Apple brevetta una normale rete Wi-Fi che ricarica smartphone a distanza

Cosimo Alfredo Pina -

Per ora è solo un brevetto, ma le prospettive che apre sono davvero interessanti. A sottoporre il documento alla registrazione è stata Apple e in questo si parla di una tecnologia capace di ricaricare smartphone o altri dispositivi tramite la normale rete Wi-Fi e cellulare.

Nel brevetto si parla infatti di frequenze tra i 700 e 2.700 Mhz, dove ricadono anche quelle della comune rete cellulare, di rete Wi-Fi a 2,4 e 5 GHz, le comuni wireless, e anche delle cosiddette “onde millimetriche”, tra i 10 Ghz e 400 Ghz, dove ricade anche l’emergente protocollo WiGig 802.11ad a 60 Ghz.

LEGGI ANCHE: Ikea abbraccia la casa smart con lampadine ed hub wireless!

La tecnologia immaginata da Apple riguarda un “Sistema di ricarica e comunicazione con antenne patch dual-frequency”, questo il titolo del brevetto, basato su antenne beamforming ovvero che indirizzano e concentrano il segnale verso una specifica direzione, ovviamente verso il dispositivo connesso che monta antenne di ricezione con progettazione a “cerotto”, quindi con superficie relativamente ampia.

Presto potremo quindi ricaricare smartphone e dispositivi wireless con il router di casa? Purtroppo per ora il tutto rimane nel dominio dell’ipotetico ma non è da escludere che in un futuro non troppo remoto guarderemo a caricabatterie e powerbank con occhio nostalgico.

Via: The Verge, Apple InsiderFonte: USPTO
  • Francesco

    Io non capisco come funzionano i brevetti in America. Cioè basta avere l’idea?