uber_tariffa

Auto di Uber coinvolta in un inseguimento

Lorenzo Fantoni

Tre passeggeri di un’auto di Uber sono stati coinvolti nei giorni scorsi in quella che è stata a tutti gli effetti un vero e proprio inseguimento per le vie di Washington.

Ryan Simonetti e due suoi due colleghi di lavoro sono infatti saliti su una delle vetture del famoso e discusso sistema di taxi privati proprio mentre il conducente stava discutendo con un ispettore dei taxi di Washington.

Non appena i tre sono saliti a bordo il conducente è partito a gran velocità, bruciando un semaforo rosso, mentre l’ispettore iniziava l’inseguimento.

Il tutto è durato circa otto minuti, dopo i quali l’ispettore è riuscito a fermare la macchina di Uber. A quel punto il conducente ha fatto uscire i tre spaventati passeggeri per per poi minacciare l’ispettore e imboccare una rampa dell’autostrada contromano.

Il tutto purtroppo è successo mentre il sistema di comunicazione della polizia era in black out, il che non ha permesso alla polizia di intervenire. Uber non ha rilasciato dichiarazioni se non che collaborerà con la polizia per le indagini e che ha già provveduto a revocare la licenza all’uomo.