netflix final

Se non riuscite a staccarvi da Netflix potete incolpare la sua IA

Cosimo Alfredo Pina -

Come fa Netflix a riuscire a predire quello che l’utente ha intenzione di guardare e metterlo subito a portata? Potrà sembrare una cosa banale ma non è affatto così scontata. Magari lo spettatore ha uno show lasciato a metà ma nel frattempo è uscita una nuova serie che si abbina perfettamente ai suoi gusti. Cosa mettere in evidenza in home page?

Netflix vi spiega con un dettagliatissimo post sul suo blog tecnico come decide cosa mettere nella prima riga, ovvero se proporvi nuovi contenuti (discovery mode) o se aiutarvi nel binge watching (continuation mode). La cosa è più complicata di quanto possa sembrare.

LEGGI ANCHE: I film originali Netflix sempre più vicini alle proiezioni sul grande schermo

Agli inizi gli show venivano proposti in base a criteri piuttosto semplici, come la data dell’ultima visione, ma adesso per il continuation mode vengono considerati molto più fattori, come anche giorno ed ora a cui l’app o il sito viene aperto, dati in pasto ad un algoritmo di machine learning, praticamente un’IA, che stando a quanto dichiarano i tecnici Netflix è decisamente più preciso.

Una volta valutati i criteri per gli show già visti, questi vengono affiancati ad altri indici, come ad esempio da quanto l’utente è iscritto, per eventualmente proporre il discovery mode e quindi nuovi show o film.

Comunque questo aggiornamento del sistema è solo un passo verso l’obiettivo finale ovvero “quello di sapere esattamente lo show perfetto per un certo utente ed iniziarne la riproduzione all’apertura di Netflix”. Insomma, addio produttività.

Fonte: Netflix