oculus rift final

L’ultimo aggiornamento dell’Oculus Store punta a bloccare i dispositivi di terze parti

Leonardo Banchi -

Oculus ha appena pubblicato un aggiornamento per il proprio store che introduce una novità davvero importante: da oggi, sarà infatti necessario avere un Rift collegato per poter scaricare giochi ed applicazioni.

Se per tutti i proprietari di Oculus Rift questa potrà sembrare un cambiamento irrilevante, non la vedranno decisamente allo stesso modo tutti coloro che fino ad ora si sono appoggiati a soluzioni come Revive per utilizzare i giochi di Oculus anche su HTC Vive.

LEGGI ANCHE: I videogiochi? Un business da circa 100 miliardi di dollari

Nonostante questa novità non sia un esplicito attacco a questo tipo di soluzioni, è piuttosto evidente che esse avranno vita breve, a meno che non vengano trovate modalità alternative per aggirare la limitazione.

Questa operazione è comunque piuttosto in contrasto con quanto affermato fino ad adesso dalla compagnia, la cui idea dichiarata era quella di trarre il proprio profitto senza vincolare le persone al proprio hardware, e che i programmi creati utilizzando Oculus Studios sarebbero rimasti un’esclusiva della piattaforma Oculus, ma non necessariamente del Rift. Siamo quindi di fronte ad un netto cambiamento di politica: come questo sarà accolto dagli utenti, è ancora tutto da scoprire.

Via: GSMArena