Netflix final istock - 1

Perché Netflix non offrirà la possibilità di scaricare video offline

Lorenzo Quiroli - Il paradosso della scelta è alla base della decisione di Netflix secondo Neil Hunt, anche se in futuro...

Parliamo ancora una volta di Netflix che a breve sarà disponibile nel nostro paese e di una questione piuttosto spinosa: il gigante dello streaming video infatti non offrirà la possibilità di scaricare video offline sul nostro dispositivo per permetterci di vederli in seguito anche senza una connessione internet. Per quale motivo?

Secondo Neil Hunt, Chief Product Officer di Netflix, è una funzionalità che molti utenti richiedono e che altri servizi come quello di Amazon includono già ma che va a complicare eccessivamente la vita dell’utente.

 Dovrai ricordarti che vuoi scaricare quella cosa. Non sarà immediato, perché dovrai avere la giusta quantità di memoria libera sul dispositivo, dovrai gestirla e non sono sicuro che la gente sia davvero così interessata a fare tutto ciò.

Neil infatti afferma di aver imparato nel tempo che per quanto sembri stupido la possibilità di scegliere molte volte paralizza gli utenti. L’esempio è quello del rating fatto da cinque stelle: gli utenti chiesero a gran voce di poter avere anche le mezze stelle.

LEGGI ANCHE: Netflix: banda minima richiesta e prezzi (confermati) per l’Italia

 Netflix si piegò alla richiesta e le aggiunse, ma l’unica conseguenza fu che arrivarono l’11% in meno dei rating (coincidenze? NdR). E se volessimo vedere Netflix in aereo? L’azienda sta valutando varie alternative per rendere ciò possibile, come fornire l’intero catalogo su dei server negli aerei, un’idea certamente interessante ma che dubitiamo possa essere realizzata nel breve periodo.

Fonte: Gizmodo
  • magicblack

    “Dovrai ricordarti che vuoi scaricare quella cosa. Non sarà immediato, perché dovrai avere la giusta quantità di memoria libera sul dispositivo, dovrai gestirla e non sono sicuro che la gente sia davvero così interessata a fare tutto ciò.”

    Questo è in parte vero, sicuramente. Anche se di certo non per i più geek, nerd del settore. A me dispiace, ovviamente. Spero che prima o poi ci ripenseranno, ma adesso si muovessero ad arrivare da noi con un bel catalogo 😀

    • TheAlabek

      Persino mia madre si rende conto dell’avviso
      “memoria piena clicca qui per liberarla colorini che indicano cose che hai nel telefono in un diagramma” oppure di quello che dice “memoria insufficiente per scaricare clicca qui per liberare memoria quarda su i colorini”
      E’ un insulto all’intelligenza di tutti

      • magicblack

        Secondo me sei tu che ti sei scordato come vanno in crisi gli utenti medi al messaggio di memoria piena e come non siano in grado di sapersi fare due conti e gestire al meglio la propria memoria.

        • TheAlabek

          Io ho riportato l’esempio della persona con più incapacità tecnologica che ho a portata di mano, il risultato è stato quello

          • magicblack

            Sei stato parecchio ottimista a mio avviso 😀

          • TheAlabek

            Forse 😛

  • Shion91

    Ma il discorso secondo me è più semplice, permettere la visione di un contenuto offline equivale a noleggiarlo, servizio per il quale ci sono già ben altre applicazioni con costi ben diversi, Netflix nasce come piattaforma TV e se il fatto che rimanga tale fa si che i costi rimangano contenuti è così che deve rimanere.

    • RiccardoC

      ecco questa mi sembra una motivazione più sensata; non che mi piaccia, ma almeno metterebbe chiarezza, piuttosto che delle giustificazioni che offendono la nostra intelligenza

      • Shion91

        Ma ovvio, le grandi aziende ci trollano in continuazione, vedi Apple con le sue percentuali che non significano nulla e tace su aspetti importanti, o Samsung che dice che non vendono il note 5 in Europa perché gli utenti europei non usano la penna.

    • the

      Credo piuttosto abbiano paura della pirateria, che uno si scarica da netflix magari una o più serie e poi le passa ai suoi amici. O peggio che uno scarica un bel po di roba, poi dice sono a posto per 6 mesi e per 6 mesi non pago il canone

      • RiccardoC

        ah beh perché invece facendo così la pirateria non c’è…

        • Pocce90

          In effetti la pirateria a registrato un forte calo negli ultimi tempi, e si pensa sia dovuto al fato che molti dei servizi sono offerti online e che quei servizi non sono accessibili senza una regolare licenza. Nel senso scaricare Call of duty non ti permette di giocare online, il che ti toglie a mio parere la 3/4 del divertimento….queste cose hanno permesso il ridursi della pirateria, anche solo il fatto di prendere il telecomando vedere una locandina sceglierla e premere play per soli 5€ al mese ha dato una scelta a chi per pigrizia preferisce spendere 5€ piuttosto di cercare il film su internet, trovare un server funzionante, dribblare tutte le pubblicità possibili, risolvere l’enigma del “trova il vero pulsante play” per trovarsi magari su un server talmente saturo da dover aspettare un po’ che si carichi prima di poterlo vedere…

          • RiccardoC

            appunto, la pirateria è sconfitta semplicemente offrendo un prodotto migliore di quello piratato; laddove la miglioria non c’è (o addirittura il prodotto acquistato è peggiore perché visibile solo online per esempio) la pirateria prospera. Strano eh?

          • Pocce90

            Dipende dai punti di vista, la miglioria in questo caso sta nella facilità d’uso ed immediatezza nell’accedere ai contenuti. io che ho il concetto di scaricare film, salvarmeli e rivedermeli dove e come mi pare allora si per me il download è una miglioria, ma l utente a cui mira netflix sono persone come mio padre, il quale sa benissimo come usare sky on demand per vedersi un film, mentre se io dovessi anche solo passargli un link diretto al download di un film, lui direbbe “quando vieni me lo fai vedere”. ci perderebbe il concetto della facilità d’uso, e poi netflix sarà concorrente appunto di sky e mediaset come sostituto alla pay TV, quindi deve essere immediata il più possibile come una TV. Un esempio: ti è mai capitato di vedere un film in TV o in streaming pur sapendo di beccarti le pubblicità di mezzo o perdere di qualità visiva nonostante possiedi il blu ray originale? Continui a vederlo in TV perché è più semplice in quel momento fare così piuttosto che cercare il film nella tua collezione, accendere il lettore mettere a posto quello che c’è dentro inserire il blu-ray attendere impostare vedere le interazioni del menu non bypassabili ecc…e netflix per puntare a sostituirsi alle pay TV deve essere così (ma con questo non dico che non è possibile inserire in maniera molto indiscreta un tasto download per i più esperti e che la risposta di netflix al perché non c’è sia solo una presa in giro, dico che mantenere una facilità d’uso è la miglioria in più che vale il sacrificio di pochi euro restando legali piuttosto che sbattersi con il film piratato)

          • Agnese

            Secondo me sono tutte scuse, aggiungere la possibilità di guardare offline non esclude la possibilità di vederlo subito. Basterebbe fare come fa spotify e devo ammettere che questo è uno dei motivi per cui non utilizzerei netflix neanche se avessi i soldi a disposizione, so che l’alternativa attuale è illegale e che è sbagliato e tutto il resto ma pagare per un servizio e non poterlo nemmeno vedere fuori casa senza finire i pochi dati a mia disposizione o senza trovare un wifi decente, cosa che in Sicilia è praticamente un miraggio, è una limitazione troppo grande.

          • RiccardoC

            esiste anche una via di mezzo, in teoria illegale, ma in pratica più che giustificabile per me; se sei a casa lo guardi via netflix, se invece prevedi che ti serva offline lo recuperi da altra fonte.
            Hai pagato per quei contenuti e non ci vedo nulla di male.

          • Agnese

            Insomma, stai pagando Netflix che sicuramente paga i produttori, se non è direttamente proprietario della serie, in base alle visualizzazioni e quindi se tu lo guardi per altri mezzi il vero proprietario non viene pagato conunque e stai comunque facendo qualcosa di illegale. Secondo la mia opinione pagare un servizio mensile per poi continuare comunque a scaricare illegalmente perché il servizio non è abbastanza per le tue esigenze è inutile, se scaricherai puntate in altri modi sarà comunque illegale e ti ritrovi a pagare per un servizio insufficiente.
            L’unico motivo per cui potrei decidere di pagare per un servizio che, anche se illegalmente, posso ottenere gratuitamente è quello di supportare i proprietari dei contenuti e con le serie tv, almeno per ora, il problema non si pone perché i loro maggiori guadagni sono attraverso le pubblicità di quando vanno in onda, dimostrazione il fatto che quando si decide se rinnovarla o meno si guarda il rating e non quante visualizzazioni ha fatto su netflix o altri servizi del genere.
            Inoltre se il tuo problema è che scaricarle è illegale lo è in qualsiasi circostanza, pensa se tu fossi beccato a scaricare illegalmente una delle puntate: a chi ti punisce non importerà se paghi netflix o meno, anche se questo è un discorso abbastanza astratto visto che dubito che si mettano a cercare chi scarica le serie tv online. Il tuo discorso vale solamente se hai bisogno di sentirti meglio con te stesso, e pagando netflix questo ti aiuta, o se il servizio che paghi ti aggiunge qualcosa che in questo caso potrebbe essere la semplicità d’uso che nel mio caso non mi interessa.

          • RiccardoC

            io ritengo che sia giusto pagare per i contenuti ed è per questo acquisto libri, musica e software che potrei facilmente avere gratis.
            Purtroppo nel caso specifico dei video qualunque servizio a pagamento ha almeno uno dei seguenti problemi:
            – i video sono visibili solo su dispositivi autorizzati
            – i video sono disponibili solo online
            – i video non sono visibili su sistemi operativi liberi
            In sostanza ti raccontano che i video te li vendono, ma in realtà te li danno al massimo in comodato.
            Invece Netflix, al di là delle ridicole giustificazioni che danno, è più un videonoleggio con tariffa flat; paghi un tot al mese e finché paghi vedi quello che vuoi, quando vuoi, a patto di essere collegato ad internet, ma appunto non stai comprando nulla: è molto chiaro nell’offerta che i video non saranno mai tuoi.
            Come proposta mi pare la più onesta del lotto e 8-9€ al mese secondo me li merita; ma copre le mie esigenze al 50% e quindi in qualche modo dovrò integrare per il restante 50% (non prendendo in considerazioni i servizi commerciali per i motivi spiegati prima).
            Ed in questo mondo alla rovescia è illegale scaricare, ma non prendere per il c..o i consumatori e vendergli m…a.

      • Shion91

        Oddio questo è fattibile se il catalogo prevede tutto sempre disponibile, se invece i contenuti sono disponibili a periodi il discorso cambierebbe, e cmq con quello che costa mi pare assurdo che possano offrire di più, in ogni caso valuterò il catalogo quando sarò in scadenza con sky così da valutare se provarlo o meno, anche perché dovrò acquistare un apparecchio che lo supporti da attaccare alla tv.

      • Steven_666

        Scusa ma eventualmente non funzionerebbe sicuramente così, per vedere quello che hai scaricato avrai sicuramente un tot di tempo massimo prima di dover effettuare una nuova connessione e dimostrare che stai continuando a pagare il servizio. Mi pare ovvio che una connessione periodica sarà sempre richiesta! Avrai giusto qualche giorno di tempo per stare totalmente offline

        • the

          Appunto, secondo me è una funzione che stanno implementando, ma vogliono fare in modo sia il meno invadente possibile per l’utente. Ad esempio quelli di infinity hanno talmente tanta paura che la gente si prenda i video dalla cache che non fanno girare la loro app su dispositivi con root!

      • magicblack

        Netflix non ha paura della pirateria, anzi è consapevole del fatto che è assolutamente impossibile metterla in un angolo (chi non preferisce una libreria multimediale alla qualità che vuole, sempre consultabile e delle dimensioni che vuole? H265 sto parlando di te). Secondo me Netflix vuole evitare lenti e noiosi download che scoraggiano la visione dei contenuti (moltissime persone la penseranno così, magari non noi più geek ovviamente)

  • RiccardoC

    solo per i più geek? E allora attivala solo per chi ha attivato le opzioni da sviluppatori o nascondi l’attivazione nella sezione “advanced” dei settings.
    Per me come giustificazione fa acqua da tutte le parti.

    • TheAlabek

      Oltre ad insultare la mia memoria e la mia intelligenza

  • vicioman

    É una considerazione corretta: il successo di una piattaforma che funziona in modo semploce ma con dei paletti precisi sta alla base della filosofia, ad esempio, di Apple. Non si fa un discorso morale o di effettiva qualità del prodotto/servizio ma della sua possibilità di diventare un successo diffuso tra la gente

    • TheAlabek

      Chi non sa, neanche clicca download e neanche fa l’abbonamento…si fa sky

      • vicioman

        Chi si fa Sky non è potenzialmente un cliente Netflix, quindi stai semplificando molto.
        Un cliente Sky sarà tale a priori, non è detto il contrario

        • TheAlabek

          Neanche chi non sa cliccare download lo è

  • mariano giusti

    Sono d’accordo con lui, inoltre credo che ci siano in ballo anche questioni di copyright: un conto è streaming un altro è permettere il download.
    Probabilmente i prezzi sono così bassi anche per questo.

    • TheAlabek

      Sei d’accordo?
      Cioè siamo tutti cretini che non possiamo decretare se vogliamo che quel contenuto occupi o meno memoria?

      • mariano giusti

        Non è questione di essere cretini o no, è questione di non spendere soldi per complicare l’interfaccia di una piattaforma che così com’è ha un successo della madonna.
        Ci sono fior di esempi di interfacce di successo più per la mancanza di feature che per la presenza.
        Vedi gran parte dell’ecosistema mobile Apple.
        Inoltre ricordati che tu non sei l’utente medio, e che esistono già piattaforme che permettono il download e hanno meno successo di Netflix.

        • TheAlabek

          Un pulsante download a caso sullo schermo immagino l’impegno che richieda…

          • Zeus

            è una scusa banale e si arrampicano sugli specchi, credo che se si potesse scaricare si trasformerebbe in noleggio e non avranno i diritti.

    • a’ndre ‘ci

      spero tu sia d’accordo sul -non- permettere di salvare, non sulla presa in giro di motivazione

    • Agnese

      Ma infatti io non pretendo di poter scaricare un contenuto che posso utilizzare in tutti i dispositivi indefinitamente ma magari un utilizzo simile a spotify dove le canzoni offline sono limitate all’applicazione e non possono essere usate se dopo un certo periodo non ti connetti almeno una volta.

      • RiccardoC

        sarebbe una piccola correzione che amplierebbe molto l’uso.
        Quindi probabilmente non la faranno 🙂

  • allora se uno va all’ospedale? Come passa il tempo?
    Stanno valutando un accordo anche con tutti gli ospedali?
    Patetici

  • TheAlabek

    Dicevano l’acqua calda e ci si lavava le mani meglio…non vogliamo che scaricate perchè di guadagniamo dallo streaming, anche ripetuto dello stesso episodio.

  • Pocce90

    Capisco il non far scaricare per problemi di copyright, o perche più accessi ogni volta significano più entrate per la società…..ma che scusa di merda sarebbe quella? Tu mettila come funzione, se uno vuole la usa se no no! Se hai paura di aggiungerla accanto al tasto play perche poi c’è troppa scelta, mettila in un menu contestuale così solo chi ha intenzione lo fa….ma non girare fuori quella offesa al mio cervello

  • Rapid_Odeen

    oramai ci hanno abbituati a far passare per feature volute e “roba di qualità” il togliere funzioni e semplificare in modo eccessivo.
    questo succede quando gli ex-bimbiminchia (cresciuti) sono la maggioranza

  • henshin88

    la cosa strana è che se un adulto è arrivato a farsi l’abbonamento a netflix, che è meno immediato di uno sky dove fanno tutto loro, sarà anche capace di prendere delle decisioni nella sua vita. Se il problema fosse la scelta allora con il catalogo netflix facciamo notte per scegliere un film.

  • TuttaFuffa

    Netflix è all’estero una piattaforma di VOD che per definizione non si scarica. È una piattaforma nata per integrare il primo core business: l’affitto di DVD per posta, che negli Stati Uniti funziona ancora. Dare la possibilità di scaricare quindi vuol dire chiudere definitivamente quel settore e soprattutto rinegoziare gli accordi con tutti i produttori per i dirtti dei film e delle serie tv. Infine sulle tratte a lungi raggio in aereo c’è internet da anni, e anche se la velocità è piuttosto limitata, non va peggio del paesino di campagna medio.

  • nonscordarmi

    Infinity – che attualmente ha un catalogo migliore per quantità e qualità rispetto a Netflix al quale sono comunque abbonato – permette il predownload dei contenuti sui device portatili, quali tablet e smartphone per poterli visualizzare in mobilità entro 24 ore dal primo avvio o 48 in generale. Il fatto che una piattaforma più collaudata e che è capostipite in questo senso da anni non lo permetta fa cadere le braccia.