popcorn time butter

Popcorn Time lancia Butter, nuovo progetto di streaming completamente legale

Giuseppe Tripodi -

Nelle ultime settimane si è parlato molto delle diatribe etiche e legali relative a Popcorn Time, il software che era stato universalmente eletto il Netflix pirata, consentendo agli utenti di guardare film e serie TV in streaming dai torrent.

Un nuovo post sul blog fa chiarezza sul futuro del progetto: Popcorn Time continuerà ad esistere, ma si dividerà in due. Il software illegale divenuto ormai celebre verrà affiancato da un altro progetto parallelo e completamente legale, chiamato Butter.

Butter sarà un framework open source che avrà il medesimo obiettivo di Popcorn Time, ossia creare app desktop e mobile per lo streaming video tramite il protocollo BitTorrent, ma senza essere legato a contenuti protetti da copyright. Il codice è già stato pubblicato su GitHub, in modo che chiunque possa contribuire o, perché no, anche utilizzare Butter come base per un clone di Popcorn Time.

LEGGI ANCHE: Questioni legali e morali segneranno la fine di Popcorn Time?

I primi binari per provare Butter saranno disponibili nei prossimi giorni: attualmente tutti i contenuti vengono forniti da vodo.net, portale per la diffusione di film e serie indipendenti.

Il progetto è attualmente nelle fasi iniziali di sviluppo e chiunque fosse interessato è chiamato a contribuire per la realizzazione delle app desktop o mobile: potrete seguirne lo sviluppo su butterproject.org (che tuttavia non è ancora online).

Via: Popcorn Time
  • Graziano88

    Quali sono i video in streaming non protetti da copyright che uno avrebbe interesse a vedere? (per i video sui gattini esiste già facebook e YouTube). Diciamo che con un codice open source il fork che comprenda film e serie TV doppiate in italiano non è più tanto un’idea fantascientifica.
    Passando all’etica sono dell’idea che con Netflix i competitor dello streaming ci sono tutti, l’utente ne sceglie uno e colma le mancanze con altre forme di streaming meno ortodosse. È insensato regalare in più gli stessi soldi ad ogni altro operatore per due o tre esclusive. Lo streaming video deve virare la gestione delle royalties verso il modello dello streaming musicale dove gli operatori (seri, non improvvisati) offrono a grandi linee lo stesso catalogo. L’idea dello streaming legale dovrebbe essere “paghi una quota mensile e ottieni l’offerta che otterresti con la pirateria” se no i due mondi coesisteranno senza sollevare alcun problema etico tra la gente. Le esclusive dovrebbero essere sempre temporanee e non eterne (sia per netflix sia per ciò che producono i canali satellitari di Sky). Ma questa è fantascienza, la pirateria è reale, solida, rodata nel tempo e fruibile facilmente. (lo streaming di film e serie TV non a caso è stato reso popolare dalla più grande piattaforma pirata al mondo “Megavideo”).

  • L0RE15

    cos’e’, so sentono in colpa?! oppure vogliono cercare di ripulirsi l’immagine?! e’ come dire che di notte io faccio il topo d’appartamenti ma adesso di gioeno ho deciso di fare del volontariato…coerenza zero…

    • Hai espresso la tua opinione e mi sta bene, ma permettetemi (@L0RE15:disqus e @graziano88:disqus) di fare un attimino chiarezza. Non siete sviluppatori quindi è comprensibile che magari non ci andate a pensare.

      Il motivo per cui gli sviluppatori hanno creato questo progetto parallelo non è certamente perché si sentono in colpa o perché vogliono ripulirsi l’immagine (ma poi chi dovrebbe ripulirsi l’immagine? Non sono una società, gli sviluppatori non sono conosciuti e non usano sicuramente nomi reali, è un progetto open source e contribuisco anche io alla scrittura del loro codice… quindi sto parlando perché so cosa sto succedendo).

      Il vero motivo per cui è stato lanciato butter è stato perché in questo modo abbiamo la possibilità di mettere al sicuro l’intero codice di popcorntime. Se accade, come già tra l’altro è successo in passato, che qualche agenzia ferma tutto e chiude il sito web ed ogni altro canale per il download di PopcornTime, si ha sempre a disposizione un gioiellino da utilizzare in modo perfettamente legale che per l’appunto butter.

      E’ semplicemente una strategia giuridico/legislativa che è stata creata per tenere vivo il servizio… state tranquilli!

      • Koalito

        Più o meno i tempi di sviluppo per mettere giù una prima release? Un anno o più?

        • Parli di Butter? Ecco come sta la questione, Butter non dev’essere sviluppato è già pronto proprio perché come ho già detto è la copia di quello che era Popcorn Time, la differenza sta soltanto nel fatto che mentre Popcorn Time prendeva i film da yts.to (il sito web del famoso gruppo YIFY), Butter li prende da qualche altro sito web che distribuisce film gratuiti, cioè film girati e distribuiti gratuitamente per volontà dei produttori.

          Questo perché con una piattaforma come Popcorn Time, o Butter che a dir si voglia, passare dal fornire contenuti legali a fornire quelli illegali non ci si mette proprio nulla, basta cambiare un centinaio di righe di codice (se lo si adatta in partenza basterebbe anche una sola riga, ma andrebbe implementato un sistema di plugin su Butter).
          Il problema attuale abbastanza grave (ma non irrisolvibile), infatti, non è la chiusura del sito web di PopcornTime, ma di yts.to che era quello che forniva le API per accedere a tutti i film YIFY che tutti vedevate quando aprivate l’applicazione.

          Appena yts.to tornerà online, se tornerà online, state tranquilli che Popcorn Time tornerà a funzionare da solo immediatamente (il sito ovviamente rimarrà chiuso) e Butter nel giro di qualche settimana sarà abilitato da qualche plugin a streammare contenuti illegali.
          Se invece yts.to non torna, ci vorrà qualche mesetto affinché Butter venga adattato per la pirateria e Popcorn Time invece morirà (potrei modificarlo io stesso per adattarlo nuovamente, ma se lo facessi lo terrei per me, il rischio di pubblicare una cosa del genere è troppo grande).

          Io direi di non preoccuparvi più di tanto. La rivoluzione ormai è stata avviata proprio come accadde con Napster e altri programmi in passato. Questa pirateria “user-friendly” è diventata mainstream in un modo sconcertante e nasceranno un numero infinito di programmi come questo.

  • Marco

    Lore sei un pirlotto, giacomo fate tesoro dei codici … Spero nascano decine di piattaforme popcorn! I cinema costano troppo, i netflix idem in rapporto ai film che ti danno!

  • Katia Babiy-Hutsaylyuk

    Ciao a tutti! Vuoi scaricare gratis film che era di buona qualità. Consiglia altri siti. Attualmente usare http://www.altadefinizione.one/! Grazie!