asus chromebook economico rockchip

ASUS starebbe per lanciare il Chromebook più economico sul mercato

Leonardo Banchi -

L’immagine di apertura, tratta dal nuovo catalogo della compagnia Troxell, mostra un prodotto inedito, le cui caratteristiche potrebbero far quasi pensare ad un errore di stampa: un nuovo Chromebook, targato ASUS, pensato per aggredire il mercato con il suo basso prezzo ed equipaggiato con un processore Rockchip.

LEGGI ANCHE: Acer dà uno schiaffo a Google con il suo nuovo Chromebook 15: la potenza di un Pixel, a metà prezzo

Nonostante le notizie riguardanti costo e disponibilità di questo nuovo modello, pare che l’utilizzo dei processori realizzati dall’azienda cinese permetterà ad ASUS di mantenere un prezzo basso, pur senza rinunciare ad altre caratteristiche in grado di porre il nuovo esemplare in piena concorrenza con i modelli attualmente esistenti.

Stando al volantino, il nuovo ASUS C201 dovrebbe infatti offrire:

  • Display  da 11,6 pollici con risoluzione HD (1366×768)
  • Processore RockChip 3288-C SoC @ 1,8GHz
  • 2GB di RAM (o 4GB per alcuni modelli)
  • 16GB di memoria eMMC
  • Webcam VGA

Non si hanno invece notizie riguardo ai materiali o alle porte di cui sarà dotato il computer, ma visti i precedenti appare logico pensare che ASUS vorrà includere il classico set di porte USB, il connettore per l’uscita video ed un lettore di schede di memoria.

Possiamo inoltre solo fare ipotesi su prezzo e prestazioni effettive. Quanto al primo, se l’obiettivo di essere il Chromebook più economico sul mercato sarà effettivamente raggiunto, il prezzo di lancio dovrà essere inferiore ai 199$: cifra decisamente accettabile per un dispositivo che, sulla carta, dovrebbe essere in grado di garantire una discreta fluidità per tutte le operazioni, posizionandosi più o meno allo stesso livello di quelli equipaggiati con NVidia Tegra K1.

asus chromebook economico rockchip

Via: OMGChrome
  • Matteo Bottin

    Sicuri che la risoluzione dello schermo non sia 1366×768?

    • Leonardo Banchi

      corretto il typo… grazie!

      • Matteo Bottin

        Di niente, siamo qui apposta 😀