videogiochi

Comprare un videogioco è meno inquinante che scaricarlo

Lorenzo Fantoni

Pare incredibile, ma scaricare un gioco acquistato in uno dei tanti servizi di download online sarebbe più inquinante che comprarne la copia fisica.

Uno studio che ha analizzato i costi energetici del distribuire videogiochi ha infatti indicato che scaricare  un gioco può essere più dannoso che guidare fino al negozio per comprarne una versione su disco.

La ricerca, pubblicata sul Journal of Industrial Ecology, ha stimato l’equivalente in emissioni di gas nocivi di un download da 8,8 GB, supponendo che sarebbe stata una cifra più bassa rispetto all’acquisto dello stesso gioco in Blu-Ray. D’altronde la copia fisica deve rendere conto anche di creazione, trasporto, acquisto, inquinamento della confezione ed eventuale smaltimento, mentre la versione digitale dovrebbe essere più amica dell’ambiente, visto che l’unica cosa che si fa è scaricare,e lo si può fare anche a televisore spento.

A sorpresa, le emissioni in biossido di carbonio del disco sono state 20, 82 kg, mentre quelle della versione download sono arrivate a 27,53 kg. Il colpevole sarebbe l’energia consumata per un tempo di download così lungo.

L’unica soluzione per abbassare questo numero sarebbero connessioni ancora più veloci ed efficienti, c’è solo un problema: anche se le connessioni diventano più veloci, i giochi diventano molto più grandi, e per i titoli Playstation 4 si parla già di 30, 40 GB.