Cocoon (6)

Cocoon, la sicurezza per la casa reinventata (foto e video)

Leonardo Banchi -

I dispositivi per la sicurezza delle nostre case, in quest’ultimo periodo, sembrano aver subito una importante spinta: ciò probabilmente è dovuto alla crescente capacità di rimanere collegati alla nostra abitazione anche quando ci allontaniamo, resa possibile da tablet, smartphone e connessioni mobili, ma sicuramente anche a una generale insoddisfazione nei confronti di quelli che abbiamo utilizzato fino ad adesso.

LEGGI ANCHE: SandboxHome: un innovativo sistema per la sicurezza della propria casa

Questo pensiero ha spronato i creatori di Cocoon, un nuovo dispositivo antifurto per la nostra casa, ad intraprendere una strada piuttosto originale, che puntasse a stravolgere il tradizionale modo di concepire i sistemi di sicurezza.

Secondo gli sviluppatori, infatti, i principali punti deboli dei metodi adottati fino ad ora risiedono nella necessità di attivazione, che comporta la possibilità di uscire senza aver attivato l’allarme, alla possibilità di falsi allarmi, che molto spesso scoraggiano eventuali interessati dall’installazione nella propria casa, e alla necessità di molti supporti per coprire le varie aree della casa, che comporta una rapida crescita dei costi di allestimento del sistema.

Cocoon stravolge quindi tutto ciò, grazie ad un unico dispositivo che, sorprendentemente, promette di poter tenere sotto controllo tutta la nostra abitazione. Esso integra molti sistemi, fra cui un microfono, una telecamera in alta definizione e un sensore di movimento, per studiare il modo in cui gli occupanti “legittimi” si muovono dentro casa, imparando così ciò che avviene in situazioni di normalità.

Grazie a questo processo non sarà necessario ricordarsi di attivarlo uscendo di casa, poiché in ogni momento Cocoon controllerà la vostra abitazione, proteggendola da intrusioni indesiderate e inviando una notifica al vostro smartphone (permettendovi anche di utilizzare la videocamera per visualizzare la situazione) in caso di attività sospette.

La vera rivoluzione di Cocoon risiede però anche nell’utilizzo di un particolare sensore, chiamato SUBSOUND, in grado di rilevare gli ultrasuoni non udibili dall’occhio umano, che permette al dispositivo di accorgersi di attività sospette anche in aree della casa diverse da quella nella quale si trova, accentrando così tutto il sistema di sicurezza in un unico, elegante oggetto.

I creatori, che stanno utilizzando e testando da tempo alcune versioni di prova del prodotto, confermano l’efficacia di questo metodo, ma ancora non si hanno purtroppo riscontri da parte di una larga utenza, poiché il prodotto è in cerca di fondi per poter essere lanciato sul mercato.

Se decidete di dargli fiducia, quindi, potete recarvi sull’apposita pagina di IndieGoGo ed acquistare, al prezzo di 299$, uno dei primi esemplari. A seguire trovate invece un video di presentazione e una galleria di immagini.

VIA: TechCrunch