cisco final

Cisco: 5.500 licenziamenti per passare dal networking ad IoT, sicurezza e cloud

Cosimo Alfredo Pina

Cisco Systems Inc si starebbe preparando ad un importante cambiamento, che si rifletterà anche sulla sua forza lavoro. Stando a quanto riporta Reuters, l’azienda ormai storica nell’ambito del networking (router, swtich e simili), soprattutto quello enterprise, si concentrerà su altri campi come IoT, sicurezza e cloud.

A spingere Cisco verso questa decisione sarebbero molti fattori, primo fra tutti la pressante concorrenza, anche quella di Huawei che in reti e telecomunicazioni si è ritagliata una fetta importante di mercato. Ce lo dimostrano anche gli ultimi risultati finanziari dell’azienda che nel suo trimestre concluso il 30 luglio ha registrato un calo del 6% in termini di entrate dai router.

Il nuovo amministratore delegato Chuck Robbins, subentrato l’anno scorso, ha fin da subito dato una nuova impronta a Cisco, orientandola fortemente verso software e servizi, anche con un sacco di acquisizioni nel campo dei dispositivi connessi, della sicurezza dei dati aziendali e del cloud.

LEGGI ANCHE: Microsoft ha perso 8 miliardi con Nokia e licenzierà altri 1.850 dipendenti

Considerate che negli ultimi risultati il comparto sicurezza per le aziende ha registrato un +16% e a quanto pare la strategia di Rubbins sta dando i suoi frutti, visto che nell’ultimo trimestre il guadagno netto è stato di 2,81 miliardi di dollari (o 0,56$ per azione) contro i 2,32 miliardi di dollari dello scorso anno.

La migrazione quindi continuerà anche con il già citato importante sfoltimento della forza lavoro con un taglio di circa il 7%, ovvero 5.500 posti che stando ad alcune fonti potrebbero nei prossimi mesi salire a ben 14.000.

Fonte: Venture Beat