orecchie fhd

Come prendersi cura delle proprie orecchie

Cosimo Alfredo Pina

Cotton fioc, spray auricolari e procedure casalinghe sono alcuni dei metodi più comuni con cui ognuno di noi si “prende cura” delle proprie orecchie. Ma siamo sicuri che tutto quello che entra nei nostri canali uditivi sia adeguato alla tutela di questi? Andiamo a vedere quali sono le pratiche consigliate dagli specialisti.

Cotton fioc: addio

Il cerume, per quanto sia comunemente considerata una sostanza poco gradevole, gioca invece un importante ruolo nella protezione dell’orecchio da infezioni e stress fisici. In alcuni soggetti propensi, questa secrezione può accumularsi oltre modo per creare dei fastidiosi tappi.

I cotton fioc, diffusi in praticamente ogni casa, vengono spesso utilizzati impropriamente. Infatti i bastoncini cotonati, se infilati troppo in profondità, non sono di aiuto in nessun caso; questi infatti rimuovo in maniera sproporzionata il cerume, il quale se presente in quantità, può essere spinto ancor più in profondità.

LEGGI ANCHE: Un po’ di chiarezza sui dolcificanti artificiali

Questo comporta l’esporre il timpano ad un maggiori rischio di infezioni o alla formazione di tappi ancor più difficili da rimuovere. Come buona pratica di pulizia, il più delle persone troveranno giovamento dal lavaggio della zona esterna dell’orecchio, senza doversi addentrare all’interno del canale auricolare.

Tappi di cerume? Rivolgetevi ad un medico

Coloro che hanno problemi di produzione eccessiva di cerume possono soffrire di tappi di cerume. Questi oltre a peggiorare temporaneamente l’udito possono andare a spingere sul timpano irritandolo od infiammandolo. I rimedi casalinghi per rimuovere queste ostruzioni sono molti, ma nessuno di questi è sicuro come una visita dal medico.

I professionisti sono infatti forniti di strumenti ed esperienza adeguati, con i quali valutare l’eventuale rimozione, una procedura indolore, questione di pochi attimi.

Ridurre il cerume con la prevenzione

Se anche con i precedenti accorgimenti, pensate che i vostri orecchi si diano troppo da fare in termini di protezione, forse li state “usando” troppo. Un esempio pratico è quello di cuffie intrauricolari o dei tappi per orecchi: se usati troppo questi andranno a stimolare ulteriormente la produzione di cerume. Il consiglio è quindi di evitare se possibile utilizzi prolungati di questi dispositivi.

LEGGI ANCHE: Alcuni consigli per un alito migliore

Fortunatamente seguire questi consigli è piuttosto facile e se all’inizio non pulirvi l’orecchie a fondo vi sembrerà innaturale, saranno proprio i vostri timpani a ringraziarvi. Ovviamente in caso di patologie e altri stati che non vi convincono resta soltanto il consulto con il medico di famiglia o con uno specialista.

Via