acer beingware StarVR HMD

Acer entra in IoT, auto connesse e realtà virtuale con BeingWare

Cosimo Alfredo Pina

Tra le tante novità che Acer ha portato al Computex 2016 non ci sono solo notebook e tablet, ma c’è anche BeingWare, un prodotto a tutto tondo (hardware, software e servizi) che affronta le branche emergenti della tecnologia consumer, come IoT, servizi connessi e realtà virtuale, in ogni loro aspetto. Sono diversi i campi su cui Acer punta con BeingWare.

Il primo è quello delle auto connesse, dove Acer BeingWare porta abMax01 un modulo che aggiunge il concetto dell’IoT ad ogni veicolo. L’obiettivo è quello di rendere accessibili i dati generati dalle varie componenti dell’auto per permetterne l’analisi e, ad esempio, prevedere gli interventi di manutenzione prima che si verifichi un guasto.

Il tutto passa per la connettività mobile, grazie una SIM integrata sul abMax01 che permetterà ai produttori di aggiornare anche gli infotainment con un semplice update OTA, come quelli a cui ormai siamo abituati sugli smartphone. Rimanendo nell’IoT, Acer BeingWare si interessa anche alle città con il concetto Smart City.

LEGGI ANCHE: Acer lancia nuovi Switch, tablet ibridi rifiniti in metallo da 199$

Questo si articola su delle applicazioni dei dispositivi connessi agli arredi urbani; un chiaro esempio è dato dal cocetto presentato da Acer, per una rete di illuminazione smart, capace di raccogliere anche dati ambientali su condizioni meteo e di qualità dell’aria.

Ovviamente anche l’ambito domestico è coperto da BeingWare e non solo con i classici dispositivi, come videocamere e di gadget di sorveglianza, ma addirittura con i classici elettrodomestici che si collegano al cloud per rendere ancora più comoda la quotidinità. Un esempio? Una macchina del pane capace di connettersi alla rete per scaricare le ricette e di farvi trovare il pane caldo ogni mattina.

BeingWare si occuperà anche di realtà virtuale. Ormai tutti i grandi big della tecnologia si sono buttati dentro a questo mondo e adesso anche Acer si aggiunge, grazie ad una joint venture con Starbreeze AB. Le due aziende si prepongono di realizzare un visore basato sul StarVR HMD, pensato per il settore business. Insomma Acer quest’anno ha messo un sacco di carne al fuoco ma per ora si parla soltanto di concetti di cui prima di vedere le prime applicazioni reali ci sarà da aspettare.