batterie litio sicure

Le batterie al litio potrebbero presto smettere di esplodere (video)

Leonardo Banchi

Le batterie agli ioni di litio sono tristemente note per un particolare: quando si surriscaldano, tendono ad espandersi, e se la loro realizzazione non è stata curata con tutte le attenzioni necessarie, possono arrivare a prendere fuoco o perfino a scoppiare. Ciò ha fatto sì che molti dispositivi equipaggiati con potenti batterie di questo tipo non siano ammessi sui voli aerei, e ha più volte portato l’attenzione degli utenti di tutto il mondo su prodotti afflitti da questa problematica.

Grazie ad alcuni ricercatori dell’Università di Stanford, però, il problema potrebbe presto essere risolto: essi hanno infatti creato una batteria agli ioni di litio che, quando si surriscalda, si spegne automaticamente rimanendo in attesa fin quando la temperatura non sia tornata ad un livello canonico.

LEGGI ANCHE: Ricaricare lo smartphone di notte fa male alla batteria?

Tale risultato è stato ottenuto circondando la batteria con un sottile film conduttivo contenente particelle di nickel: al surriscaldarsi della batteria, essa si espande, allontanando l’una dall’altra le particelle conduttive ed interrompendo così il circuito. Solo con la successiva contrazione del film dovuta al raffreddamento, e al conseguente riavvicinamento delle particelle, il meccanismo può riprendere a funzionare.

Il processo, apparentemente semplice ma di realizzazione non banale, è esaustivamente spiegato nel video che trovate a seguire: non resta quindi che guardarlo, ed attendere l’arrivo di questa tecnologia su tutti i dispositivi per potersi così affidare a batterie agli ioni di litio finalmente del tutto sicure.

Via: Engadget
  • Psyco98

    Quindi un telefono potrebbe spegnersi dal nulla durante l’utilizzo?

    • meglio che si spenga che esploda, no? 🙂

      • Phelton Birmingham

        ma scherzi? per molti è meglio che esploda con il rischio di farti saltare una mano piuttosto che interrompere la lettura di Facebook…. sennò come si fa a mettere il like allo stato “in bagno” sul profilo dei propri amici.

      • Psyco98

        Era per capire, anche perché immagino che con utilizzi normali raramente si accadrebbe abbastanza.
        Una tecnologia del genere andrebbe saputa gestire decentemente: la prima cosa che mi è venuta in mente pensando ad un utilizzo intenso è AutoCAD usato su un Surface, solo che prima di perdere parecchio lavoro sarebbe carino un avviso che dica che la batteria sta scaldando, quindi oltre che lo sviluppo materiale dovrebbe esserne fatto uno software e non vedo come sarebbe implementabile.
        E comunque ogni volta che leggo qualcosa sulle batterie nemmeno lo prendo più sul serio xD

        • Beh su un dispositivo come un Surface è anche più facile inserire un’eventuale batteria d’emergenza per mantenere attivo il dispositivo e permetterti di mettere in salvo i progressi lavorativi e non e spegnere il tutto.

          • Psyco98

            Effettivamente…

  • Valdos

    Il throttling della batteria mi mancava.

  • Davide

    che detta così sembra che l’isis non abbia più armi…