circuito vegemite

I circuiti elettrici del futuro saranno commestibili (ma probabilmente disgustosi)

Leonardo Banchi

A meno che non viviate in Australia, difficilmente avrete presente cosa sia la Vegemite: essa, infatti, è una crema spalmabile a base di lievito, molto popolare nel suddetto paese e in Nuova Zelanda, ma pressoché sconosciuto nel resto del mondo. Tuttavia, gli studi del professor Marc in het Panhuis dell’ARC Centre of Excellence for Electromaterials Science potrebbero presto espandere la sua fama anche negli altri continenti, almeno fra gli appassionati di elettronica.

LEGGI ANCHE: Il makeup diventa elettronico e consente trasformazioni incredibili

Lo studioso, infatti, ha messo alla prova il prodotto da un punto di vista davvero inedito scoprendo che esso, grazie probabilmente alla sua natura salata, è in grado di condurre corrente.

La prospettiva potrebbe comunque apparire decisamente poco interessante, fino a che non si pensa al possibile sviluppo ipotizzato dallo stesso professore: la consistenza “pastosa” della crema sembra infatti perfetta per essere modellata attraverso una stampante 3D, dando così vita ad una specie di filo elettrico a base di Vegemite, e gettando le basi per una serie di apparecchi elettrici commestibili.

A dire il vero, anche sotto questa luce è attualmente difficile immaginare gli usi che un circuito stampato su una fetta di pane potrebbe avere, ma chi siamo noi per chiudere la porta al futuro?

Via: TechCrunch
  • Daniele Leopardi

    Ahahahahahahahah!!! 🙂