chargepoint home 1

ChargePoint Home: una stazione di ricarica casalinga per auto elettriche (foto)

Leonardo Banchi

Una delle perplessità che sicuramente colpisce chi pensa di acquistare un’auto elettrica, attualmente, è sicuramente quella relativa alla disponibilità di stazioni di ricarica: mentre negli Stati Uniti esse sono sempre più frequenti, anche se non quanto le tradizionali pompe di benzina, nel vecchio continente è ancora alto il rischio di dover modificare appositamente l’itinerario del proprio viaggio, a causa del timore di esaurire l’autonomia della propria vettura.

Durante il CES di Las Vegas, però, la compagnia ChargePoint ha presentato ChargePoint Home, una stazione di ricarica che può essere installata in qualunque abitazione, permettendo così di velocizzare la ricarica della propria automobile elettrica sfruttando al massimo i momenti in cui essa si trova in garage.

LEGGI ANCHE: BMW presenta un lampione per ricaricare le auto elettriche

ChargePoint è un nome già noto nell’ambito della ricarica di vetture elettriche: la sua infrastruttura di stazioni di ricarica è infatti una delle più estese degli Stati Uniti, ma il piano dell’azienda è adesso quello di espandersi direttamente in casa di chiunque possieda un’auto elettrica.

ChargePoint Home è una stazione di ricarica di livello 2, che viene collegata a una presa da 240V: questo fa si che la ricarica dell’automobile possa avvenire in modo significativamente più rapido che attraverso il collegamento ad una normale presa casalinga. Questa capacità, però, non si riflette negativamente sull’aspetto del dispositivo, che appare snello e poco ingombrante. Il suo look elegante lo rende così perfetto per essere installato all’interno di una abitazione, anche grazie alla possibilità di poter utilizzare un cavo intercambiabile, della lunghezza di 3, 5 o 7 metri a seconda dell’esigenza.

Il guidatore potrà inoltre avere informazioni sullo stato della ricarica attraverso una rapida occhiata, grazie al LED luminoso che indicherà se la stazione sta ancora lavorando alla ricarica dell’automobile oppure si trova in standby.

Infine, ChargePoint Home è studiato per adattarsi perfettamente alle case moderne, grazie alla possibilità di connettersi alla rete WiFi: questo permetterà al proprietario di monitorare la ricarica dal proprio smartphone, bloccandola ed avviandola a piacimento, oppure programmandola per utilizzare le ore a tariffa agevolata, ma consentirà anche alla stazione di dialogare con dispositivi come il termostato smart Nest, automatizzando alcuni comportamenti ed implementando funzioni di sicurezza che ne causeranno lo spegnimento in caso di sovraccarichi di tensione.

ChargePoint Home sarà disponibile a partire dalla metà dell’anno, ad un prezzo non ancora specificato.

  • Claudio Venturini

    Scusate non capisco. Coma fa a caricare più velocemente di una normale presa casalinga? Le normali prese casalinghe sono fra 220 e 230 V, non penso che 10 V in più facciano la differenza. Tra l’altro la stazione di ricarica dove andrebbe collegata? Prese da 240 v in casa non ce n’è…