Netflix final istock - 1

Netflix: qualche dettaglio su catalogo, lingua, sottotitoli e condivisione/prezzo account

Lorenzo Delli -

In un evento per la stampa che si è tenuto un paio di giorni fa, due dirigenti di Netflix, il Chief Product Officer Neil Hunt e il Director of Content Acquisition Darren Nielson, hanno fatto chiarezza su alcuni dettagli riguardanti lo sbarco in Italia del celebre servizio di streaming on demand.

Ovviamente il dettaglio che interessa alla maggior parte dei nostri lettori e dei futuri utenti di Netflix riguarda il catalogo: quali contenuti saranno disponibili al lancio in Italia? I due dirigenti purtroppo non si sono sbottonati più di tanto: i contenuti originali di Netflix, ad eccezione di quelli per cui hanno già venduto i diritti in Italia (House of Cards, Orange is the New Black), ci saranno tutti al day-one.

LEGGI ANCHE: Perché Netflix non offrirà la possibilità di scaricare video offline

Ci saranno anche serie TV e film non prodotti da Netflix, programmi per bambini, serie e film animati, Anime giapponesi, stand-up comedy, documentari e persino produzioni italiane. Nielson ha infatti confermato di aver chiuso qualche accordo proprio con produzioni italiane e l’intenzione è quella di continuare a cercarne anche in futuro.

Al momento non sono stati rivelati ulteriori dettagli, e il perché è presto spiegato: il catalogo è in continuo aggiornamento, e da qui al lancio effettivo, che potrebbe coincidere con i primi giorni di ottobre così come con i giorni successivi alla metà del mese (la data non si sa, inutile girarci intorno NdR), Netflix ha intenzione di continuare ad aggiungere contenuti per offrire un servizio il più completo possibile.

Veniamo alla questione della lingua e dei sottotitoli. Per tutti i contenuti originali saranno disponibili doppiaggio e sottotitoli in italiano, e sarà possibile decidere di godersi i vari contenuti con qualsivoglia combinazione di lingue.

LEGGI ANCHE: Gli abbonamenti a Netflix saranno anche offerti con i piani 4G e Fibra Vodafone

Potrete quindi visionare il vostro telefilm preferito con doppiaggio inglese e sottotitoli in italiano o in inglese. La traduzione, per quanto riguarda i sottotitoli italiani, è stata affidata a professionisti del settore. Per i contenuti non originali dipenderà invece dai diritti che Netflix ha acquistato: la lingua italiana sarà quindi disponibile (teoricamente NdR), ma per le lingue straniere non è assicurato. Infine facciamo nuovamente chiarezza sulla condivisione dell’account, e a tal proposito diamo nuovamente un’occhiata alla tabella dei prezzi:

  • Pacchetto Base – 7,99€ al mese – Qualità Standard – Banda minima richiesta: 0,5 Mbps | Banda raccomandata: 1,5 Mbps – Un solo accesso al catalogo per volta
  • Pacchetto Intermedio – 9,99€ al mese – Qualità Full HD – Banda minima richiesta: 3 Mbps – Due accessi simultanei al catalogo
  • Pacchetto Superiore – 11,99€ al mese – Qualità 4K Ultra HD – Banda minima richiesta: 15 Mbps – Quattro accessi simultanei al catalogo

Se acquisterete i pacchetti intermedio o superiore, con la possibilità quindi di condividere l’account con amici o parenti, non è importante il numero di dispositivi su cui utilizzerete Netflix (è compatibile con smartphone, tablet, Console, PC, Smart TV) ma solo e soltanto gli accessi simultanei. Inoltre i prezzi che vedete elencati non sono stati ancora confermati da Netflix: si tratta in realtà dei prezzi europei, che potrebbero essere confermati anche per l’Italia o che potrebbero subire dei leggeri rincari. Sta di fatto che, a prescindere dal catalogo e dal prezzo, ogni utente avrà a disposizione un mese gratuito di prova per testare la bontà del servizio. Potete leggere una interessante intervista ai due dirigenti Netflix realizzata dai colleghi di Lega Nerd a questo link.

Fonte: Lega Nerd
  • magicblack

    Ottime notizie, dai dai che manca poco 😀

  • Luca

    “La traduzione, per quanto riguarda i sottotitoli italiani, è stata affidata a professionisti del settore.” <– questo dice tutto e niente, anzi, di solito questi professionisti sono proprio quelli che forniscono il servizio peggiore (temo molto per gli anime infatti)…

    • RiccardoC

      si vede che appunto non sono veri professionisti o lavorano per persone che non sono dei professionisti

    • Febiz

      Basta che non prendano gli stessi che ha usato Crunchyroll per i suoi sub ita, non penso ci siano traduttori peggiori di quelli.

      • Luca

        Quelli sono ex fansubber in genere quindi li escluderei…

  • And91

    Netflix, i nuovi nexus. Sarà un grande ottobre (spero) xD
    Spero con tutto il cuore di poter dire addio a Sky.

    • Emiliano Dalla

      SIamo in due 😉

      • And91

        12€ e fanchiappa a multivision.

    • Gigi

      vorrei dire lo stesso anche io, ma il problema è che tutte le serie esclusive di fox rimarrano sul satellite e la vedo difficile le ritroveremo su netflix
      piuttosto io sper che sky lanci un servizio similare (quello che c’è ora è solo sd)

  • ferragno

    io lo farò a prescindere…

  • Alessio Parisi

    Secondo voi con un televisore solo fullHD conviene prendere il pacchetto 4k? Su Youtube ho notato una qualità maggiore dei 4k anche se la mia tv non ha tutti quei pixels.. Sarà la stessa cosa con netflix oppure prendo il pacchetto intermedio?

    • Se non hai la necessità di condividere l’account a 4 con altre persone (o in famiglia) secondo me ti conviene puntare a quello intermedio e poi passare al 4K quando e se deciderai di cambiare TV. Oppure puoi sempre provare il 4K un mese, il FHD un altro e decidere di conseguenza la scelta migliore… Sei libero di passare dall’uno all’altro senza problemi, e penso che nel primo mese sarà possibile provare tutte le soluzioni per capire quella che più ti si addice

      • Alessio Parisi

        Si questo sarà quello che farò.. Pero magari c’era qualche spiegazione tecnica.. Magari netflix funziona come Youtube..

        • Enrico Furnari

          Funziona in modo simile. 4K a 15 mbps vuol dire che è stato fortemente compresso, per cui è possibile che, con un ottima TV FHD vedi meglio il 4k che il FHD.

      • Alessandro

        Ricordati che devi avere almenl 15 mb per il 4k, se hai una buona connessioe allora provalo, la qualità anche se non sarà mai come con un televisore 4k, sarà comunque superiore dell’hd.

    • Daniele Bisceglia

      Non è proprio così, netflix vedendo che non hai a disposizione il 4k ti invierà direttamente il fullhd (e non il 4k compresso in pixel come succede con youtube), quindi l’unica comodità sono i multi-account.

  • Psyco98

    Generalmente scarico tutto, ma house of cards mi avrebbe anche convinto, siccome devo ancora iniziarlo (dopotutto c’è anche il fullHD incluso per tutto).
    No HoC, no netflix.

    Ma i sottotitoli da dove arrivano? Perché la traduzione italiana media si trova un gradino sotto a Google traslate…

  • Koalito

    Poi scarichi Popcorn e hai risolto tutti i tuoi problemi 😀

    • Enrico Podda

      Popcorn è morto!

  • Marco Talluto

    Avete scritto male, o per lo meno si capisce male, in realtà per tutto il catalogo c’è sia l’audio che i sottotitoli in italiano e per le produzioni originali ci sono tutte le lingue (sia come audio che come sottotitoli) non ci sarà nulla con audio non in italiano.