Il CEO Jeff Bezos spiega perché su Amazon non trovate Chromecast ed Apple TV

Cosimo Alfredo Pina

Si avvicinava la fine del 2015 quando Amazon annunciava ufficialmente, ma senza fornire spiegazioni, l’interruzione delle vendite, anche dal marketplace, dei popolari Chromecast ed Apple TV, anche quella di 4a generazione. Adesso è il CEO di Amazon, Jeff Bezos, a spiegare il perché di questa drastica manovra.

In un primo momento si era ipotizzato che la mossa potesse essere un modo estremo per spingere su Prime Video, il servizio e relativo player per lo streaming di serie TV e film, che ancora non è arrivato in Italia. In effetti le cose sono molto correlate, ma più articolate di quanto si possa pensare.

LEGGI ANCHE: Potrebbe essere in arrivo un programma beta per i firmware di Chromecast

Bezos aveva infatti teso la mano a Google ed Apple, dichiarandosi pronto a continuare le vendite qualora i due sistemi avessero integrato l’app Prime Video. “Quando vendiamo questi dispositivi, vogliamo che il nostro player – il nostro player Prime Video – vi sia installato”.

A Bezos è stato chiesto perché Amazon non abbia provveduto a realizzare app native per Apple TV e Chromecast (quindi Android), da installare come tutte le altre: “Puoi sempre portare il player sul dispositivo. La domanda è, puoi farlo con condizioni economiche accettabili?”. Il riferimento alle trattenute sulle entrate dei vari store è evidente.

Il concetto è quindi più che chiaro: fintanto non ci sarà un accordo con trattamento speciale per Amazon Prime Video i due dispositivi che rendono smart ogni TV continueranno ad essere grandi assenti dal catalogo del popolare shop online.

Via: Android AuthorityFonte: Recode