Cercate qualcuno con cui condividere il piano famiglia di Play Music? Provate con Together Price

Lorenzo Delli -

Vi ricordate di Together Price? Ve ne abbiamo parlato a giugno in questo articolo: si tratta in sostanza di un servizio gratuito che rende estremamente semplice condividere account Netflix, Spotify, Apple Music e altri servizi simili con amici o anche con perfetti sconosciuti.

Ogni condivisione ha un amministratore che accetterà eventuali domande di ammissione: a quel punto sarà possibile inviare la quota di partecipazione, ci penserà poi Together Price a gestire i rinnovi delle quote mese per mese.

Ve ne parliamo nuovamente poiché la start-up italiana responsabile del servizio annuncia oggi la possibilità di condivisione del piano famiglia di Google Play Music, che permette l’accesso al servizio musicale fino a sei persone contemporaneamente. Normalmente questo genere di abbonamenti è limitato alle mura domestiche o comunque a parenti vicini, ma i termini d’uso di Play Music a quanto pare permettono la condivisione con chiunque: “l’abbonamento può essere condiviso con chiunque a patto che sia maggiorenne e residente nello stesso Stato del sottoscrittore dell’abbonamento“.

In questo modo pagando praticamente 2,5€ al mese avrete accesso a 35 milioni di tracce audio, scaricabili anche in locale, playlist personalizzate e a tutte le altre funzionalità offerte da Play Music, compreso il caricamento della propria libreria di brani su cloud. Per maggiori informazioni vi rimandiamo direttamente al sito web di Together Price.

Play Music Piano Famiglia