iPhone-7-final-3-612x470

Apple brevetta una super fotocamera con prisma e tre sensori, forse per il prossimo iPhone

Cosimo Alfredo Pina -

Se c’è una cosa su cui sempre più produttori di smartphone stanno spingendo per spiccare sulla concorrenza questo è il comparto fotografico. Apple non è da meno e sul recente iPhone 7 ha infatti montato una doppia fotocamera.

Il prossimo passo in questa direzione ce lo mostra forse i due brevetti depositati presso l’ufficio statunitense (n.9,467,666 e 9,466,653). Questi ci illustrano una fotocamera davvero particolare, niente di visto sui normali dispositivi di tutti i giorni ma qualcosa di più simile ad una strumentazione da laboratorio.

Nei documenti si fa infatti riferimento ad una specie di periscopio, dove la luce entra per poi essere riflessa verso un prisma che divide l’immagine in tre componenti (rosso, verde e blu) inviate a rispettivi sensori.

LEGGI ANCHE: Tre nuovi brevetti Apple, per tastiere meccaniche touch, connettori invisibili e mappatura laser

Grazie a questa tecnologia si riuscirebbe ad aumentare la risoluzione e la quantità di luce registrata, potenzialmente tre volte tanto rispetto ad un normale sensore Bayer. Inoltre lo specchio a 45° e il canale, in fondo al quale si trovano prisma e sensori, permetterebbero la relativamente facile implementazione di sistemi come stabilizzazione ottica e zoom ottico.

apple brevetto tre sensori

Nei brevetti si parla poi di algoritmi capaci di ricomporre l’immagine finale, con ottimizzazioni contro artefatti e per la massima qualità anche ai bordi dell’immagine. Non è la prima volta che Apple brevetta qualcosa del genere.

Già in passato l’azienda si era assicurata tecnologie basate su tre sensori, tre lenti o un prisma cubico. Sul web si vocifera che questo avanzato sistema sarà implementato sulle fotocamere prossimi iPhone.

In verità si tratta di un brevetto depositato a luglio 2015 e non è detto che questo si concretizzi su un prodotto Apple. Eventualmente siamo certi che il mondo dei rumor ci anticiperà qualcosa entro pochi mesi, anche se dubitiamo che la miniaturizzazione di un sistema del genere sia così semplice.

Fonte: Apple Insider