BMW K 1600 GT

BMW K 1600 GT: la prima moto connessa integra SIM Vodafone per l’SOS (video)

Cosimo Alfredo Pina

Grazie alla collaborazione tra Vodafone e BMW la K 1600 GT, la prima moto moto connessa dell’azienda, arriva anche in Italia con i servizi eCall/ ACN (Emergency Call/Automatic Collision Notification). La due ruote cela infatti un sistema che connettendosi grazie alla SIM integrata notifica un call center BMW in caso di incidente.

Vari sensori sono in grado di capire se c’è stato un incidente; in questo caso (o con il pulsante di atti azione manuale) il sistema eCall/ ACN viene attivato e parte subito una segnalazione di emergenza verso un apposito call center a cui vengono anche inviate altre informazioni importanti, come ad esempio la posizione ricavata dal GPS.

Una volta partita la chiamata l’utente può annullarla, ad esempio in caso di falsi allarmi, con l’apposito pulsante oppure conversare con l’assistente con il vivavoce integrato (BMW si assicurerà di collegarvi a qualcuno che parli la vostra lingua). Nei casi peggiori gli addetti al servizio possono avvertire direttamente i soccorsi fornendo la posizione.


“La collaborazione con BMW per connettere la nuova BMW K 1600 GT è un chiaro esempio delle molteplici potenzialità dell’Internet of Things. E siamo solo all’inizio se si pensa che entro il 2020 sono stimati circa 20 miliardi di dispositivi connessi”

Ivo Rook, Internet of Things Director di Vodafone

Nelle auto esistono da anni servizi del genere e ora BMW sdogana questa apprezzabilissima tecnologia sulle sue touring, sperando che anche gli altri produttori siano pronti a fare altrettanto.


BMW K 1600 GT: LA NUOVA MOTOCICLETTA CONNESSA DA VODAFONE

 

  • SIM Vodafone integrata al sistema ConnectedRide eCall di BMW per le chiamate d’emergenza
  • Viaggiare connessi migliora la sicurezza del traffico su strada

 

Il nuovo modello K 1600 GT è  la prima motocicletta connessa di BMW che, grazie alla presenza di una SIM Internet of Things Vodafone a bordo, consente di usufruire del servizio di chiamata di emergenza “eCall” di BMW, in caso di incidente o emergenza. La connettività di Vodafone è integrata nel sistema di BMW Motorrad ConnectedRide eCall/ ACN(Emergency Call/Automatic Collision Notification) e utilizza la capillarità della rete Vodafone, presente in tutta Europa, per ricevere assistenza o soccorso in caso di incidente nel minore tempo possibile, migliorando così  la sicurezza del traffico stradale. Ad oggi, più di 2,5 milioni di auto BMW sono connesse tramite la rete di Vodafone.

 

“La collaborazione con BMW per connettere la nuova BMW K 1600 GT  è un chiaro esempio delle molteplici potenzialità dell’Internet of Things. E siamo solo all’inizio se si pensa che entro il 2020 sono stimati circa 20 miliardi di dispositivi connessi”, ha dichiarato Ivo Rook, Internet of Things Director di Vodafone.

 

La nuova K 1600 GT di BMW ha una SIM IoT di Vodafone sotto il sedile che, in caso di incidente, tramite il sistema Motorrad ConnectedRide inoltra in automatico una chiamata di emergenza al call center di BMW. Sviluppato da BMW Motorrad, il sistema ha vari sensori che monitorano anche la velocità e l’inclinazione della motocicletta, in modo da cogliere precisamente il momento in cui avviene l’incidente e attivare immediatamente la chiamata d’emergenza. In alternativa, per contattare il call center di BMW, Il motociclista può anche utilizzare il pulsante di SOS presente sul manubrio. Oltre alla chiamata di emergenza, vengono trasmesse altre informazioni importanti, come ad esempio la posizione GPS della moto. Secondo la gravità dell’incidente, poi, il call center di BMW allerta il soccorso o tenta di contattare il motociclista mediante il sistema audio incorporato. Il sistema Motorrad ConnectedRide eCall consente ai servizi di assistenza di diminuire fino al 50% circa i tempi di arrivo sul luogo dell’incidente.

 

Grazie alla capillarità della sua rete, Vodafone è in grado di trasmette le chiamate d’emergenza in tutta Europa. Il sistema, inoltre, rileva il luogo dell’incidente e in caso esso avvenga all’estero, chi chiama viene assegnato a un operatore del call center di BMW che parla la sua stessa lingua.