piramidi_antico_egitto

Come gli Egizi hanno costruito le piramidi

Cosimo Alfredo Pina

Grattacieli e moderni edifici sono presenti in tutte le maggiori città del mondo, eppure come gli antichi Egizi riuscissero a trasportare i monoliti da 2,5 tonnellate che compongono le piramidi è rimasto, almeno fino a oggi, un mistero irrisolto.

LEGGI ANCHE: Il manoscritto in cui si parla della moglie di Gesù è autentico

Un gruppo dell’Università di Amsterdam, deciso a far luce sulla questione, avrebbe rispolverato alcuni papiri, scoperti in epoca Vittoriana, in cui è illustrato il processo del trasporto. Sugli antichi manoscritti si vedono chiaramente una moltitudine di schiavi trainare delle slitte, mentre un addetto versa dell’acqua sulla sabbia che si trova di fronte al mezzo stesso.

Con studi condotti in laboratorio, nei quali è stato osservato il variare della compattezza dei granelli sottoposti alle sollecitazioni subite da un modello della slitta, è stato chiarito il processo fisico dietro a questo antico ma efficace sistema.

L’acqua, aggiunta alla sabbia in quantità ben definite, forma delle particolari strutture dette “ponti capillari” in grado di ridurre la forza necessaria al traino fino a metà.

Questa ricerca chiarisce come queste grandi masse venissero spostate per chilometri, riscoprendo una tecnologia persa per millenni e lasciando poco spazio ad altre teorie ben più fantasiose o poco scientifiche. E non occorre citare gli alieni, vero?

 

Via