessi in contemporanea in caso di clienti che si sono abbonati da web senza aderire a particolari promozioni o abbonamenti. Pare, almeno dai nostri test, che la regola dei sei accessi in contemporanea valga anche per i clienti non TIM. Così come Sky Online, per l’utilizzo su Web richiede Microsoft Silverlight. Non siamo riusciti a farlo funzionare su Chrome e su Safari, nessun problema con Internet Explorer, Microsoft Edge o con Firefox. A proposito della versione web del servizio, va inoltre detto che il sito di TIMvision è tutt’altro che intuitivo.

Così come nel caso di Sky Online, è presente un decoder (sia clienti TIM che non) compreso nell’abbonamento a TIMvision. Se però non volete pagarne il prezzo di acquisto, dovrete mantenere l’abbonamento per almeno due anni (recesso nel primo anno vi costerà 59€, nel secondo 39€). Sullo stesso decoder è anche possibile accedere a Netflix. Maggiori dettagli a riguardo a questo link. Di recente è stato introdotto anche il supporto a Chromecast.

Catalogo

Il catalogo di TIMvision offre circa 6.000 titoli tra film, serie TV e serie animate, e gli ultimi sette giorni dei principali canali RAI, di La7 e l’archivio di MTV (non da web però). Buona la scelta di serie TV, con show quali Black Sails, Flesh and Bone, Orphan Black, Vickings, Grey’s Anataomy, Agents of S.H.I.E.L.D., anche se per la maggior parte si tratta di serie vecchie o già terminate da tempo. Il catalogo cinema lascia un po’ perplessi: c’è sì un’ampia scelta di film, sicuramente più ricca di quella offerta ad esempio da Netflix, ma si ha l’impressione che molti titoli siano stati inclusi per fare massa più che per compiacere una certa fetta di utenza.

C’è anche un Videostore dove è possibile noleggiare contenuti nuovi (come ad esempio l’ultimo Mission Impossible) ai medesimi prezzi che si possono trovare su Infinity o su Play Movies, o anche acquistarli a prezzi piuttosto salati (13€ per un film in formato SD sono un’esagerazione). Sono inoltre presenti Replay TV e Web TV, uno con gli ultimi sette giorni giorni di programmazione dei canali precedentemente elencati, l’altro con una selezione di altri contenuti televisivi.

Visti gli accordi stretti con Netflix (si può pagare l’abbonamento a Netflix in bolletta Telecom), in un futuro ideale TIM potrebbe cedere i diritti a Netflix e chiudere i battenti. È però ancora troppo presto per fare previsioni in merito.

5.5

Considerazioni finali

Se fra i quattro servizi dovessimo decidere di bocciarne uno, la nostra scelta ricadrebbe senza dubbio proprio su TIMvision. La modalità di pagamento (solo carta di credito) e le condizioni per il recesso sono, a nostro avviso, tremende, senza considerare che come accennato in uno dei precedenti paragrafi, le modalità di utilizzo non sono per niente chiare. Se poi avrete la malaugurata idea di registrarvi via web, nel caso vogliate disdire l’abbonamento dovrete imbarcarvi in un’avventura che non auguriamo a nessuno. È un peccato, perché l’infrastruttura e gli spunti per un buon servizio ci sarebbero tutte.

Ci sentiamo di consigliarlo esclusivamente ai clienti TIM, che hanno l’enorme vantaggio (non offerto da nessun altro servizio) di non consumare traffico dati durante l’utilizzo di TIMvision, e anche a chi sfrutta TIM come operatore telefonico casalingo.

PRO CONTRO
  • È il più economico
  • I clienti TIM non consumano traffico dati
  • Replay TV e Web TV
  • Pagamento solo con carta di credito
  • Il recesso è degno di un servizio degli anni ’90
  • Non sono chiare le modalità di utilizzo (condivisione schermo, dispositivi associati, consumo dati, banda richiesta)

 

Netflix Logo

Tra i servizi di streaming on demand per l’Italia, Netflix è il più giovane. Nel Bel Paese ha infatti fatto il suo debutto poche settimane fa, il 22 ottobre per la precisione. In realtà la società esiste dal 1997 ed è dal 2008 che offre lo streaming on demand. Sin dai primi minuti di utilizzo si nota la maturità conseguita in questi sette anni di servizio, maturità che per certi versi gli altri servizi disponibili in Italia non dimostrano appieno per un motivo o per un altro.

Modalità di utilizzo

Abbonarsi è estremamente semplice: tutti i nuovi iscritti, una volta indicato un metodo di pagamento (Pay Pal o carta di credito/prepagata), avranno diritto ad un mese gratuito di prova con accesso completo al catalogo offerto da Netflix. Il servizio può essere utilizzato su quanti dispositivi compatibili si vuole (non c’è una registrazione del dispositivo come accade ad esempio su Sky Online) e, a seconda del piano scelto, può essere usato in contemporanea su più schermi. L’abbonamento può essere incluso nella bolletta Telecom.

Netflix può essere utilizzato da smartphone o tablet Android, da Android TV, da Windows (mobile non, grazie all’app universale), da iPhone, iPad o iPod touch, da Apple TV, da web, da Console e sulle Smart TV con l’app dedicata (se disponibile). È accessibile anche dal decoder TIMvision e non manca il supporto a Chromecast. Qui trovate la nostra prova su Android TV.

Le varie tipologie di abbonamento, elencate nella tabella posta nei paragrafi iniziali dell’articolo, cercano di accontentare tutte le fasce di utenza proponendo prezzi diversi a seconda della qualità video e della quantità di schermi su cui riprodurre contemporaneamente contenuti diversi, e hanno anche un’indicazione precisa di banda minima utile per il corretto funzionamento e la fruizione di contenuti in determinate risoluzioni.

La versione web, specialmente se utilizzata da Chrome, è anche più potente delle varie app per Smart TV, Box TV o dispositivi mobili: troviamo un ampio numero di estensioni, scorciatoie da tastiera, la possibilità di inserire sottotitoli personalizzati (come quelli realizzati da Italiansubs o Subsfactoy) e anche la possibilità di impostare manualmente video e audio bit-rate, cosa non concessa in nessuno degli altri servizi qui elencato. Maggiori dettagli li abbiamo raccolti in questo articolo.

L’unico problema che abbiamo avuto con Netflix riguarda l’utilizzo con Chromecast. Nessun problema, né per quanto riguarda la fluidità né per quanto riguarda la qualità video, ma talvolta si hanno problemi di ritardo della traccia audio o nella riproduzione dei sottotitoli.

Piccola nota aggiuntiva: l’app Android dedicata a Netflix è una delle poche, in relazione ai servizi di streaming on demand, che funziona a dovere anche su dispositivi con permessi di root e custom ROM.

Catalogo

Abbiamo parlato più volte del catalogo di Netflix. Negli Stati Uniti sono disponibili oltre 5000 contenuti, ma il catalogo italiano, per ovvie ragioni, è molto più indietro sia rispetto alla sua controparte statunitense, sia rispetto agli altri servizi finora elencati. La società sta lavorando alacremente per ampliare la propria scelta di contenuti per l’Italia lanciando in contemporanea le sue produzioni originali (come Marvel’s Jessica Jones, Master of None, The Ridiculous 6 e A Very Murray Christmas), producendo nuovi contenuti anche con autori italiani (Suburra) e acquistando diritti per film e serie TV italiane e non.

È innegabile che il vero punto di forza del servizio statunitense siano le serie TV: se siete particolarmente appassionati di serie, su Netflix non solo troverete pane per i vostri denti grazie a produzioni originali di incredibile qualità, ma avrete anche la possibilità di goderveli in lingua originale con sottotitoli più che discreti in italiano, inglese o anche in altre lingue.

Un po’ debole, anche se in continua crescita, la scelta di film. Se la sera, invece di due o tre puntate di una serie televisiva, preferite godervi un bel film, forse la vostra scelta potrebbe ricadere su Sky Online o su Infinity. In questo articolo abbiamo raccolto alcuni dei migliori contenuti presenti sul catalogo italiano, considerate però che ogni settimana ne vengono introdotti di nuovi (come su Sky Online e Infinity).

7.5

Considerazioni finali

Perché dovrei fare l’abbonamento a Netflix? Non ci sono né Breaking Bad né Game of Thrones.“: domande del genere erano all’ordine del giorno in occasione del lancio di Netflix in Italia. Tralasciando il fatto che Breaking Bad e Game of Thrones non sono al momento disponibili in nessuno dei cataloghi dei servizi qui esposti, Netflix deve essere visto più come uno strumento per scovare nuove serie TV (non esistono solo quelle “famose” come Breaking Bad), per godersi le produzioni originali Netflix e, perché no, per guardarsi di tanto in tanto qualche film. Non è poi escluso che in futuro arrivino anche serie più famose: a quanto pare già dal 16 febbraio sarà disponibile Better Call Saul e chissà che un giorno Netflix non acquisti i diritti per trasmettere anche Breaking Bad o altre serie non originali Netflix!

I prezzi proposti spingono inevitabilmente verso la condivisone dell’account, ma c’è anche da dire che 7,99€ al mese (nel caso non abbiate nessuno con cui condividerlo) sono un prezzo piuttosto onesto per vedersi serie televisive di qualità anche in Italia senza ricorrere alla pirateria.

Ci sentiamo quindi di consigliarlo a chi ci tiene particolarmente alla qualità video / audio dei contenuti, a chi ha intenzione di condividerlo con amici e parenti (con il piano da quattro schermi viene più o meno 3€ al mese a testa), e, come già accennato più volte, agli appassionati di serie TV.

Gli appassionati di cinema potrebbero invece rimanere particolarmente delusi dalla scelta (momentaneamente) offerta da Netflix.

PRO CONTRO
  • Produzioni originali
  • Override manuale video/audio bitrate
  • Supporto della community con estensioni per Chrome, App, sottotitoli personalizzati e tanto altro
  • Il catalogo cinema è meno vasto della concorrenza
  • Talvolta risulta problematico scovare nuovi contenuti da guardare
  • Causa dipendenza (vedi Binge Watching)

Conclusioni

Analizzando oggettivamente i quattro servizi di streaming on demand presenti in Italia si ha l’impressione che, in fin dei conti, nessuno di essi costituisca il compromesso perfetto per l’utente medio. Ognuno è infatti caratterizzato da una serie di difetti su cui, per una certa fascia di utenza, è difficile soprassedere: Netflix vanta ad esempio il miglior rapporto qualità-prezzo, ma non offre (al momento) un catalogo di film soddisfacente; Infinity offre un catalogo discreto, seppur fin troppo carico di contenuti “Made in Italy” e con politiche riguardanti i contenuti in Full HD un po’ troppo restrittive; Sky Online vanta un buon catalogo, ma contenuti solo ed esclusivamente in SD e riproduzione su un solo schermo; e per finire c’è TIMvision, con il pagamento solo tramite carta di credito e con una politica di recesso che proprio non riusciamo a mandare giù.

La situazione non può comunque che migliorare con il passare del tempo. Sempre più utenti saranno attirati da questo genere di servizi, vista la loro semplicità di utilizzo (almeno di alcuni) e la disponibilità di contenuti sicuramente più gradevoli di quelli disponibili in televisione e a basso prezzo. Nel frattempo, il consiglio che possiamo darvi, è quello di trovarvi un amico (o un gruppo di amici) o qualche familiare con cui condividere un account di Netflix ed uno di Infinity (in due persone verrebbe circa 10€ al mese ciascuno) in modo da avere accesso ad un ampio bacino di contenuti su di un’ampia scelta di dispositivi con la possibilità di scaricare in locale contenuti per la visione offline (concessa da Infinity e non da Netflix) e di godersi produzioni originali di qualità (presenti su Netflix e non su Infinity). Sky Online rimane però ad oggi il più bilanciato per il parco di contenuti.

Da non perdere

  • Larry Buttler

    Unblock American/UK Netflix in Italy https://goo.gl/v0hn3H

  • Davide

    sky ha veramente delle politiche pessime…e se le è trascinate dietro anche con sky online…
    sono anni che sono cliente sky, continuano a rimenarmela che “skygo è incluso nel tuo abbonamento”: beh, NON E’ VERO, visto che non ho dispositivi a loro graditi (causa esclusive commerciali con samsung&friends) mah!
    e che dire dell’ottimo esempio di grey’s anatomy? hai i diritti per la serie tv, hai l’ultima stagione….e cosa posso recuperare “non in diretta” (alias ‘ondemand’) ? 2 puntate, se VA BENE!

    • Pincha96

      Però ha il catalogo migliore. A dicembre arriva la nuova stagione di Fargo

      • Davide

        per quanto mi riguarda, questa è solo un’aggravante: hai i contenuti migliori, ma poi sei un cane a farli usufruire ai tuoi clienti…
        con tutto rispetto per i cani, ovviamente 😀

  • Pincha96

    Mi spiegate perché sky è l’unico oltre a Netflix che propone contenuti originali?

    • Con contenuti originali si intende contenuti prodotti direttamente dalla società per i loro servizi. Netflix produce serie TV/film/documentari da mandare in onda solo ed esclusivamente su Netflix, così come Sky.

      • Pincha96

        Bene in questo caso anche su Infinity ci sono contenuti originali Mediaset

        • Non so se tu ti riferisca a quelli prodotti da Medusa Film o a Fiction di vario genere prodotte da Mediaset, ma l’obiettivo della società non è quello di crearli per proporli su Mediaset Infinity. Vengono prodotti per altri scopi e successivamente messi a disposizione anche su Infinity.

          Sky produce serie TV e programmi televisivi che vengono immediatamente messi a disposizione su Sky Online, stesso dicasi per Netflix (anche se con politiche diverse).

          • Pincha96

            Sky fa la stessa cosa produce Gomorra/1992/X-Factor e le distribuisce sia tramite la piattaforma satellitare che quella online.

          • Forse sono ignorante io (o stai facendo un po’ troppo il puntiglioso te giusto per appellarsi a qualcosa). Mi fai qualche esempio di produzione Mediaset esclusiva di Infinity?

            Se si tratta di film italiani o fiction ammetto la mia ignoranza in materia e chiedo venia, ma si tratta comunque di contenuti completamente diversi da quelli di cui si parla nell’articolo 🙂

          • Pincha96

            Sentì i non me la sto tirando, ma mi sa che non ci stiamo capendo. Io con produzione originale intendo una serie/programma/film ideato da una società, la distribuzione viene dopo. HoC è una produzione originale Netflix indipendentemente da chi la diatribuisce. Quindi tra questi 4 servizi l’unico a non creare niente e TimVision che si limita a comprare diritti di trasmissione. Mentre gli altri tre uniscono contenuti propri e di terzi.

  • Nicolas Maffei

    Sto provando Netflix e lo uso con il miracast del mio tv, ed ho avuto anche io problemi con il ritardo della traccia audio e pensavo fosse la connessione, ma se avete avuto anche voi problemi con Chromecast magari è un problema del “casting” (non se se si dice cosi XD)

    • Ahah casting può andare bene 😀

      Il problema è dovuto quasi sicuramente a quello. Con Infinity per dire non mi è successo.

    • Luigi

      Lo uso regolarmente con chromecast che dire eccezionale

  • davide

    Mah per me vince Neflix a mani basse su tutto… Non avete parlato della qualità del servizio in termini di efficenza/buffering/lag.

    • Dipende ovviamente dalle tue esigenze 🙂

      Per quanto riguarda efficenza/buffering/lag non ne abbiamo parlato perché è difficile estrapolare dati concreti in merito (dipende dalla rete in cui li usi, abbiamo provato con una 7 mega e sotto fibra per dire, ma la stessa persona con lo stesso piano tariffario può andare a velocità sensibilmente diverse) e perché in sostanza non abbiamo avuto problemi di alcun genere, nel senso che quando avvii un contenuto in uno dei servizi parte praticamente subito.

      Però ripeto, dipende molto dalla rete con cui li utilizzi. Noi potremmo essere stati particolarmente fortunati, qualcuno con la 7 mega potrebbe invece avere discreti problemi.

      • a’ndre ‘ci

        con una 7Mb non ho problemi ne con Infinity (10 secondi di “Loading” e poi zero problemi durante la riproduzione), ne con netflix (anche lì 5+3/6 secondi nei vari caricamenti, poi va senza problemi)… FHD in entrambi i casi, qualità video nella media in entrambi i casi… gli altri non li ho provati xD

        • a’ndre ‘ci

          Nota: con le app integrate di una smarttv sony 2014

        • Rientri tra quelli fortunati 😀 se faccio uno speedtest sotto la mia 7 mega mi arriva a 6, anche 6,5, ma c’è a chi non gli arriva manco a 1 mbps 🙁

      • davide

        A parità di connessione la mia esperienza è che Netflix è nettamente più reattivo e non bufferizza praticamnete mai, anche la qualità del software (provate le app per console e per Android oltre che su PC) è visibilmente superiore. Non baratterei mai qualche film in più per la qualità decisamente inferiore del servizio sia da parte di Infinity che di Sky Online oltre che del prezzo maggiore. Dal mio punto di vista la superiorità tecnologica di Netflix è evidente e poco potranno fare per colmarla. Poi c’è da dire che dal mio punto di vista il catalogo è una figata gia adesso (figuriamoci in futuro) e questo effettivamernte dipende dai gusti.

        • Se tra quelli di cui ho parlato dovessi davvero eleggere un vincitore quello sarebbe Netflix. Però in un confronto del genere devo essere il più obiettivo possibile. Comunque se ti capita provalo Infinity, è migliorato tantissimo! Una combo Netflix + Infinity come ho suggerito alla fine può essere davvero conveniente 🙂

          • davide

            Ecco, è proprio quello che volevo sentire 😉
            Comunque Infinity ce l’ho ed è vero che è migliorato molto anche come contenuti, per ora sono in combo netflix-infinity ma quando finiranno le promozioni sarà Netflix a rimanere..

  • Carlone

    Tecnicamente Netflix è sicuramente la piattaforma migliore: pensate che vorrei usare Infinity ma non me lo lasciano fare!
    Mi ero registrato tramite Vodafone, ho poi chiesto di cambiare metodo di pagamento e mi hanno detto che non era possibile, dovevo chiudere l’account e riaprirlo. Ho chiuso l’account e ora non me lo fanno riaprire utilizzando la stessa mail. Per principio non farò un nuovo indirizzo apposta per infinity…
    Ma vi sembra possibile???

    • Purtroppo quando si tratta di servizi italiani è la norma…se hai letto la nostra avventura con TIMvision capisci qual è la situazione attuale nella gestione di questo tipo di servizi 🙁

  • Mi trovo assolutamente d’accordo con opinioni, voti, pregi e difetti dei vari servizi.. li ho tutti anche io e avete rappresentato al meglio l’esperienza utente e il servizio offerto 🙂

  • ci vorrebbe il catalogo di Sky Online Cinema + Sky Online Intrattenimento, con la possibilità di salvare offline i contenuti come Infinity e con lo streaming simultaneo e la qualità tecnica di Netflix, il tutto al prezzo di Infinity

  • Dess

    Mah io sto provando infinity gratis e devo dire che è una delusione totale. Catalogo imbarazzante per quanto mi riguarda, sui telefoni rootati non c’è modo poi di usarlo (anche unroottando) e l’esclusiva di the big bang theory… ne vogliamo parlare? Tanta pubblicità e poi gli mancano pure gli episodi, e non dico gli ultimi della nona che non sono usciti ma parlo dei primi 2! Assurdo.

    • Parli dei primi della nona? Si hanno un contratto a tempo.. ogni tot tolgono uno dell’ultima stagione.. io per fortuna ho fatto in tempo, però con gli episodi successivi dovresti essere in tempo 🙂

  • Nix87

    Io li ho provati quasi tutti tranne infinity, che dire vince Netflix a mani basse…Sky On line costa troppo, non offre app per tutte le smart tv e non ce l’app per android, contenuti sd, anche con una 50mega ho notato disconessioni casuali, più di una durante la visione di un contenuto! Senza contare poi l’interfaccia web confusionaria!! Tim vision poche serie Tv, app per smart tv confusionaria! Per il resto va bene…Netflix invece soffre per ora di un catalogo con pochi film recenti, le serie Tv invece ce ne sono di molto belle!

  • Manuela

    io uso infinitytv da qualche mese, e mi ero anche iscritta per provare netflix.
    posso dire che infinity sta migliorando e ingrossando velocemente il catalogo, da quando c’è netflix. è facile togliere il rinnovo automatico ed ogni volta che l’ho fatto mi hanno regalato un mese gratis, ergo lo sto usando sempre gratis. in più adesso puoi invitare amici e danno 2 mesi gratis a loro e a me (per me vale al massimo x 6 amici, ma corrisponde ad un anno gratis!). Lo uso su macbook collegato ad un proiettore, e volevo segnalare che anche Infinity usa Silverlight.
    Invece non ho potuto usare Netflix, dal quale mi sono tolta subito. In sostanza, non funziona su tutti i dispositivi, ma probabilmente solo in quelli nuovi che hanno un sistema (non ricordo il nome) antipirateria. In pratica, quando collego il mio proiettore, Netflix interrompe la visione. Per cui non posso usarlo. Prima di iscrivervi e pagare quindi, vi suggerisco di provarlo su tutti i dispositivi in cui intendete usarlo.
    Su Infinity ho visto tutta la serie di Merlin e ora The Big Bang Theory, e c’è in lingua originale e sottotitoli in inglese e ita. Non sono male.
    Per gli appassionati di Mihazaki faccio presente che hanno inserito quasi tutti i suoi cartoni, e ci sono anche il lingua giapponese.
    A proposito dell’iscrizione: come metodo di pagamento va inserita una carta.anche se si mette paypal, questa deve essere collegata ad una carta e ovviamente non già in uso con un altro account.

    • Aggiungo che si trovano un sacco di codici sconto per Infinity.. io praticamente è un anno che lo uso gratis.. e negli ultimi mesi stanno notevolmente migliorando il catalogo disponibile!

    • Infinity usa Silverlight solo per Cinema Live! Di solito lo uso su Chrome da OS X senza Silverlight 😉

      • Manuela

        su macbook mi ha fatto forzatamente installare silverlight per film,non solo per cinema live. e lo uso solo su macbook 😉 p.s. su safari. ma mi sembra che anche su mozilla me lo ha richiesto… p.p.s. non so xchè all’inizio dà problemi per il login, su safari. sul mio mac ho risolto,ma non ricordo come; su quello di mia madre non ci sono riuscita e alla fine ho installato mozilla.
        funziona anche su chrome (provato da pc) e forse lì non mi ha fatto installare silverlight. quindi forse su chrome silverlight non serve!

        • Ci sta che su chrome usi HTML5 perché il supporto a Chrome è stato introdotto da poco! 🙂

  • PinciDarko

    Ho provato tutti questi servizi tranne TIM Vision e posso dire (tralasciando i cataloghi) che quello che funziona meglio per chi ha una connessione non proprio stabile e celere è sicuramente Netflix, dove non ho alcun tipo di problema nella visione dei contenuti, riesco a vederli anche in HD. Al contrario Infinity e Sky Online non sono riusciti a soddisfarmi nello streaming, che spesso si interrompeva rendendoli praticamente inservibili. Ribadisco di avere una connessione internet piuttosto scadente. Un consiglio: se non volete essere contattati dal servizio clienti di Sky (che utilizzerà i dati inseriti per il servizio di prova per inondarvi di offerte) meglio provare altri servizi.

  • Massimiliano Iotti

    Io guardo Netflix con il catalogo americano (tramite VPN) e ho contemporaneamente il servizio migliore e il catalogo migliore

    • Gigi

      quale vpn usi? volevo farlo anche io ma ce ne sono mille

      • Massimiliano Iotti

        io uso cyberghost nella versione gratis. Le uniche limitazioni sono due: devi aspettare 1 minuto o 2 per collegarti e dopo 3 ore ti scollega dal server. Se ti danno fastidio c’è la versione full a 24,95 euro che non ha quelle limitazioni.

  • gerry

    Io sto usando contemporaneamente netflix, infinity e skyonline. Il peggiore in assoluto è skyon line, la uso su xbox360, prima di riuscire a vedere qualcosa passano almeno 5 minuti, lento a caricare e molto spesso mo butta fuori, sia nelle serie tv che le partite, ho già disdetto tutto, secondo classificato infinity, qualità buona ma app pessima, io che la controllo dallo smartphone devo tutte le volte riaprirla perchè si inchioda. Primo posto netflix, qualità eccelsa, mai un rallentamento, app superba e mi ricorda il punto esatto in cui ho interrotto il giorno prima, cosa che non accade con gli altri 2. Credo che terrò solo netflix, e vabbhè pure infinity perchè è 6 mesi che vado a scrocco, quando disdici ti arriva l’offerta di 1 euro 3 mesi di visione quindi sto andando avanti così. Mai più skyonline.

    • Michele Pattaro

      Netflix ha sorpreso anche me,sia per qualità dell’app,che per la gestione dello streming,impeccabile,nonostante la mia linea adsl sia molto altalenante, ultimamente.
      Và dai 6,8 Mbit di notte,ai 3 scarsi di giorno,ma Netflix non cede,e con la mia Chromecast,é un’accoppiata vincente.

      • Visto che ne parlavamo anche sotto, Netflix + Chromecast ogni tanto ti dà dei problemi di ritardo audio?

        • Michele Pattaro

          Nel mio caso mai avuti,ne con la vecchia Chromecast,né con questa 2015 che uso ora.

    • Andrea Paolino

      da quello che ho sentito e letto, l’app di sky online per console è il peggio del peggio. da smart tv va un po’ meglio, ma è comunque frequente essere sbattuti fuori, da pc funzia bene e senza problemi…. secondo me quelli di sky stanno facendo un errore mostruoso a non prestare attenzione alla parte tecnica, fregandosene completamente per la presunzione che i contenuti siano sufficienti a tenere il cliente. tantissime persone faranno come te che a furia di avere problemi tecnici con sky online e invece linea perfetta con netflix molleranno completamente sky online per non tornare mai più indietro. (avendo preso tutto il campionato dell’inter io sky online me lo tengo, ma giuro che a volte vorrei ammazzarli per la loro stupidità)

      • Nuanda

        Sky non si accorge che sta giocando con il fuoco, conosco molte persone me compreso che hanno disdetto il servizio via satellite con l’arrivo di Netflix…

  • Drill

    Dei 4 sceglierei sicuramente netflix, ma sky (con parabola) al momento non ha rivali sotto il profilo dei contenuti.

    • Michele Pattaro

      Purtroppo non ha rivali anche come prezzo…azz…
      Sky é carissimo.

      • Drill

        Se lo può permettere visto che non ha concorrenza.

        • Michele Pattaro

          Oddio…ora ce l’ha…

        • Nuanda

          sinceramente almeno che non ti interessi il calcio la concorrenza ormai ce l’ha e come, con un po di furbizia a 4 euro al mese ti vedi sia Netflix che Infinity che unite hanno un catalogo che Sky se lo sogna, ultimamente su Infinity stanno mettendo anche film recenti che era l’unico vero difetto di quella piattaforma…

  • gil

    A me che interessano i film e qualche serie tv tra cui tbbt direi che Infinity è decisamente il migliore, dopo averli provati tutti e tre. Netflix e Infinity più o meno si equivalgono come fruibilità su smart tv. Netflix sarebbe perfetto se avesse qualche film decente. Sky online invece lo posso utilizzare solo sul pc e la qualità è pessima. Forse rinnoverò Infinity

    • Pincha96

      Se ti piace tbbt dovresti vedere the IT crowd da molti definito il tbbt inglese

      • Andrea Paolino

        adoro tbbt, e ho provato a vedere it crowd…………………………………….. (i gusti sono gusti, ovviamente), ma secondo me nemmeno mtv trasmetterebbe quella roba….

  • magicblack

    Sky Online e TIMVision sono la rappresentazione più chiara di molti servizi italiani che sono nati con l’unico scopo di prendere per i fondelli l’utente e spillargli soldi inutilmente, offrendo poco e nulla. Su TIMVision è inutile che dico perché, penso che la questione del recesso e dei contenuti così-così parlino da soli. Sky Online è un’altra vergogna in quanto nel 2015 (quasi 2016) si permette di offrire contenuti SD alla modica cifra di 20 euro e per di più puoi fruire di questi contenuti solo da un dispositivo alla volta. Può avere anche tutte le Serie TV e film del mondo, rimane un servizio pessimo e una vera presa per i fondelli per una famiglia che spende 20 eurini per questo schifo. Infinity e Netflix, secondo me, sono gli unici due servizi dignitosi. Anche se Netflix secondo me stravince per la qualità e quantità delle Serie TV, per la versatilità e per il funzionamento dello streaming che è senza eguali.

    Ottima comparativa comunque, non sono molto d’accordo sui voti, sarei stato più severo con Sky Online e TIMVision, ma mi ritrovo con tutte le considerazioni fatte. Non tanto d’accordo sul catalogo dei film di Infinity che non mi è parso tanto meglio di quello Netflix: su entrambi si trovano centinaia di porcate e si salva ben poco. Almeno Netflix ha qualcosa di decente, che però è vecchio (La saga de “Ritorno al futuro”, La trilogia del dollaro, Forrest Gump, Intelligenza artificiale). Se poi ci aggiungiamo un servizio ottimo per chi vuole seguire le Serie TV (in lingua originale) con dei sottotitoli di buona qualità…

    • Andrea Paolino

      boh… pressochè in disaccordo su tutto… l’unica cosa importantissima che riconosco a netflix è l’accesso simultaneo, il prezzo e la stabilità perfetta dell’app per la smart tv (che invece è il difetto più mostruoso di sky online). per il catalogo però, e mi riferisco proprio alle serie tv, secondo me nessun ott è forte quanto sky online. (che in più ha il calcio e mi sono fatto tutto il campionato della mia squadra a 99 euro, che è tanto ma non tantissimo)

      Ovvio che Sky Online si può permettere di avere le serie più recenti solo perchè le mette on demand dopo la trasmissione su fox ecc… (e quindi con la scomodità di non avere tutti gli episodi caricati in una botta sola), ma secondo me ne vale la pena.

      sempre per il catalogo di netflix: sarò un caso limite perchè guardo solo serie tv e solo sugli ott –> ne consumo molte e molto in fretta, ma ho già esaurito le serie che mi piacciono su netflix! (ne avrò viste 6 e altrettante le avevo già viste su sky online, tra l’altro con stagioni più recenti)… fino a che non caricano cose nuove potrei anche disdirlo.

      Infinity lo sto usando adesso per TBBT e per una serie che ho scoperto ieri, ma per il resto non mi piace quasi per nulla (… con tutto il rispetto, ma vedere Siska caricato come un titolone mi fa accapponare la pelle, ci manca solo che mettano l’ispettore derrick….) e sinceramente sulla mia smart tv samsung Infinity è quello che mi pare a risoluzione peggiore di tutti gli altri (di molto anche).

      • magicblack

        Daredevil, Jessica Jones, Sense8, Narcos, Orange is the New Black, Sherlock, Black Mirror, How I met your mother, Dexter, Doctor Who, Dottor House, Misfits, The Americans, Luther, Peaky Blinders sono TUTTE serie apprezzate dalla critica e/o dal pubblico. E converrai con me che non sono affatto poche. Sky avrà pure qualche esclusiva e la diretta delle serie è sicuramente un suo punto a favore. Ma nel 2015 (quasi 2016) vedere un contenuto in SD, su qualsiasi macchina, mi sembra una presa per i fondelli colossale. Poi se vi sta bene vedere contenuti in 480p non so che dirvi, contenti voi 🙂 L’unico dispositivo sul quale puoi riprodurre il contenuto è la chicca finale. In pratica nella mia famiglia composta da 3 persone (ripeto: tre) non potremmo guardare Sky Online in 2 in contemporanea, cosa che capita spessissimo adesso con Netflix.

        • Andrea Paolino

          non ho detto infatti che non ne ha, ma che tra cose già viste e cmq il fatto che vedo solo serie tv e solo on demand, ho pressochè finito tutte quelle che mi potevano interessare (di quelle che hai citato 5 sono già passate in tv anche in chiaro oppure erano già presenti su sky online / infinity, jessica jones l’hanno pompata manco fosse la più bella serie del mondo mentre l’ho trovata carina.)

          Altre serie che non hai citato per esempio sono pure più belle (secondo me ovviamente): Marco Polo (veramente bella), Between, Continuum, suits (che però è indietro anche alla tv), Sons of anarchy (anche questa mancante di una stagione rispetto a Sky Online) ecc…

          rispetto alle altre cose: personalmente trovo l’sd di sky Online (da smart tv full hd con fibra 100 di fastweb) molto superiore a infinity e pressochè alla pari con netflix. ovvio che di sky online non sto considerando lo streaming dei canali in diretta o peggio ancora delle partite che invece è “scarso”

          • magicblack

            – 5 sono passate in chiaro: ok, ma io nonl e ho viste. Anzi, le ho viste e voglio rivederle. Come faccio? Ah già, c’è Netflix. Che poi passate in chiaro…con la programmazione di Italia 1? Quella che ti manda in onda prima la 7 stagione e poi la 6, per poi interrompere e ributtarti la 1 stagione dal nulla. Quello non è guardare una serie tv.

            – SD di Sky Online: Ovviamente non l’ho provato però rimane pur sempre SD e per quanto buono sia, la definizione è ridicola per l’era in cui viviamo. Ho provato invece il 720p di Netflix (su PC) e il 1080p (su Nexus Player) ed è davvero ottimo, soprattutto il 1080p. E non credo assolutamente che esista un SD pari a quel 1080p, ma neanche nei sogni.

  • Valery Zimmermann

    Unblock American Netflix in Italy https://goo.gl/EcYmXW

  • Matteo Asuni

    ho un account netflix premium (4 device+4k) assieme a mio fratello e i suoi due coinquilini

  • Josèls

    Ci voleva un articolo del genere,bravi!
    Comunque leggendolo si capisce che chi lo ha scritto,secondo me,un po’ malato di serie tv lo è 😀

    • Nego tutto 😀

      Ne starò guardando solo una decina, che vuoi che sia 😛

      • Josèls

        Ecco ahahaha ti capisco fratello 😉

  • Luca Berlinghieri

    Sarebbe stato interessante anche avere una comparativa sulla qualità video e sulle tracce audio (stereo, 5.1, etc) dei vari servizi.

  • Nuanda

    Comunque Breaking Bad è disponibile su Infinity e Games of Throne è disponi ile su Sky Online….

    • Comunque Breaking Bad non è disponibile su Infinity e Game of Thrones non è disponibile su Sky Online finché non andrà in onda ad aprile 😀 non le scrivo a caso le cose.

      • Nuanda

        ho sbagliato ti chiedo scusa, Breacking Bad era su Infinity fino a poco tempo fa ma l’hanno tolta, invece su SkyOnline non ci sono le puntate vecchie di Games Of Throne…..

        • Il che non ha senso (per quanto riguarda Sky Online) visto che dovrebbero essere gli unici ad avere i diritti, potrebbero benissimo tenerlo in catalogo.

          Breaking Bad ci sta che entro breve sbarchi su Netflix 😀 se i diritti sono vacanti staranno sicuramente facendo a pugni per accaparrarseli!

  • Nuanda

    Io ho fatto così, Infinity e Netflix diviso con altre persone, in totale pago 4euro al mese, più in futuro metterò SkyOnline quando faranno eventi che mi interesseranno, alla fine ho un po tutto con prezzi modici…

    • Zorromarley

      in quanti vedete infinity contemporaneamente?

  • Nuanda

    secondo me l’unica che sta sfruttando in positivo l’effetto mediatico di Netflix è Infinity che sta migliorano notevolmente di giorno in giorno, l’unico problema rimane l’app che almeno su Android è ancora troppo instabile, ma a contenuti si sta bilanciando molto, ora offre film più recenti e chicche come la raccolta dei lungometraggi dello studio Ghibli…

  • Zorromarley

    Ciao, ho letto sul sito di infinity “5 dispositivi, 2 in contemporanea” mentre qui leggo 5 dispositivi contemporaneamente! Chi ha ragione? Qualcuno ha provato? Grazie

    • Ho riprovato anche ora per sicurezza, qui stiamo usando Infinity su quattro dispositivi diversi con quattro contenuti diversi 🙂

      • Zorromarley

        meglio così 😉 si vede che non hanno aggiornato sul sito 😉

  • vicioman

    Mah, solo io su infinity e Sky online quando vedevo un bel film e cliccavo per la visione mi chiedeva di PAGARE un Extra per il noleggio? Su Netflix semplice: paghi abbonamento e GUARDI, stop.
    A me sembra che l’articolo sia stato un po’ sproporzionato nei voti, un po’ più di coraggio contro mediaset e Sky sarebbe stato più onesto.

    • Eri nella sezione sbagliata, perché i contenuti a noleggio su Infinity sono nella sezione apposita (magari sulla home ma quella mischia le categorie) e su Sky Online probabilmente non avevi pacchetto cinema abilitato (il mese gratis di prova è solo Intrattenimento).

      Se proprio vogliamo guardare i voti, nessuno ha pensato che è un gran bel traguardo per Netflix meritarsi dopo solo sue mesi di attività lo stesso voto di un servizio che è attivo da 2 anni in Italia? Guardatela sotto questo punto di vista e rivalutate i voti finali assegnati 😉

      • vicioman

        Ok per Sky online, dove comunque ricordavo che nonostante ticket cinema attivo alcuni titoli nuovi erano da pagare… ma infinity? Mi attiri con i titoloni nel catalogo e poi mi fai pagare il noleggio dopo avermi ingolosito? Il merito di Netflix è la chiarezza e libertà, hai pagato il tanto prefissato e hai tutto a disposizione.
        La tendenza invece italiana del “ti faccio pagare qualsiasi cosa a priori” negli altri servizi é lampante. Sono pensati (o meglio, erano, prima di Netflix!) antipasti per il servizio vero (Sky e Premium) ed è chiaro che se fossero veramente competitivi farebbero competizione anche a loro stessi… Troppa confusione per i clienti che ci penserebbero più volte prima di attivare un abbonamento, per questo mi sono sempre sembrati servizi “addormentati”. Merito di Netflix appunto quello in due mesi di aver fatto meglio di altri in due anni ad un prezzo fisso, per questo penso che i voti siano un po’ appiattiti e di aver portato la concorrenza, questa grande disgraziata, in Italia.
        Se sbaglio qualcosa ricordando le modalità dei servizi Sky online e infinity dimmelo perché sono interessato dal tuo articolo.

        • Per quanto riguarda Sky Online ho ricontrollato anche ora, i film presenti dovrebbero essere compresi tutti, nessuno escluso (anche se per un periodo limitato di tempo, poi li rimuovono) nel ticket Cinema.

          Per quanto riguarda Infinity posso anche darti ragione, nella home del servizio tendono ad attirarti mostrando anche film a noleggio. Se non altro ora hanno attivato Infinity Premiere e uno dei film tra quelli più recenti lo danno gratis, uno diverso ogni settimana.

          Anche l’arrivo di Infinity Premiere è praticamente lampante che si tratti di una mossa per contrastare Netflix, dagli un altro po’ di tempo e Netflix si costruirà un catalogo invidiabile 🙂

          Come ho scritto ad un altro utente nei commenti più in basso, se dovevo dare un giudizio soggettivo avrei fatto vincere senza dubbio Netflix (è quello che uso di più), ma considerato che devo dare voti oggettivi e tenere di conto delle esigenze di tutti (e non solo delle mie) al momento Infinity e Netflix, per tutta una serie di ragioni, si meritano lo stesso voto!

          • vicioman

            Grazie per la risposta!

          • Figurati, siamo qui apposta 😉

  • Fabius Buzzi

    Mi sembra che tutti siano preoccupati o comunque stiano attenti alla velocità della connessione, dimenticando che nella maggior parte dei casi NON è questo il limite di qualità.
    Il limite è dato dal numero e potenza dei server messi a disposizione dal servizio.

    Si parla di video on demand, quindi ogni singolo abbonato deve ricevere il suo flusso video: se ci sono 10 000 abbonati che ususfruiscono del servizio, i server devono gestire 10 000 flussi diversi (anche se guardano tutti lo stesso programma ma con diversa tempistica).
    Se non sono abbastanza potenti, rallenteranno i flussi, trasmettendo i dati avelocità molto inferiori a quanto consentito dalla linea.
    Se il server è lento e sovraccarico, anche se ho il collegamento in fibra ottica il mio film arriverà con qualità modesta.
    Ovvio che più veloci della capcità della linea non si può , ma se i servere sono pochi e poco potenti si trasmetterà molto ma molto più lentameante.
    Questi servizi devono investire sì nei contenuti, ma tantissimo nei server per dare una buona qualità.

    Questo spiega anche come ci sia una differenza fondamentale tra i servizi on-demand e quelli in broadcast: faccio l’esempio di Eurosport Player, eccellente ed economico modo per seguire lo sport (calcio è un’altra cosa).
    Se seguo Eorosport Player su un PC, ho un video on-demand con i suoi vantaggi (posso mettere in pausa, posso vedere fino a tre ore prima della diretta) ed i suoi difetti, qualità non eccelsa, blocchi ed interruzioni dovuti alla limitata possibilità dei server.
    Se la stessa cosa la guardo su smart TV non sono più on-demand, ho un flusso video fisso ed uguale per tutti (quindi no pause no time lapse) ma di qualità ottima.

  • Andrea

    Io ero intenzionato a provare Netflix come primo provider, ma mi sono fermato perchè su SmartTV senza app è impossibile usare netflix senza decoder o altri dispositivi… e la signorina al call center mi dice che sul browser web della SmartTV non si può accedere a netflix come dal browser del computer perchè bloccato…”forse per incentivare a comprare nuovi televisori”…ma mi sta prendendo per i fondelli??? io e mio suocero abbiamo delle ultimissime LG da 55″ ultra HD da 1.800€ la mia a maggio e 3.000€ la sua ad Agosto e l’app di netflx non esiste…e dovremmo cambiare tv? le sembrano vecchie??? che robe, ma mi confermate che può non esserci l’app in tutte le TV di ultima generazione??? che aspettano???
    MI sa che proverò infinity a sto punto, anche se sono cliente Telecom, la vostra recensione mi ha scoraggiato per TIM vision, non voglio legarmi con contratti blindati!!!

    • Gigi

      Forse vi conveniva acquistare una TV con Android, è il futuro.
      Io personalmente, ora come ora, non investirei mai dei soldi su TV con sistema operativo proprietario (Samsung o LG), proprio per evitare problemi come questi.
      Ora però, che per quanto ti riguarda il danno è già stato fatto, posso consigliarti di risolvere acquistando una semplice Chromecast. 35 Euro e sei a posto 🙂

      • Andrea

        Ma sinceramente non ho visto in giro i pregi di una tv Android ancora, e ho Android dal 2011 nei telefoni non sono uno sprovveduto… Ad ogni modo non copro un Chromecast con 2 tutte tv smart in casa. Rettifico poi, l’ LG di mio suocero ha netflix, la piccola Samsung della cucina pure, solo la mia LG non ce l’ha, ho cmq una Xbox 360 collegata quindi non avrei bisogno di un Chromecast. Ma per principio non voglio dispositivi, voglio una app diretta per minimizzare i buffer. Farò a meno e farò infinity che costa pure meno!

    • droalex

      Sei sicuro che non abbiano inserito la app? Io contattai la LG su Facebook appena partito Netflix (e dopo aver trovato la app sul dec di Timvision). Mi risposero che per il mio televisore (47LA690S, che dovrebbe essere un modello più vecchio di quelli da te citati) avrei dovuto aspettare fine novembre. In realtà è comparsa intorno a metà novembre tra le app del gruppo “LG Premium” (dove ci sono anche Timvision, Youtube, Skype, Spotify). Non so se hanno cambiato il software, in caso sia lo stesso prova ad entrare nel grupo “Premium” e vedi se trovi la app. Oppure prova a cercare aggiornamenti per il televisore tra le impostazioni…

      • Andrea

        Macché ho guardato tutto ieri e non c’è proprio. Cmq abbiamo iniziato il mese di prova di Netflix e usiamo l’ Xbox 360 come dispositivo e va a meraviglia! Qualità ottima in HD, veloce, non si blocca mai. Se arriverà sta app bene, altrimenti amen. La cosa che mi ha fatto incavolare è che nemmeno il cast da smatphone funziona con la nostra LG 55UF8507! Ma perché LG ha blindato così sta tv??? Che nervoso… Cmq finalmente useremo la Xbox per qualcosa, se no stava a fare la polvere!

    • Giova

      io ho aggiornato il sistema operativo di LG Smart tv con smartworld previsto da LG, e l’applicazione Netflix va alla grande! bisogna aggiornare nel nenù della smart tv alla sezione web..

    • F0rtunat0

      Prerdi un chromecast a 39euri, si aggancia alla presa hdmi del televisore e trasmetti il video al televisore direttamente dal player delle app di infinity o netflix.

      https://www.google.com/intl/it_it/chromecast/buy-tv/

      Infinity è ottimo per i film, netflix per le serie.

    • Coddinci

      Aggiorna la smart tv

  • Srnicek

    Comunque Netflix è fruibile anche dai dispositivi Windows Phone mediante l’app ufficiale (universal, c’è anche per pc).
    In mobilità, io ho visionato un episodio di Dr. House (40 minuti circa) sotto 3G con l’app Netflix per Android ed ho consumato 240 MB.

    • In quanto al consumo dati tornerebbe, considerato che in qualità minima dovrebbe consumare circa 0,3 GB/h!

      Nella tabella in alto è specificato che Netflix è compatibile anche con Windows Phone 😉

      • Srnicek

        Sì per il consumo era una conferma infatti, per il discorso WP invece se vai a leggere la parte dell’articolo relativa a Netflix non viene neanche nominato.

        • Hai ragione, l’ho omesso ma era una svista (visto che appunto nella tabella lo avevo specificato). L’ho appena aggiunto!

          • Srnicek

            Ops non mi ero accorto fossi l’autore! La mia voleva essere solo una precisazione, visto che per la maggior parte delle persone “WP non ha le app” volevo specificare che almeno Netflix c’è. Per il resto ottima comparativa, molto dettagliata. 🙂

          • Hai fatto bene a precisare, almeno l’ho aggiunto 🙂

            Grazie, mi fa piacere, spero sia utile a più utenti possibile!

  • Cuno Qual

    Qualcuno ha un fix per Netflix su CyanogenMod 12.1? Non riesco proprio a farlo funzionare!

  • F0rtunat0

    Ottima recensione, infinity è decisamente migliore sui film ora che c’è infinity premiere incluso nell’abbonamento.
    Aggiungerei un punto alla recensione, la user experience con l’app, su questo punto netflix è imbattibile.

  • De Las Lajas Caupo

    ho provato infinity ed va lentissimo lo streaming, i film si fermano ogni 2 minuti per caricarsi 🙁
    navigo con fastweb, ho provato a cambiare i dns ma niente,

  • Olivia Bradberry

    Ciao amici. Mi piace guardare i film. Guardare film gratis sul video in streaming immagine http://www.filmstreaming.zone/ Qualità del sito web. Mi piace guardare i film interessanti,