barilla pasta stampa 3d

Barilla rivede in chiave futuristica la pasta fatta in casa con la stampa 3D

Cosimo Alfredo Pina

Se uova, farina e matterello non fanno per voi e vi trovate più a vostro agio tra servomotori ed estrusori, Barilla sta lavorando ad una soluzione per voi. Durante lo scorso Cibus, uno degli eventi italiani più importanti nel campo dell’industria alimentare, la storica azienda ha infatti mostrato un sistema per stampare in 3D la pasta.

Nata da una collaborazione con il centro di ricerca olandese TNO, durata ben quattro anni, la particolare stampante da cucina usa un mix di semola ed acqua, che tra l’altro può essere personalizzato con altri ingredienti come verdure, legumi o altri cereali, per realizzare pasta con formati altrimenti impossibili da realizzare con altri metodi.

LEGGI ANCHE: Barilla lavora con Whirlpool al forno che cucina da solo

Un chiaro esempio di quello che è possibile ottenere ce lo dà il video ufficiale pubblicato da Barilla che riportiamo anche qui sotto. L’azienda non ha spiegato se la soluzione sia pensata per l’ambiente casalingo, ma considerando la complessità vogliamo immaginare che il tutto sia un progetto sperimentale da portare magari solo nelle cucine dei ristoranti più esclusivi, dove anche dettaglio come la forma della pasta può fare la differenza sulla riuscita, in termini estetici e di gusto, di un piatto.

Fonte: Wired