spotify

Spotify contro gli artisti con brani esclusivi su altre piattaforme

Massimo Maiorano

Secondo quanto riportato da Bloomberg, il noto servizio di streaming musicale Spotify starebbe quasi boicottando gli artisti impegnati nel rilascio di produzioni esclusive su altre simili piattaforme.

Spotify avrebbe negato la presenza nelle playlist speciali a chi ha fornito a piattaforme come Apple e Tidal l’esclusiva sui nuovi brani, ma gli utilizzatori del servizio hanno anche segnalato che tali artisti risultano essere praticamente “sepolti” nei meandri della ricerca interna al servizio di streaming. Tali manovre, negate con vigore, sarebbero attive già da un anno, ma nell’ultimo periodo il tutto sembrerebbe essere stato accentuato.

Spotify, a dispetto dei 2 miliardi di dollari guadagnati, non ha realizzato reali profitti nell’ultimo anno, segno che la nuova concorrenza inizia a farsi sentire. Pensate che riuscirà a fronteggiare con successo questa momentanea bufera?

Artists who have given Apple exclusive access to new music have been told they won’t be able to get their tracks on featured playlists once the songs become available on Spotify, said the people, who declined to be identified discussing the steps. Those artists have also found their songs buried in the search rankings of Spotify, the world’s largest music-streaming service, the people said. Spotify said it doesn’t alter search rankings.

[…] The company has threatened to use its retaliatory practices on lesser-known artists who introduce music on a Beats One show hosted by DJ Zane Lowe, an architect of Apple’s radio service, the people said. One representative of a singer-songwriter said the client canceled plans to debut a song on Lowe’s show because of concern that the artist would lose promotion from Spotify. The agent asked not to be identified, and that the artist not be named, to avoid damaging relationships with the music-streaming companies.

Via: IdownloadblogFonte: Bloomberg
  • Cippoz89

    Spotify rimane comunque un punto di riferimento nello streaming musicale, come lo è Netflix in quello video. Senza dubbio sopra la media

  • scumm78

    e quale sarebbe il problema: l’artista da l’esclusivita’ a chi gli pare e spotify da visibilita’ a chi gli pare… mi sembra giusto.