07GETAWAY_SPAN-articleLarge

1,5 milioni di persone schedate come possibili terroristi negli ultimi 5 anni

Lorenzo Fantoni

Avete volato negli ultimi anni? Allora potreste essere finiti anche voi nella lista del governo americano in cui vengono schedati i possibili terroristi. I dati svelati durante una causa civile hanno infatti svelato che oltre 1,5 milioni di persone sono state aggiunti alla lista negli ultimi 5 anni. Una tendenza che  non sembra voler diminuire, visto che, se guardiamo la progressione: nel 2013 sono state aggiunte 468.749 persone,  nel 2012 336.712 in 2012 e 250.000 nel 2010.

Questa lista è stata creata nel 2003 e, secondo l’FBI permette agli agenti di “identificare conosciuti noti o potenziali che cercano di prendere un aereo, entrare in territorio americano, ottenere il visto o compiere altre attività. Secondo il governo è il più efficace strumento di antiterrorismo attualmente in uso.

Tuttavia, è inevitabile che molte delle persone presenti su quella lista sia completamente innocenti, e ottengano in cambio grandi problemi nel volare e ottenere i visti, senza considerare il fatto che a ogni controllo di sicurezza vengono controllati scrupolosamente. E visto che la lista, e i suoi criteri, sono in gran parte segreti, c’è ben poco che si possa fare per uscirne.

Proprio questo problema ha portato alla causa civile che ha rivelato l’impressionante numero di persone presenti nella lista. Il Concilio per le relazioni America-Islam ha portato avanti la causa in nome di un cittadino americano di origini somale, Gulet Mohamed, che si è visto impossibilitato a tornare negli Stati Uniti dal Kuwait a causa della lista. La vicenda legale contesta la costituzionalità della lista stessa, mentre gli avvocati del governo stanno cercando di chiudere il caso per paura di rivelare i criteri e gli appartenenti alla lista.