google cast

Nuovo Chromecast in arrivo assieme ai Nexus, supporto a Spotify incluso (foto)

Nicola Ligas -

Non solo Nexus nell’evento del 29 settembre prossimo (evento non confermato ufficialmente ma sempre più probabile) ma anche tante novità per Chromecast.

Anzitutto arriverà la seconda generazione di Chromecast, che a quanto pare dalle sfocate immagini disponibili abbandonerà il design da “pennina” per una forma più tondeggiante, che sinceramente ci sembra assai scomoda da inserire sul retro di un televisore.

Le novità sotto al cofano includono però un Wi-Fi migliorato (probabilmente ac, laddove l’attuale modello si ferma al Wi-Fi n), la possibilità di inserire dei feed nella home di Chromecast (non sappiamo di preciso da che tipo di contenuti, ma è facile immaginare social e news), ed una nuova funzione chiamata Fast Play, che pensiamo dovrebbe permettere una maggiore rapidità nell’invio di contenuti, da sempre uno dei passaggi più lenti con Chromecast.

LEGGI ANCHE: Play Music riproduce gapless

Chromecast Audio è però forse la novità più significativa, che permetterà al dongle di collegarsi direttamente a qualsiasi speaker tramite cavo audio, espandendo così il concetto di Google Cast for Audio già lanciato mesi fa. Questo significa, su speaker adatti, audio multi-room, e la possibilità di inviare contenuti audio sia da Android che da Chrome, oltre ad una qualità audio superiore al classico Bluetooth.

E sempre in materia di audio, le novità non finiscono qui, perché pare che stia arrivando anche il supporto di Chromecast a Spotify, quindi, indipendentemente che abbiate la prima o la seconda generazione del pennone di Google, potrete inviarvi contenuti anche dal celebre servizio di musica in streaming.

Come già accennato, Chromecast 2 dovrebbe arrivare a fine mese assieme ai nuovi Nexus, con un lancio iniziale previsto in 10 paesi (non abbiamo l’elenco, spiacenti) e dovrebbe avere un prezzo molto contenuto, affine all’attuale modello.

Via: 9 to 5 GoogleFonte: 9 to 5 Google
  • konami7

    Ho il primo modello e prenderò anche questo nuovo… Speriamo sia in vendita subito qui da noi… 😉

  • Stefano Mastrocinque

    E te pareva, l’ho comprata giusto una settimana fa, ora esce il nuovo modello, ARGH

    • Okazuma

      Mai comprare prodotti alla vigilia della presentazione dei nuovi XD

      • Stefano Mastrocinque

        “Tu lo dici” ! 🙂
        Ma ne avevo una l’anno scorso, poi regalata a mio padre e dopo quasi 6 mesi di astinenza, l’ho dovuta ricomprare per forza! è troppo comoda per quel poco che ci faccio!

    • Francesco

      Io sapevo che se compri un prodotto Google dal Google Store 15 giorni prima che un nuovo modello venga presentato, puoi chiedere il rimborso :3

  • Se è quello che si vede nelle immagini è orrendo

    • lo devi mettere dietro al televisore, mica appendertelo al collo! 🙂

      • ho capit,o ma quanto spazio occupa? se hai ingressi nella tv vicini tra loro questo coso ti impedisce di usare le altre porte

        • And91

          No perché, da quanto si vede nella immagini. La nuova chromecast avrà l’HDMI femmina e si collega al TV via cavo, non ha il maschio come la vecchia chromecast, poi oh potrei sempre sbagliarmi (il che è anche molto probabile xD).

        • sì, ma tu non ti eri lamentato dello spazio occupato, ma della bruttezza! 😉

        • miconsenta

          Nella versione attuale del Chromecast viene fornita in dotazione una prolunga di una decina di centimetri proprio per questo motivo, infatti io la uso, magari sarà così anche per la nuova versione 🙂

  • leonardolol

    Davvero contento della prima versione ma speriamo che la forma del successore sia diversa. Spero ne facciano una Nexus TV economica per streaming veloci e completi. Quella attuale delude per certi aspetti

  • IvanBotty

    è orribile…

  • TheAlabek

    Quindi mi potrò prendere chromecast a tipo 15€? Ahahah

    • michele merlini

      “e dovrebbe avere un prezzo molto contenuto, affine all’attuale modello.”
      l’attuale modello costa 35€

      • TheAlabek

        Punto, se il nuovo modello ha un prezzo vicino al vecchio, il vecchio scende di prezzo. Non mi pare ci sia un 2 nel mio commento

  • io francamente, con il computerino android + app showbox (solo in lingua originale, però ci sono i sottotitoli) ho scoperto un altro mondo, altro che chromecast. Certo si spende di più e si prega che funzioni.

    • ferragno

      showbox??? mi dai + info?

      • basta che cerchi showbox app. Non si trova sul play store, ovviamente… Disclaimer: è un’app che io non so se installerei sul mio telefono e sul mio account google principale (sul computerino android ne uso un altro).

        • ferragno

          e xk?

          • beh, l’app non è sul play store quindi non ha il minimo controllo (se mai ce ne fosse uno sul play store, visti i recenti casi di malware…), non sai chi è lo sviluppatore e non sai esattamente cosa fa l’app una volta che la installi, quali dati raccoglie e a chi vanno… molto probabilmente non c’è alcun problema e guadagnano semplicemente con la pubblicità, ma io col telefono e con l’account google ci faccio tutto, ci accedo all’home banking, ci faccio pagamenti, ci tengo tutte le mie password eccetera… su quell’account e sul telefono tengo solo app fidate. Tu conta che a un paio di persone che conosco hanno craccato l’account google, fortunatamente solo per usarlo come fonte di spam, ma sono entrati dentro, hanno cancellato per esempio tutti i contatti e in ogni caso hanno avuto accesso a tutte le email, naturalmente non è assolutamente detto che siano entrati tramite un’app, più probabile che abbiano carpito la password con un qualche malware da PC o tramite phishing, in ogni caso quando il nostro account google inizia a essere piuttosto importante è bene tenerlo protetto e per l’installazione delle app su cellulare bisogna usare le stesse cautele di quando si installa software sul pc, ovvero sapere cosa stai installando.

          • Droidosauro

            quando si installa un’app, basta vedere i permessi che è in grado di ottenere. Per mantenere la sicurezza del proprio account Google basta attivare la procedura in 2 passaggi. Le password tienile al sicuro in un software adatto a tale scopo (es. KeePass), non vanno certo conservate in note di Gmail. I tuoi amici sono stati evidentemente vittima di phishing, perché in tanti anni a me non è mai stato craccato alcun account Google (ne ho una trentina, perché all’epoca bisognava avere un invito e mi feci un sacco di account per avere tanti inviti da inviare)

            Il giorno 19 settembre 2015 10:58, Disqus ha scritto:

          • certo, ho tutte le misure necessarie, le pwd sono ovviamente in un software adatto, su google ho l’autenticazione in 2 passaggi, phishing credo di essere abbastanza esperto per non caderci eccetera eccetera.
            Però la prudenza non è mai troppa, Android è un colabrodo, basta vedere quanto è facile acquisire i permessi di root sfruttando bug, ed è così da anni. Ricordiamoci di app come la fantastica towelroot: sfruttava un bug così potente che era sufficiente installarla per avere il root. Ora, se lo faccio io va bene, ma una qualsiasi app potrebbe usare la stessa tecnica per rootare il telefono a tua insaputa, e a quel punto fare quello che gli pare indipendentemente dai permessi. Per quanto riguarda i software di gestione password, vogliamo parlare dei recenti bug di lastpass ad esempio?
            Insomma, non siamo mai 100% al sicuro solo perché pensiamo di essere smart, perché i software che usiamo sono pieni di bug di sicurezza. Un minimo di prudenza bisogna averla, e se installo un’app cinese scaricata al di fuori dal market so che un minimo di rischi posso correrli. Così la vedo io. Senza essere paranoici, s’intende.

  • TheMetalgta

    F5

    • michele merlini

      win!!

  • Mattia

    Speriamo che il supporto a spotify nn richieda l’abbonamnto premium come sugli ampli yamaha.

    • michele merlini

      o su gli altoparlanti Samung