Su Netflix ci sono i sottotitoli in Comic Sans, ma non sembrano funzionare bene (per fortuna?)

Nicola Ligas -

Nelle opzioni dei sottotitoli di Netflix è presente un font del quale non ci eravamo accorti: casual. Questo nome non vi dirà nulla, ma il suo aspetto è assai più familiare di quanto non suggerisca il nome.

comic-sans-netflix

Si tratta infatti del famigerato Comic Sans, uno dei caratteri più amati/odiati di sempre, che potrete quindi utilizzare per i sottotitoli di Netflix su tutti i vostri dispositivi. Peccato che non sembri funzionare a dovere. Attivando infatti il font Casual, questo è l’effetto che abbiamo ottenuto.

Come vedete i due caratteri non corrispondono, anche se comunque si tratta di una novità rispetto al passato. Difficile dire quale dei due sia il carattere giusto, ovvero se l’anteprima del Casual sia in Comic Sans per errore, o viceversa se lo siano i sottotitoli che vengono mostrati durante la riproduzione dei contenuti.

The Next Web, che ha segnalato questa nuova funzione, non rileva però alcuna anomalia, quindi ci può stare che sia un problema nostro. A voi funziona?

Aggiornato : abbiamo effettuato una prova su Chrome (da macOS) impostando i sottotitoli con stile Casual ed effettivamente il carattere utilizzato è Comic Sans.

  • Mauro_a_ahhh_96

    Il font delle ricerche alle medie con word 2003

  • Matteo Bottin

    Pure lo streaming di Netflix odia il comic sans e non si piega ad esso 😛

  • Simoubuntu

    La vostra prova l’avete fatta su un Mac? Sul Mac Comic sans è preinstallato? Perché potrebbe essere che in assenza del font richiesto dalla pagina web il browser lo sostituisca con uno “simile”, e fortunatamente di brutti come il comic sans non ce n’è 😂

    • Windows, sorry

      • Simoubuntu

        M’è andata male 😉

        • se provate anche voi mi fate un favore così ho una casistica più ampia

          • Simoubuntu

            Ho provato con Edge, Firefox e l’app di Netflix per Windows 10 e usa sempre il font del tuo screen.
            È successo proprio il contrario di quello che dicevo nel primo commento 🙂