6 film romantici, ma non troppo, da vedere a San Valentino

Lorenzo Delli -

San Valentino: troppo stanchi per uscire dopo una giornata di lavoro, cenetta a lume di candela e classico film romantico che appassiona lei ma che annoia tremendamente lui. Si può però fare del romanticismo senza annoiare, e per fortuna qualche produttore/regista ogni tanto tira fuori qualche pellicola leggera e con quel giusto grado di “love-love” in grado di intrattenere entrambe i sessi. Ecco quindi una selezione di film romantici, ma non troppo, da vedere a San Valentino recuperabili facilmente grazie a servizi di streaming o di acquisto/noleggio digitale.

Notting Hill

Un classico che però si lascia rivedere volentieri. Il romanticismo incontra l’humor “british“: gag di vario genere anche grazie a Spike, interpretato da Rhys Ifans (I Love Radio Rock, Harry Potter – I doni della morte, The Amazing Spider-Man), situazioni surreali e il classico lieto fine raggiunto però dopo varie peripezie del protagonista.

Warm Bodies

“Uno zombie appena morto mangia il cervello di un giovane, assorbendo i suoi ricordi e ritrovandosi così innamorato della sua vittima.”: così recita la descrizione del film, e se nella vostra faccia si è appena dipinta un’espressione del tipo “what?!” (specialmente sul “uno zombie appena morto“) vi capiamo benissimo. Rimane il fatto che, a prescindere dalla descrizione che alla fine ci azzecca abbastanza, Warm Bodies è un film leggero (nonostante qualche “splatterata” tipica dei film con gli zombie) che ruota proprio intorno all’amore, l’unico motore in grado di redimere persino uno zombie.

L’importanza di chiamarsi Ernest

Un’altra commedia inglese ispirata a un grande classico, l’omonima commedia satirica di Oscar Wilde. Tutto ruota intorno al nome Ernest, che i due protagonisti interpretati da Colin Firth e Rupert Everett sfruttano per vivere delle “vite segrete” al di fuori delle loro realtà. Non mancano i “plot twist” (sempre che non abbiate mai letto la commedia originale) e il lieto fine romantico che si addice alla giornata di San Valentino.

La dura verità

Una commedia romantica sufficientemente scontata ma con un discreto numero di gag. Agli spettatori maschili rimarrà probabilmente simpatico per l’elevato grado di volgarità (e di maschilismo forzato) del protagonista, a quelli femminili invece per la storia della protagonista, in cerca di “quello giusto” che spesso si nasconde in bella vista o in qualcuno che proprio non ti aspetti. Il titolo fa riferimento alle dure verità relative alle relazioni sentimentali a cui non viene dato sufficiente risalto.

What Women Want

Un altro classico di oramai 18 anni fa che si regge sia sull’originalità (e la fantasiosità) della storia, quella di un uomo che riesce, dopo un trauma “cranico e psicologico“, a percepire i pensieri delle done, sia sulle performance degli attori protagonisti, Mel Gibson e Helen Hunt. Anche in questo caso non mancano battute “volgarotte“, contrapposizione del mondo maschi-femmine e il classico lieto fine che si addice a una commedia romantica.

Hitch

Il titolo completo è “Hitch – Lui si che capisce le donne”: il protagonista è “esperto di donne”, come se qualcuno potesse effettivamente esserlo, e infatti quando Hitch, interpretato da Will Smith, si innamora perdutamente del personaggio interpretato da Eva Mendes, fallisce miseramente su tutti i fronti dando vita a diversi momenti di comicità. Anche Albert, il personaggio interpretato da Kevin James, riuscirà sicuramente a strapparvi più di una risata.