Spotify vuole monetizzare a tutti i costi: in test le canzoni sponsorizzate nelle playlist

Vezio Ceniccola

Sembra che Spotify stia escogitando un modo inedito per far conoscere nuova musica ai propri utenti, ma probabilmente ciò non piacerà a tutti. Il gigante dello streaming musicale ha attivato una nuova funzione per inserire canzoni sponsorizzate all’interno delle playlist personali degli utenti. Tali canzoni non sono prese a caso, ma vengono scelte in base ai gusti e agli ascolti precedenti dell’utente stesso, in modo da fornire ad esso qualcosa di simile ai suoi interessi.

Alcuni utenti hanno già visto attivare questa funzione sul loro accounte personale, e la stessa Spotify ha confermato la notizia a BBC News. Per ora sembra che le canzoni sponsorizzate riguardino solo i clienti non abbonati al servizio, ma non è chiaro se la funzione sia attiva ovunque nel mondo o solo in alcuni paesi.

Com’è naturale che sia, sui social sono già spuntate alcune lamentele degli utenti, che non gradiscono il fatto di trovare le loro playlist “invase” da canzoni che non hanno scelto, a maggior ragione visto che già ascoltano gli spot pubblicitari all’interno del servizio. Fortunatamente c’è già un modo per aggirare il problema: l’opzione è facilmente disattivabile nelle impostazioni alla voce “Mostra canzoni sponsorizzate”.

LEGGI ANCHE: Spotify lancia Your Summer Rewind

Il problema della “monetizzazione” è ancora il principale nodo da sciogliere per i servizi di streaming, e Spotify lo sa bene. L’inserimento di canzoni sponsorizzate all’interno delle playlist è sicuramente un modo semplice per fare accordi con le case discografiche e tirare su qualche soldo extra, ma il limite di sopportazione degli utenti è sempre molto labile su certi argomenti.

A questo punto, proviamo a capire cosa ne pensano i nostri lettori: riuscireste a sopportare qualche brano sponsorizzato tra le vostre playlist a fronte dell’ascolto gratuito, o pensate che sia troppo? Fatecelo sapere nei commenti!

Via: Il Post
  • Elektrosphere

    Che stiano attenti con certe manovre, perché le alternative ci sono.

    • DangerNet

      Alternative FREE e legali?

      • aimieitempiavevamoilbiscottone

        deezer. il database è lo stesso di spotify e la versione free su android ha pubblicità più che accettabile, quindici secondi di spot ogni tre o quattro brani. per di più, a quanto pare adesso non ti sporca nemmeno le playlist.

        • Agnese

          Ho guardato sul sito di Deezer e dice che per smartphone sono disponibili solo i flow e i mix, cosa sarebbero esattamente?Playlist fatte dall’utente o generate dall’applicazione tipo i daily mix di spotify?

          • aimieitempiavevamoilbiscottone

            su smartphone l’app free di deezer è quasi uguale a spotify free, con la differenza che è molto più tranquillo per l’appunto. infatti puoi farti le tue playlist e puoi ascoltarle quanto ti pare, ma anche qui come su spotify hai delle limitazioni. cioè non puoi scegliere i brani da ascoltare, ma sono in modalità casuale e puoi saltare i brani di una playlist massimo cinque volte ogni x tempo. inutile dire che deezer usato dal sito e su tablet, invece non ha nessuna di queste limitazioni. poi flow è un mix di brani che si basa suoi tuoi brani preferiti e su quelli più ascoltati nelle tue playlist. io ti consiglio di provarlo prima in versione free, per vedere come ti trovi, poi in versione premium gratuito per un mese e alla fine decidi se tornare a spotify, oppure adottare deezer sul tuo smartphone.

          • Agnese

            Se non presenta alcun vantaggio ma è praticamente uguale penso che rimarrò su spotify, anche perché al momento ho l’offerta di tre mesi a 99 centesimi. Sarebbe una seccatura dover ricreare tutte le playlist e i brani salvati.

          • aimieitempiavevamoilbiscottone

            le differenze sono quelle che ho scritto la prima volta, cioè la scarsa pubblicità e tra poco i brani sponsorizzati aggiunti da spotify nelle tue playlist.

      • Rodolfo Graziani

        ci sono eccome :p

  • Simoubuntu

    Piuttosto di quelle pubblicità martellanti preferirei qualche canzone consigliata da Spotify, i loro algoritmi sono ottimi!

    P.S. Pago premium

  • Bonnox

    mah, la versione free su smartphone non ha alcun senso: non dovrebbe nemmeno essere usata. io l’ho disinstallata da un po’. preferisco le scariche della radio FM.

  • DaniloG

    una canzone gratis si può tranquillamente sentire. Non la vedo una cosa così negativa.