Netflix Daredevil

Netflix: banda minima richiesta e prezzi (confermati) per l’Italia

Lorenzo Delli -

Ottobre si avvicina e con esso il lancio nel bel paese di Netflix, il celebre servizio di streaming online on demand statunitense responsabile anche di produzioni originali di qualità quali House of Cards, Daredevil, Sense8 e Narcos.

Sono i colleghi di Wired a riportarci nuove informazioni e conferme su quanto riportato invece nelle settimane scorse direttamente dall’IFA dalla voce di Neil HuntChief Product Officer di Netflix.

LEGGI ANCHE: Utenti di Popcorn Time denunciati da Hollywood per avere usufruito del servizio di streaming

Vediamo di seguito la tabella riepilogativa con i prezzi (in realtà già noti) dei vari abbonamenti per l’Italia e la banda minima richiesta per poter usufruire del servizio senza incorrere in problemi:

  • Pacchetto Base – 7,99€ al mese – Qualità Standard – Banda minima richiesta: 0,5 Mbps | Banda raccomandata: 1,5 Mbps – Un solo accesso al catalogo per volta
  • Pacchetto Intermedio – 8,99€ al mese – Qualità Full HD – Banda minima richiesta: 3 Mbps – Due accessi simultanei al catalogo
  • Pacchetto Superiore – 11,99€ al mese – Qualità 4K Ultra HD – Banda minima richiesta: 15 Mbps – Quattro accessi simultanei al catalogo

Per quanto riguarda l’ultimo dei tre pacchetti, quello da 11,99€ al mese, Hunt specifica che non tutti i contenuti del catalogo saranno effettivamente disponibili nella qualità massima, e lo stesso Hunt fa cenno anche al vero punto di forza di Netflix, ovvero l’algoritmo che permette allo streaming di adattarsi in tempo reale ad eventuali discontinuità della rete garantendo una visione continuativa.

Oltre che online e su smartphone, Netflix sarà disponibile al lancio su oltre 300 modelli di Smart TV (ancora però non è dato sapere quali), sulle console (Xbox, PlayStation, Wii U), su Apple TV e su Vodafone Station, ma non su TIMVision (dove arriverà nelle settimane a venire). Nessuna informazione di rilievo invece per quanto riguarda il catalogo: le serie TV proprietarie, ad eccezione di House of Cards e Orange is the New Black (sigh NdR), saranno presenti, stesso discorso per i film.

Fonte: Wired
  • magicblack

    Pacchetto Intermedio – 8,99€ al mese – Qualità Full HD – Banda minima richiesta: 3 Mbps – Due accessi simultanei al catalogo

    GODO GODO GODO GODO GODO GODO GODO

    • Sense8 season 2 <3

      • Stefano Mastrocinque

        Anche Daredevil, arghhh

        • Fuck yeah, e tutte le nuove serie Marvel. #Godo.

          • Mattia

            Io sto ancora aspettando la tredicesima stagione de La signora in giallo.

          • E chi no 🙂

          • malapropysm

            Magari la facessero, sono un grande fan

        • PatrickBateman47 ✔ᵛᵉʳᶦᶠᶦᵉᵈ

          E a dicembre Jessica Jones,e via via a seguire tutti gli altri Defenders della Marvel,top.

    • Davide Arcuri

      Sai se fanno controlli sull’IP? nel senso se posso dare l’accesso a un amico che abita da un’altra parte senza ban.

      • magicblack

        Trovi la risposta più giù, ne ha parlato Lorenzo, l’autore dell’articolo. In pratica Netflix ha fatto capire chiaramente che a loro non interessa affatto con chi tu divida l’abbonamento, basta che tu paghi. Quindi si, puoi dividerlo tranquillamente con uno o più amici (a seconda del pacco che scegli) e non dovresti avere alcun tipo di problema. Leggendo in giro già molti altri, nel resto d’Europa e in America, fanno così.

      • andyroid

        Dipende dagli acessi simultanei.

  • Munaron Luca

    Pronti alla registrazione B)

  • ilcampione

    Ma con accessi simultanei, intende anche da reti diverse? Cioè io posso guardarlo dal mio tablet mentre sono in viaggio e mia moglie può guardarsi la sua serie tv da casa, contemporaneamente?

    Ps. si paga mensilmente, giusto? posso decidere quando voglio di stoppare o riprendere l’abbonamento (mi sembra che questo fosse uno dei suoi punti di forza)

    • Sì, e non solo, si può con lo stesso account fare profili diversi in modo che ognuno abbia i suoi preferiti, suggerimenti ed elenco di contenuti già visti.

      E sì, si paga mensilmente 🙂

      • ilcampione

        bene tutto confermato. Per curiosità, dove hai preso queste info? Grazie

        • Beh, non è la prima volta che ne parliamo su Smartworld 🙂 quando venne annunciato Netflix per l’Italia fu proprio il CEO in un’intervista a parlare degli account multipli (in sostanza a loro non gli pare il vero che ci sia gente che se li divide, basta che i soldi gli arrivino :D). Anche per quanto riguarda il pagamento mensile fa parte del funzionamento di Netflix: puoi attivare il pagamento automatico (mi pare) e/o interromperlo quanto di pare.

  • master94ga

    Per qualità standard si intende 720p?

  • Zenfold

    Chromecast dovrebbe supportare netflix, giusto?

      • Stefano Mastrocinque

        #Libidine
        #DoppiaLibidine
        #LibidineCoiFiocchi

    • Paolo

      Si lo uso già da un po’

    • malapropysm

      differenze sostanziali tra netflix su chromecast e su apple tv? Su chromecast bisogna fare streaming da un altro dispositivo?

  • nucelom

    certo che nel 2015 far pagare 1 euro in più per il fullhd che dovrebbe essere lo standard è da poveracci dai

    • Non è solo il Full HD che ti fanno pagare, è la possibilità di condividere l’account con un’altra persona.

      • nucelom

        si ho capito ma il concetto è che fulldh dovrebbe essere la base ormai

        • Neppure su Google Play è la base, non vedo perché loro dovrebbero essere obbligati 🙂 considera poi che c’è chi ha reti così pessime da viaggiare intorno ai 2 Mbps, il Full HD se lo sognano.

          • ilcampione

            Ma infatti, per fortuna che il FullHD sia lo standard, altrimenti mezz’italia sarebbe tagliata fuori

          • Mattia

            Presente!

        • Emiliano Dalla

          Il concetto è anche che due persone, per altri servizi, pagano il doppio per avere due accounts fullHD, non 1 euro in più 😉

  • Shion91

    Su ps3 dovrebbe essere disponibile giusto? Perché su PSN americano è già presente, qualcuno ha invece notizie della disponibilità su smartTV Sony 2014 con piattaforma Opera per le apps?

    • Per la PS3 sì, per le smartTV bisogna aspettare per sapere qualcosa di concreto.

  • Mattia Giorgini

    Ma la risoluzione si può scegliere in tutti i casi?

    • Zenfold

      Bella domanda, quoto

    • Sto dando un’occhiata, sicuramente puoi scegliere questa impostazione: https://help.netflix.com/en/node/87

      Mi pare poi che nel player, in stile YouTube, ci sia il pulsantino per regolare la risoluzione.

    • Nel player c’è il pulsantino (F5) 🙂

    • 4lxp

      in realtà no, si può scegliere se abilitare o meno l’hd, ma non si può forzare l’hd o scegliere una risoluzione come su youtube, varia in base alla connessione.
      Devo comunque dire che con la mia 5 megabit non ho mai avuto problemi, un minuto all’inizio in cui la risoluzione è in 360/480, e poi per tutta la durata del film/serie tv va in hd senza un rallentamento.

  • And91

    8,99€ e due account simultanei è una vera goduria, spero che la mia connessione riesca a reggerlo e chissà che un giorno potrò dire addio a Sky.

  • Guest

    3 Mbps per il full HD non è un po’ ottimista? O è compresso a manetta?

    • Diciamo che pare ottimista, però considerato l’algoritmo che sfruttano e il fatto che si preparano al lancio in Italia da mesi c’è da stare tranquilli 🙂

    • Kratox

      perche sara un full hd molto ma molto compresso probabilmente, ci sono bluray in 1080p che occupano meno di 1,5 gb.,,,,, quindi basta comprimere, purtroppo l utente medio guarda alla scritta fhd, non sa che se comprimo l immagine, gli lascio la risoluzione alta ma viene uno schifo ugualmente

      • magicblack

        Non ne capisco assolutamente di compressione e compagnia bella, ma ti posso assicurare che ho visto film proveniente da una fonte Blu-Ray che pesavano si e no 2-3GB e si vedevano come un comunissimo Blu-Ray. Stessa cosa dicasi per l’audio. Ed erano sempre in H264, non in H265. Quindi, penso che “basta” usare un buon algoritmo di compressione.

        • Kratox

          se un film puro, in un bluray, sta sui 10 e rotti giga, posso assicurarti che se lo comprimi a 2 perdi qualita.
          soltanto che il full hd e il compresso è gia una qualita abbastanza alta e la differenza non si nota cosi spesso.
          io posso dirti che ho spesso a che fare con filmati presi da bluray, che anche compressi siv edono molto bene, ma NON come il bluray puro.

          • magicblack

            Si ma avrai una perdita minima, non diventerà una schifezza che farà fessi gli altri solo perché c’è scritto FHD. E onestamente se devo rinunciare a una piccola parte di qualità (secondo la mia esperienza piccolissima o inesistente) e gustarmi contenuti in HD con una connessione lenta (come sono quelle italiane) tanto meglio.

          • Kratox

            io lo spero, sono dubbioso perche su youtube con una 7 mega sono precisino… quindi boh staremo a vedere, per ora non necessito di netflix ma in futuro chissa.

        • si e no, dipende da molti fattori: in primis la tv che usi (il pannello) e la distanza da cui guardi, poi conta anche quanto sei aguzzo nel notare le differenze col bluray e solo in ultimo dall’algoritmo di compressione usato. Se mi dici che bluray di 2-3 gb si vedono come un bluray (di almeno 25 gb) significa che non hai una vista molto aguzza e ti accontenti, ma non è quello il fhd vero.
          Comunque per quel che costa (fhd a un prezzo irrisolrio) direi che “accontentarsi” è la parola d’ordine in questo caso

          • magicblack

            Scialla però, io sto parlando di una versione Blu-Ray fatta da chissà chi e caricata online da chissà chi. La TV sulla quale era riprodotta era abbastanza piccola, ma ti posso assicurare che le differenze video-audio con un qualsiasi Blu-Ray per me in quel momento non esistevano. Poi oh non avrò la vista aguzza, ma la qualità era comunque elevata (sia audio, sia video) e non era sicuramente “solo” 720p. E sto parlando di un tizio qualunque che chissà chi è e che competenze ha. A Netflix hanno quello dalla mattina alla sera e sono persone stipendiate per farlo, quindi non mi preoccuperei tanto del “come” ci riescono, ma del fatto che ci riescano e basta.

          • scialla? dove mi vedi agitato? ti ho solo spiegato che la differenza c’è, per alcuni può essere rilevante (io) per altri no (tu), ma sul caso di netflix siamo dello stesso parere, pensavo fosse chiaro

          • sunadras

            hahahaahahahaah che trollone

  • Eliaxie #ScottexOne

    La banda base è SQ o HD? E nel caso io prenda il medium, se per qualche motivo non andasse bene potrei vederli in HD no?

  • Psyco98

    Qualcuno ha provato il fullHD con 3Mb ? Giusto per sapere come va, siccome ne avrei 7 che però sono 7 italiani (1 Mbps italiano è circa 0,5Mbps dichiarati)

    • 4lxp

      Lo uso da diversi mesi, e non ho mai avuto problemi con la mia 5 Mb, che la maggiorate delle volte scende a 4/4,5 , però sinceramente non so se raggiunge il full hd, lo uso quasi sempre su chromecast, e ad occhio nudo non è facile capire quando è a 720 e quando a 1080

      • Psyco98

        Ok, grazie comunque. Che poi comunque, essendo il pc 768p, non è così essenziale il fullHD

  • Andrea Ponticelli

    Ma se prendo il pachetto superior per dividerlo con 4 amici e non ho 15 mmps di base è un problema?

    • magicblack

      No, perché puoi scalare manualmente (ma lo farà già automaticamente Netflix) alla qualità HD/Full HD.

  • mariano giusti

    Raga bisogna farlo TUTTI, almeno il primo mese. Voglio vedere gli amministratori delegati di Sky Mediaset e Rai volare dai grattacieli.

    • Paolo

      Scusa, io lo farei anche, ma che contenuti ci sono, a parte le serie sopra citate?
      Film?
      Sport (in diretta)?
      Programmi tv in generale??

      • Sport e programmi (a parte alcuni documentari) non ce ne sono. Solo serie TV (proprietarie e non) e una selezione di film (proprietari e non).

        • Fabio Giaffaglione

          non so in Italia, ma su netflix usa ci sono alcuni programmi del come quelli che trasmette in genere dmax (adesso mi viene in mente solo top gear).

          • Oddio può darsi…vabbè, tra qualche settimana ne sapremo di più 🙂

          • Paolo

            Allora aspettiamo l’esperienza diretta dei primi utenti. E poi si vedrà!

  • RiccardoC

    Buona proposta, sicuramente anni luce avanti rispetto a quanto abbiamo adesso in Italia; ma per via della sua natura on-line only non coprirà il mio utilizzo (circa il 50% in mobilità).
    Insomma finché continueranno a vendere un prodotto peggiore di quello che si può trovare per altre vie gratuitamente non mi vedranno mai tra i loro accaniti sostenitori.
    Un passo avanti, ma siamo ancora molto lontani dall’ideale.

    • Il Galvanico

      Peccato che il prodotto che si trova “per altre vie gratuitamente” è illegale. Un po’ come dire: non comprerò mai una lattina di Coca Cola finchè potrò rubare delle lattine di Pepsi nel distributore automatico della stazione. Andiamo pure avanti così…

      • RiccardoC

        il paragone con il rubare è completamente insensato e frutto di una propaganda faziosa.
        A parte quello il discorso per me è molto semplice; ognuno dà un valore soggettivo ai prodotti che sono in vendita. Per me ciò di cui non posso fruire in libertà ha valore prossimo a zero.
        Poi netflix mi sembra la proposta più onesta (almeno gira anche su linux) e quindi non escludo di fare un piano da 8,99, ma appunto non copre tutte le mie esigenze e non vedo servizio in vendita che lo faccia.
        E’ così assurdo che uno che paga possa volere vedere quello che “acquista” come/dove vuole?

        • Io sono d’accordo con @ilgalvanico:disqus, la pirateria equivale a furto, senza sé e senza ma. Con questo non mi dichiaro innocente, ma da quando ho la disponibilità economica sono ben contento di poter pagare per un film, per un programma o un gioco. Mi pare un tentativo di giustificarsi il dire “pago e allora voglio vedere quello che acquisto dove mi pare”. Quando paghi sai cosa compri, se Netflix non ti piace per come è strutturato ti noleggi/acquisti i film su Play Movies o iTunes e te li scarichi per la visione offline 🙂

          Poi, che in Italia si prende sempre nelle mele e servizi tipo quello di Amazon (che permette il download per la visione offline) non arrivino è un altro discorso…

          • RiccardoC

            guarda io acquisto regolarmente, per darti un’idea uso diversi computer e dispositivi mobili e non ho nemmeno una applicazione piratata sopra (intendo proprio ZERO), ed acquisto libri e musica senza problemi.
            Ma mi sono sentito un idiota quando ho acquistato dei DVD e non sono riuscito a convertirli in file per la visione su dispositivo privo di lettore DVD (per via delle protezioni che portavano ad un file inservibile) ed ho dovuto scaricarmi il torrent di quello che avevo acquistato. Ridicolo.

          • Ci credo, anzi, per come funziona ora il mondo ogni prodotto fisico dovrebbe avere il suo corrispettivo digitale (compresi i libri, mannaggia a loro, mi piace averli cartacei ma leggerli su tablet è troppo comodo) utilizzabile con facilità, non scaricando un’app diversa su ogni dispositivo e magari con la data di scadenza.

            A riguardo dell’ultima affermazione: sì, alcuni prodotti digitali hanno la data di scadenza, ho comprato un libro universitario (50 eurozzi) che si vantava di avere a disposizione il formato digitale il quale, una volta sbloccato, ti dice che scade dopo un anno -.-

          • RiccardoC

            appunto, mi sembra paradossale che queste restrizioni penalizzino più (per non dire solo) chi paga rispetta a chi non lo fa…

          • Il Galvanico

            Anche aggirare le protezioni anticopia dei supporti fisici è un reato. E lo sai perchè ci sono queste protezioni? Perchè ci sono i furbetti. Purtroppo, in molti casi, è vero che le protezioni danneggiano in prima persona gli onesti, ma questo è lo scotto da pagare perchè siano una società senza un minimo di morale e rispetto. Dietro una produzione cinematografica, musicale, un videogioco ecc. ci sono ore e ore di sudore di tantissima gente che non lavora gratis ed il minimo che si possa fare, se si è interessati all’articolo, è pagare il dovuto per permettere a quelle persone e a quell’industria di proseguire nel loro lavoro. Senza gente che vada al cinema, che compri DVD/BD o videogiochi originali, libri e via dicendo, non esisterebbe più l’industria dell’intrattenimento perchè, ribadisco, nessuno lavora gratis. Semplice.

          • RiccardoC

            e infatti io spendo regolarmente per acquistare software, musica, libri ed altro, in formato elettronico perché sono tutti pienamente disponibili offline, quando e dove voglio. In questi casi non perdo nemmeno tempo a cercare se è disponibile “gratis”, acquisto e buona notte.
            Ma non è così per i film e le serie TV purtroppo.

          • Il Galvanico

            Perchè? I film, come diceva Lorenzo, puoi comprarli sul play store e restano lì sul cloud legati al tuo account e, volendo, te li puoi anche scaricare per vederli offline. Dov’è il problema? Magari, fra un po’, arriveranno anche le serie TV…

          • RiccardoC

            Dalla pagina ufficiale di google riguardo alla visione offline:

            “Scarica i film e i programmi TV di Google Play su dispositivi Android, iOS o Chromebook per poterli guardare senza connessione dati mobili o Wi-Fi.

            Per PC, Mac e altri laptop e computer. I film e i programmi TV acquistati da Google Play non possono essere scaricati su altri computer, a eccezione dei Chromebook.”

            Quindi no, i film non sono disponibili per come intendo io.

          • Dario

            La pirateria non equivale al furto ma piuttosto a truffa (sempre di un reato stiamo parlando)!

            Se io faccio uno stock di magliette identiche a quella di un noto brand con il baffo e poi le regalo non pagando le “royalties” alla “casa madre” per i diritti di utilizzo del marchio non sto rubando, ma truffando!

            La pirateria è molto simile: vengono copiati prodotti e poi distribuiti, senza pagare i diritti!

          • Mmm non l’ho mai vista sotto quest’ottica, interessante 🙂

          • RiccardoC

            paragone accettabile

        • Il Galvanico

          No, non è insensato (propaganda faziosa un par de ciufoli). Purtroppo, con l’era digitale, si è propensi a credere che tutto quello che è gratis in rete sia a effettivamente a disposizione di tutti perchè tanto è lì e se è lì lo posso prendere. Ma sai, anche al supermercato la merce “è lì a disposizione”, ma poi, una volta riempito il carrello che fai? Prendi e scappi? No, la paghi. E se non la paghi resta lì dov’è, altrimenti sei un ladro e come tale sarai trattato.
          Stessa cosa per qualunque contenuto scaricabile che non sia in licenza gratuita. O forse la gente lavora gratis? Se tu sviluppassi un software e la gente lo scaricasse gratis piratato da internet, non ti girerebbero i coglioni?

          • RiccardoC

            è proprio sbagliato il paragone: diciamo che io dia valore zero sia al dato prodotto fisico in vendita al supermercato, sia ad un certo film in formato digitale (ed è appunto il valore che do a filmati infarciti di DRM e/o visibili solo online).
            Se io rubo il prodotto fisico sto riducendo gli introiti del supermercato, che accusa una perdita perché quel prodotto lo ha pagato. Il supermercato potrà vendere un prodotto in meno.
            Se io scarico quel certo film da fonte “non ufficiale”, questo non ostacola in alcun modo la possibilità del detentore dei diritti di venderne lo stesso numero che ne vendeva prima (io che do valore zero alla cosa non avrei comunque acquistato, quindi non è corretto nemmeno parlare di mancato acquisto).
            Se io ho due mele e tu me ne rubi una io rimango con una, se io ho due file in un hard disk e tu me ne copi uno sul tuo hard disk, io ne ho sempre due.
            E’ questo che intendo col dire che la pirateria non equivale al furto. Poi è comunque un reato, ma non usiamo le parole a sproposito.

            Un po’ diverso se uno (non è il mio caso) fa il ragionamento “certo potrei avere lo stesso prodotto in maniera legale parando, ma lo prendo illegalmente così risparmio soldi”; è comunque un reato, ma non è comunque furto.

          • Il Galvanico

            Sai qual’è il problema in tutto il tuo ragionamento? Che il valore che tu assegni ad un prodotto fisico NON è il valore intrinseco di quel prodotto. Non puoi in alcun modo dimostrare che, se non potessi scaricarlo, comunque non lo compreresti e questa è la barriera dietro la quale si nascondono tutti quelli che scaricano materiale protetto da diritti d’autore. Frasi come “non sto danneggiando nessuno perchè tanto non lo comprerei comunque” sono ridicole, perchè se qualcosa non ti interessa, non te ne curi e basta. Invece, visto che è gratis, allora mi può anche interessare…

          • RiccardoC

            non devo dimostrarlo a nessuno, semplicemente agisco di conseguenza; il prodotto che voglio io, per film e serie TV, semplicemente non è in vendita.
            E’ in vendita invece per quanto riguarda musica, libri e software, e lo compro, non vedo perché dovrebbe essere diverso per film e serie TV.

          • Il Galvanico

            Agisci di conseguenza ma questo non toglie che tu stia facendo qualcosa di illegale. Questo è il succo. Il prodotto come lo vuoi tu (perchè non è quello che vuoi ma è come lo vuoi) non è disponibile (e non è vero per ciò che concerne i film)? E questo, quindi, ti autorizza a prelevarlo illegalmente da altre fonti?

          • RiccardoC

            Ho mai negato che fosse illegale? Ho semplicemente contestato l’equazione pirateria = furto, se tu avessi scritto “pirateria = reato” non avrei avuto nulla da contestare.
            Per te è “come”, per me è “cosa”; un file visionabile liberamente è mio, un file che posso visionare solo a determinate restrittive condizioni è sostanzialmente un noleggio a scadenza non specificata.

        • Francesco Alejandro

          Però almeno hai un catalogo di serie tv e film, senza aggiungere pacchetti vari, in un certo senso è tutto compreso, quindi non arrivi a pagare 30 euro per vedere più cose.
          Tra l’altro c’è la possibilità di dividere il costo con altri amici e quindi, costerebbe ancora meno. Secondo me è geniale ahah

          • RiccardoC

            esatto, è quello che intendo per “più onesta”; è un buon valore per quello che paghi

  • malapropysm

    Comunque è bellissima questa cosa che nel 2015 ancora non ci è arrivato Netflix e tutti ci arrabattiamo a scaricare o a cercare in streaming le serie o i film. Poi uno legge i commenti qui e vede che ci sono frotte di persone che non vedevano l’ora di spendere 9 euro per guardarle.

  • Steve

    sperando di non venire attaccato, voglio capire: a parte le serie tv (che sono tanta roba, lo so) che cosa avrebbe un utente medio (e dico medio, non esistiamo solo noi in Italia) in più di Sky o Mediaset Premium? Molte cose in lingua straniera (che qui non sappiamo..utente medio, ricordo), niente eventi sportivi (leggi calcio che conta: italia e coppe europee).. leggo che qui molti dicono “facciamolo, goduria, sarà la rivoluzione”… banda larga a parte, che già è un mezzo problema in Italia, sono gli italiani a non essere ancora pronti..magari tra 20 anni può sostituire la tv tradizionale, oggi si affiancherà..alla grande ma si affinacherà

    • magicblack

      Ma vaffanbagno gli utenti medi, ci pensiamo noi a dare soldi a Netflix 😀 Anche se condivido, gli Italiani non sono pronto a godere di questo spettacolo. Senza calcio in Italia non convinci nessuno.

    • In teoria tutti i contenuti lanciati dovrebbero essere disponibili in lingua italiana. Comunque hai ragione, l’utonto medio forse non si accorgerà nemmeno dell’esistenza di Netflix 🙂

    • Il Falso

      Il mi babbo vuol vedere la fiorentina mi tocca tenere sky online 🙂 a parte tutto penso che per il momento i competitors abbiano un catalogo più completo, anche io che amo le serie tv e i film ogni tanto mi rilasso guardando masterchief. Diciamo che per quanto mi riguarda preferisco avere magari meno contenuti ma un po’ più vari per poter spaziare fra più cose. Detto questo viva netflix 🙂

  • Dario

    Molto molto interessante… Soprattutto il pacchetto “intermedio”! Sono curioso di vedere come si comporta con la Chromecast! SkyGo ad esempio perde un po’ nel passaggio su TV, speriamo che con Netflix vada meglio (visto che dovrebbe essere supportata “ufficialmente”!

    Domanda per chi ha una Smart TV: la velocità di connessione ad internet vi permetterebbe di usare Netflix direttamente sulla TV o dovreste comunque passare tramite HDMI/chromecast?

  • Gabriele Signore

    ma qualcuno sa se le serie tv saranno anche in lingua originale con sottotitoli?

    • magicblack

      Mi sembra di si, non mi ricordo dove ma mi sembra che Netflix aveva chiarito che le Serie TV saranno disponibili anche in lingua originale e con i sub. Speriamo perché se no il primo cliente che perdono è il sottoscritto.

  • Gigi

    No HoC, no party

  • Stefano Icecuber

    Il vero ostaccolo temo sia la situazione dell’Adsl in italia…
    Abito in una piccola cittadina vicino a Bologna(10km), In prima serata 3 Mbps sono un miraggio x la mia Adsl, ma anche 0,5 Mbps temo!
    se devo attendere notte fonda per guardare qlc anche no!

  • federik95

    Ma in pratica quali sono i programmi che è possibile vedere? Io ho provato a registrarmi sulla versione americana e ho fatto ricerche riguardo Dott. House, serie televisiva Power, The big bang theory e non ho trovato risultati.
    Film usciti in DVD si trovano?
    Errore mio o non ho capito cosa propone Netflix?