wireless-chg2

Come ricaricare un telefono semplicemente entrando in una stanza, senza fili

Lorenzo Fantoni

wireless-chg1a

Un gruppo di scienziati del Korea Advanced Institute of Science and Technology ha creato un sistema che permette di caricare circa 40 telefoni contemporaneamente, a una distanza di circa quattro metri di distanza, senza fili.

LEGGI ANCHE: Vi piacerebbe ricaricare lo smartphone col vostro calore corporeo?

La tecnologia si chiama Dipole Coil Resonant System (DCRS) e sfrutta campi magnetici in grado di fornire potenza a dispositivi di dimensioni anche importanti, come televisori o portatili, ed è l’evoluzione di un sistema inventato dal MIT, Couple Magnetic Resonance System (CMRS).

La differenza rispetto alla tecnologia precedente è che funziona su distanze più lunghe, con l’idea di rendere i punti di ricarica come zone hotspot in cui basterà avvicinarsi per ricaricare il proprio telefono in autonomia.

wireless-chg2

Col DCRS è già possibile alimentare una TV a LED a circa 5 metri di distanza, o ricaricare fino a 40 smartphone contemporaneamente, in base alla potenza che si dà alle due bobine che creano il campo elettromagnetico.

Al momento c’è solo un grande problema col DCRS: smagnetizza qualunque carta di credito si trovi nelle vicinanze, senza contare il fatto che ancora non se ne conoscono i possibili effetti a lungo termine per persone o animali. Tuttavia speriamo che questa tecnologia trovi la via della commercializzazione, perché l’idea di ricaricare il telefono semplicemente entrando in una stanza è troppo ghiotta per non volerla vedere realizzata.