bittorrent now_1

Da BitTorrent un’app per lo streaming di musica e video su Android, iOS ed Apple TV (foto)

Cosimo Alfredo Pina BitTorrent Now è un'app per Android, iOS ed Apple TV che permette lo streaming di musica e video. Ovviamente solo contenuti legali e per veri amanti dell'indie!

L’azienda ci aveva anticipato da tempo di essere al lavoro su qualcosa di dedicato al mondo del multimedia e la cosa diventa oggi ufficiale con BitTorrent Now, l’ultima app nata dalla realtà dietro il popolare protocollo P2P.

Questa però non ha niente a che fare con lo scambio illegale di file, ma è piuttosto qualcosa di simile Netflix e Spotify, solo per artisti indipendenti. Infatti su BitTorrent Now troverete solo contenuti legali, distribuiti da artisti in cerca di fama.

LEGGI ANCHE: BitTorrent Sync cambia nome e diventa Resilio, una realtà a sé stante

Il creatore potrà decidere di offrire i suoi media, musica o video, in maniera gratuita oppure con la possibilità di monetizzare con pubblicità o pagamenti diretti. In effetti la sovrapposizione con YouTube e SoundCloud è indubbia, ma Straith Schreder di BitTorrent, ha spiegato che la svolta di Now è legata al fatto che i publisher non sono più legati ad un singolo tipo di contenuto.

A tal proposito in futuro sul palinsesto di Now ci saranno anche contenuti per la realtà virtuale. Peccato che per ora non si parli ancora di tecnologia P2P e che il sistema di streaming sia legato a streaming convenzionale (voi che vi connettete ai server BitTorrent), ma anche questo aspetto dovrebbe cambiare con l’evolversi della piattaforma.

Come detto Now è un’app per Android, iOS ed Apple TV; per ora però è disponibile solo per il robottino verde (dove tra l’altro non sembra neanche funzionare), mentre sul panorama Apple “arriverà a breve”. Vi tufferete dentro lo streaming legale di BitTorrent o i contenuti così indie non fanno per voi?

Via: The Verge
  • Andrea__93

    Non potrebbe mai funzionare correttamente, soprattutto in ambito mobile, dove nel 99%dei casi i dispositivi si trovano dietro NAT, sia sotto rete dati che tramite WIFI (a meno che si configurano le opportune regole di NAT sul Router)

    • Filo

      Sono nati apposta i protocolli upnp e NAT-pmp

      • Andrea__93

        Non sono funzionalità abilitate su tutti i router e tra l’altro presentano anche delle vulnerabilità. Sul mio ho disabilitato l’upnp ed ho impostato delle regole statiche per alcune porte. Ma ad ogni modo sono protocolli che non funzionano sulle connessioni mobili degli operatori.
        Solo Wind dava un IP pubblico non nattato (testato personalmente 2 anni fa), non so se è ancora cosi