Google è ancora una volta il miglior posto dove lavorare, secondo Fortune

Cosimo Alfredo Pina - Per l'ottavo anno di fila, Fortune vi fa sperare che qualcuno a Google legga il vostro curriculum

Ottavo trofeo d’oro per Google che anche nel 2016 si è rilevata, secondo Fortune, la migliore azienda statunitense dove lavorare. La classifica viene stilata con dei sondaggi fatti ai dipendenti, che vengono invitati ad esprime opinioni su vari aspetti della vita aziendale.

A seguire il colosso di Mountain View ci sono Wegmans Food Markets, al secondo posto, e Boston Consulting Group. In effetti il concetto “Dipendenti contenti si traducono in una società di successo” auspicato da Fortune sembra andare di pari passo con la crescita di Google.

LEGGI ANCHE: Niente più 100 GB gratuiti su Google Drive per le Guide Locali di livello 4

BigG è indubbiamente una delle aziende che hanno segnato la storia e che ancora oggi rivaleggia in borsa con Apple e pochi altri per il posto di realtà con il maggior valore. Vedremo se gli investimenti su cloud, machine learning ed intelligenze artificiali continueranno a trainare verso questa direzione. Nel frattempo sapete già dove mandare il vostro curriculum.

Via: corrierecomunicazioni.it
  • Tiwi

    posso immaginare..comfort a gogo 😀

  • Velcoro

    fanno come cazzo gli pare…. ho visto un video dei loro svaghi, e pause pranzo…. praticamente una sala giochi.

    • boosook

      ti posso garantire che in questi posti se fai come cazzo ti pare, se ti limiti a fare le tue 8 ore quotidiane di cui 2 passate a giocare a biliardino, non vai oltre i primi 6 mesi. 🙂

      • Velcoro

        certo è ovvio, dicevo che non è che si spaccano la schiena… oppure non sono uffici noiosi, insomma è tutto un altro mondo

  • Fabrizio La Daga

    Anni fa vidi un documentario a riguardo. I dipendenti godono di diverse comodità, come una intera area cucina completamente aperta fino a campi da beach volley per fare una pausa-partita con i colleghi.
    Nonostante questa idea da “paese dei balocchi” Google (come è giusto che sia) pretende una certa produttività altrimenti sei fuori. Di sicuro non è un posto per il classico dipendente pubblico italiano. Ti offrono tutte le comodità possibili e immaginabili, ma poi devi dar conto di ciò che hai combinato tra una partita a beach volley e l’altra.
    Credo sia l’ambiente ideale per coloro che riescono a concentrare un grande impegno in poco tempo piuttosto che procastinare i compiti per tutte le 8 ore. Una volta che hai fatto il tuo, e bene, per loro non fa più differenza se stai un’ora ad ingozzarti davanti ai frigoriferi o sguazzi nella sabbia.

    • boosook

      8 ore? ahahah 🙂

      • Fabrizio La Daga

        Indicativamente XD

  • Fabrizio La Daga
  • Polezzz

    Dopo il Parlamento in Italia. 😉