Niente VPN e proxy con Netflix: giro di vite su chi vuole vedere i contenuti di altri paesi

Nicola Ligas

Netflix è da poco tempo diventato globale (o quasi), ma con l’espansione dei propri servizi su scala mondiale, il colosso dello streaming, finora abbastanza permissivo in materia di proxy e VPN (utilizzati appunto per vedere andare a pescare nel catalogo di un altro paese i titoli non presenti nel proprio), ha deciso anche per un maggior proibizionismo.

Nelle prossime settimane, coloro che utilizzeranno proxy e unblocker saranno in grado di accedere soltanto ai contenuti disponibili nel paese in cui si trovano. Siamo sicuri che questo cambiamento non avrà effetto sui membri che usano proxy.

David Fullagar, Netflix VP of content delivery

Netflix insomma ci tiene a far rispettare le regole imposte dalle licenze dei propri contenuti, probabilmente per evitare possibili beghe legali, ora che il servizio è così diffuso. Non sappiamo di preciso come funzionerà questo blocco, che sarà introdotto nelle prossime settimane, ma non c’è appunto ragione di temere nulla per chi si avvalga del regolare servizio senza “trucchi”.

LEGGI ANCHENetflix abbandonerà la valutazione a stelline

Netflix precisa poi che la maggior parte dei suoi contenuti originali sarà sempre disponibile per tutti fin dal primo giorno; il problema è appunto con film e serie TV di terze parti, i cui diritti differiscono da paese a paese.

Fullagar, nonostante predichi prudenza, è comunque fiducioso del fatto che prima o poi Netflix arriverà a poter essere davvero globale anche come catalogo, anche se “dobbiamo ancora farne di strada prima di poter offrire alla gente gli stessi film e serie TV ovunque.”

Nel frattempo, per rimanere sempre aggiornati sui contenuti che vengono aggiunti in Italia, segnatevi questo link, che via via crescerà man mano che vi segnaleremo tutte le novità, e magari aggiungete anche questa utile estensione per Chrome per vedere le categorie nascoste di Netflix.

Via: ViaFonte: Netflix