Netflix: qualche dettaglio su catalogo, lingua, sottotitoli e condivisione/prezzo account

Lorenzo Delli -

In un evento per la stampa che si è tenuto un paio di giorni fa, due dirigenti di Netflix, il Chief Product Officer Neil Hunt e il Director of Content Acquisition Darren Nielson, hanno fatto chiarezza su alcuni dettagli riguardanti lo sbarco in Italia del celebre servizio di streaming on demand.

Ovviamente il dettaglio che interessa alla maggior parte dei nostri lettori e dei futuri utenti di Netflix riguarda il catalogo: quali contenuti saranno disponibili al lancio in Italia? I due dirigenti purtroppo non si sono sbottonati più di tanto: i contenuti originali di Netflix, ad eccezione di quelli per cui hanno già venduto i diritti in Italia (House of Cards, Orange is the New Black), ci saranno tutti al day-one.

LEGGI ANCHE: Perché Netflix non offrirà la possibilità di scaricare video offline

Ci saranno anche serie TV e film non prodotti da Netflix, programmi per bambini, serie e film animati, Anime giapponesi, stand-up comedy, documentari e persino produzioni italiane. Nielson ha infatti confermato di aver chiuso qualche accordo proprio con produzioni italiane e l’intenzione è quella di continuare a cercarne anche in futuro.

Al momento non sono stati rivelati ulteriori dettagli, e il perché è presto spiegato: il catalogo è in continuo aggiornamento, e da qui al lancio effettivo, che potrebbe coincidere con i primi giorni di ottobre così come con i giorni successivi alla metà del mese (la data non si sa, inutile girarci intorno NdR), Netflix ha intenzione di continuare ad aggiungere contenuti per offrire un servizio il più completo possibile.

Veniamo alla questione della lingua e dei sottotitoli. Per tutti i contenuti originali saranno disponibili doppiaggio e sottotitoli in italiano, e sarà possibile decidere di godersi i vari contenuti con qualsivoglia combinazione di lingue.

LEGGI ANCHE: Gli abbonamenti a Netflix saranno anche offerti con i piani 4G e Fibra Vodafone

Potrete quindi visionare il vostro telefilm preferito con doppiaggio inglese e sottotitoli in italiano o in inglese. La traduzione, per quanto riguarda i sottotitoli italiani, è stata affidata a professionisti del settore. Per i contenuti non originali dipenderà invece dai diritti che Netflix ha acquistato: la lingua italiana sarà quindi disponibile (teoricamente NdR), ma per le lingue straniere non è assicurato. Infine facciamo nuovamente chiarezza sulla condivisione dell’account, e a tal proposito diamo nuovamente un’occhiata alla tabella dei prezzi:

  • Pacchetto Base – 7,99€ al mese – Qualità Standard – Banda minima richiesta: 0,5 Mbps | Banda raccomandata: 1,5 Mbps – Un solo accesso al catalogo per volta
  • Pacchetto Intermedio – 9,99€ al mese – Qualità Full HD – Banda minima richiesta: 3 Mbps – Due accessi simultanei al catalogo
  • Pacchetto Superiore – 11,99€ al mese – Qualità 4K Ultra HD – Banda minima richiesta: 15 Mbps – Quattro accessi simultanei al catalogo

Se acquisterete i pacchetti intermedio o superiore, con la possibilità quindi di condividere l’account con amici o parenti, non è importante il numero di dispositivi su cui utilizzerete Netflix (è compatibile con smartphone, tablet, Console, PC, Smart TV) ma solo e soltanto gli accessi simultanei. Inoltre i prezzi che vedete elencati non sono stati ancora confermati da Netflix: si tratta in realtà dei prezzi europei, che potrebbero essere confermati anche per l’Italia o che potrebbero subire dei leggeri rincari. Sta di fatto che, a prescindere dal catalogo e dal prezzo, ogni utente avrà a disposizione un mese gratuito di prova per testare la bontà del servizio. Potete leggere una interessante intervista ai due dirigenti Netflix realizzata dai colleghi di Lega Nerd a questo link.

Fonte: Lega Nerd