netflix_980x571

Netflix in Italia anche con contenuti in lingua originale

Nicola Ligas -

Emergono nuovi ed importanti dettagli sul funzionamento di Netflix in Italia, che a quanto pare ha intenzione di giocare le sue carte al massimo delle proprie possibilità, quando sbarcherà nel Bel Paese il prossimo ottobre.

Contrariamente a quanto si pensava infatti, ci saranno anche le serie Netflix attualmente trasmesse da Sky e Mediaset (tra cui House of Cards e Orange Is The New Black), Le serie di Netflix attualmente in licenza a Sky e Mediaset continueranno a rimanerlo fino alla prima “stagione libera” (ad esempio: se Netflix avesse già dato in licenza la IV stagione di House of Cards, la serie potrebbe tornare su Netflix solo a partire dalla V), a meno che Sky e Mediaset non decidano di rinunciare anzitempo, trasmettendo ad esempio tutti gli episodi rimasti in una volta sola (ma non si vedono motivi per cui dovrebbero farlo, e difficilmente sarà Netflix a spingere perché ciò accada).

I dirigenti Netflix affermano comunque che il catalogo italiano sarà composto per un 80% da titoli statunitensi e per un 20 per cento da titoli italiani “di respiro internazionale”. Tale catalogo dovrebbe logicamente crescere col passare dei mesi, anche in base al feedback degli utenti: Netflix punta al raddoppio entro il primo anno, e non possiamo che esserne lieti.

Tutti i contenuti saranno disponibili in lingua originale, con la possibilità di cambiare traccia audio e/o abilitare i sottotitoli in italiano ed altre lingue; altra novità gradita, e non prevista inizialmente.

Netflix non avrebbe però stretto alcun accordo particolare con Telecom, come si vociferava nei mesi passati, né con altri provider. Prima del lancio vero e proprio, Netflix fornirà agli ISP il suo intero catalogo, in modo da rendere tutto pronto e fluido (si spera) al debutto.

Sembra però che l’azienda debba ancora finalizzare il prezzo dei propri servizi, che finora si pensava sarebbe partito da 7,99€ al mese per lo streaming in SD, in linea con Francia e Germania. Ci auguriamo quindi che in Italia non arrivino sgraditi balzelli, tanto più che l’offerta di Netflix sembra sempre più allettante.

Aggiornamento: articolo modificato in seguito a nuove informazioni sullo stato dei legami con Sky e Mediaset.

Fonte: Il Post