infinite usb head

Collegate al PC tutti i dispositivi che volete, grazie a InfiniteUSB (foto)

Leonardo Banchi

Nonostante l’adozione delle tecnologie wireless per sempre più scopi (scambio di files, ricarica dei dispositivi, trasmissione di audio), sicuramente a tutti sarà capitato almeno una volta di discutere con le porte USB presenti sul proprio computer, lamentandosi per il loro numero troppo esiguo. La risposta a questo problema, però, è finalmente in arrivo grazie a un progetto in cerca di finanziamenti su Kickstarter: InfiniteUSB.

LEGGI ANCHE: Chi ha inventato le USB Type-C? John Gruber dice Apple

InfiniteUSB è un’idea tanto semplice (almeno nel suo aspetto) quanto geniale: si tratta infatti di un piccolo cavo per connessioni USB, che oltre a collegare il vostro dispositivo offre una nuova porta USB, alla quale potrà a sua volta essere collegato qualcos’altro.

Utilizzare sul vostro portatile dotato di poche porte USB il mouse, ricaricare il tablet, trasmettere file allo smartphone e leggere documenti da una chiavetta, quindi, diventerà un’operazione semplice, che non richiederà alternamenti dei vari dispositivi né ingombranti grovigli di cavi e adattatori: i connettori InfiniteUSB, infatti, sono stati studiati per essere contemporaneamente pratici ed eleganti, oltre che comodi da riporre.

Grazie ad un sistema a calamita potrete infatti ripiegare su se stesso i vari connettori, distinguendoli al momento del bisogno in base al colore che avete scelto al momento dell’acquisto. InfiniteUSB è infatti disponibile in versione MicroUSB, Lightning e come porta USB femmina.

Per aggiudicarsi uno (o più) esemplari di InfiniteUSB rimangono ancora 31 giorni: essi sono disponibili sulla pagina della campagna Kickstarter a partire dal prezzo di 10$, e verranno inviati da Giugno ai primi acquirenti. Non affannatevi però per l’acquisto se pensate di aver risolto i problemi del vostro nuovissimo Macbook 12: le InfiniteUSB, purtroppo, non sono disponibili nella versione USB Type-C.

Via: AndroidCommunity
  • zooner!

    e ci voleva cosi tanto a farle type-c?

    • degac

      Considerando che:
      1. lo standard USB-C è stato appena certificato
      2. il numero di prodotti con le nuove porte si contano sulle dite di una mano (MacBook e Chrome-qualcosa… portatile)
      3. il numero di device che necessitano della nuova porta USB-C non si contano… perchè non mi sembra siano ancora usciti (e ci vorrà tempo)

      mi sembra che la scelta di ‘sfruttare’ ancora lo standard USB sia una scelta valida.

      E poi USB-C non è compatibile con niente del passato… di USB ha solo il nome.

      • zooner!

        scusa sicuramente mi sbaglio, non ho capito bene la storia, ma una usb c è vero che entra in una usb diciamo 2.0 mentre non è vero il contrario?

        • Fighi Blue

          usb 3.1 è retro compatibile, ma con adattatori (non so se entra in una micro usb però)

  • Sì ma la velocità con 4 o 5 dispositivi inseriti in serie quale sarà? 56K?
    Peraltro, cosa cambia rispetto ad un comune HUB USB?

  • Simoubuntu

    Il problema dell’USB è che la potenza erogabile dalla singola porta è limitata. Collegando in cascata tutti questi dispositivi c’è il rischio che non vada più niente.

  • Darioxx96

    ottima idea, secondo me almeno 4 insieme possono essere collegati le porte usb sono dichiarate come massimo 500 mA in realta facendo delle prove la maggior parte supera 1A (le 3 del mio portatile arrivano a 2.10 A)

  • GattoMorbido

    come sarebbe dovuta essere la usb fin dall’inizio.
    se vi ricordate, ai tempi di windows 95, lo standard usb sbandierava l’unificazione delle porte per ogni dispositivo e la possibilità di collegare fino a 128 periferiche anche in cascata (ovvero l’una nell’altra).
    la seconda parte la offrono solo alcuni monitor, qualche tastiera multimediale e poco altro.
    era ora!