Astro Teller illustra gli obiettivi di Google X Lab

Cosimo Alfredo Pina

Google X Lab è la divisione di Alphabet che si occupa di alcuni dei progetti più innovativi in arrivo dalla Silicon Valley. Il tutto con un approccio un po’ misterioso che non rivela troppi dettagli.

A portarci un po’ più dentro al mondo di Google X è il suo direttore: Astro Teller. La geniale mente a capo delle sperimentazioni di BigG ha spiegato, in un’intervista rilasciata al The Sidney Morning Herald, qual è lo scopo dell’esistenza di Google X:

“Il nostro obiettivo è quello di creare modelli di business in scala Google, che possano avere un impatto altrettanto positivo sul mondo”

Per questo Google X sta lavorando a diversi progetti come Project Wing, Project Loon, e Makani Power. Tutti sistemi che promettono di migliorare vari aspetti della vita, come logistica, energia ed accesso alla rete, sfruttando tecnologie all’avanguardia.

google x lab astro teller

Teller ha inoltre spiegato come dietro la nascita di progetti diventati più o meno reali, ad esempio le auto a guida autonoma, l’intelligenza artificiale di Google Brain e i Google Glass ci sia una ricca raccolta di fallimenti, base comune di ogni successo.

I tanti progetti ancora in ballo promettono ancora molto in arrivo dai Google X Lab anche se prima che queste idee si trasformino in qualcosa di effettivamente tangibile ci vorrà ancora tempo, impegno e anche un po’ di fortuna.

  • dgero83

    Ma cambiarsi nome questo? Giusto per essere più credibile… Sembra la rubrica settimanale dell’oroscopo.

    • Cosimo Alfredo Pina

      Non dirlo a lui che ha preferito Astro ad Eric 🙂

      • dgero83

        Cioè?

        • Cosimo Alfredo Pina

          Ha cambiato il suo nome da Eric ad Astro. Sembra lo chiamassero così fin dalle superiori per via del taglio di capelli (a spazzola) che ricordava un campo da gioco fatto di AstroTurf, una marca di erba sintetica:
          https://en.wikipedia.org/wiki/Astro_Teller

          • dgero83

            Ah, OK, dai allora c’è un motivo.