AVM al MWC: arrivano i primi router Frtiz! con design “tradizionale” ed altre novità (foto)

Nicola Ligas

AVM è un’azienda tedesca dedita al networking, che probabilmente molti di voi conosceranno grazie anche ai nostri articoli, e proprio perché conosciamo la qualità dei suoi prodotti, abbiamo fatto visita al suo stand al MWC.

Anzitutto diamo qualche numero. AVM è un’azienda di 660 dipendenti, ovvero piuttosto grande, considerando che il suo core-business non è troppo variegato, che solo nel 2016 ha fatturato oltre 440 milioni di euro, e proprio la nostra Italia è il suo secondo mercato, dopo la madre patria Germania.

I prodotti Fritz! coprono ormai tutte le vostre esigenze di networking, dai classici modem / router Fritz!Box, dalla forma così particolare che è difficile passino inosservati (ma non giudicateli poco professionali solo per quello, perché commettereste un grande errore), a tutto ciò che può migliorare la connettività domestica / in ufficio: repeater (anche compatibili DVB-C), powerline, e stick USB su tutti.

Non manca lo strato software, rappresentato dall’app per dispositivi mobili e soprattutto da Fritz!OS, il sistema operativo che gestisce le funzioni dei vari dispositivi, e che brilla per semplicità ma al contempo anche per funzionalità. Fritz! brilla infatti per QoS, gestione delle reti guest con tante opzioni di personalizzazione e sicurezza, facilità nell’apertura delle porte, indispensabili per gaming e altro.

Tra le novità più interessanti, abbiamo la nuova serie 7, capitanata dai  Fritz!Box 7581 e Fritz!Box 7582, che rinunciano al design così caratteristico dei Fritz! a favore di uno più tradizionale (vedi prima immagine in galleria), cercando forse di convincere anche i clienti scettici per un puro fatto estetico. Presto poi dovremmo avere un prodotto che punti ancora di più sul design.

Parleremo senz’altro più nel dettaglio di questi nuovi prodotti nei mesi a venire, magari con una recensione completa che ne analizzi le migliori qualità.