cibo virtuale_fhd

Con la realtà virtuale potremo mangiare senza ingrassare

Cosimo Alfredo Pina

Esperimenti più o meno scientifici ed esperienze quotidiane ci dimostrano che spesso e volentieri la nostra mente è, nostro malgrado, facilmente ingannabile. Questo interessante progetto, ha intenzione di sfruttare a fondo questa caratteristica del corpo umano, per combattere l’obesità.

Nourished potrà essere un apparato di realtà virtuale in cui i “pazienti” saranno immersi in mondo virtuale, dove potranno mangiare le loro pietanze preferite; il tutto senza i limiti imposti dai regimi ipocalorici della realtà. Nella realtà, quello che verrà consumato, sarà un pasto ben diverso, a basso contenuto di calorie.

LEGGI ANCHE: Il farmaco per dimagrire potrebbe presto diventare realtà

La tecnologia si basa su un caschetto per la realtà virtuale, un diffusore di aromi e sensori per cibo e movimento. L’utente potrà così scegliere la sua sala da pranzo preferita e una volta “imbracato” potrà immergersi nel suo pasto virtuale. Il cibo realmente ingerito sarà una gelatina a base di alghe, frutta e verdura, dal ridotto contenuto calorico, ma, a detta della startup, ricco di elementi sani.

cibo virtuale 1

La Kokiri Lab, questo il nome del gruppo dietro l’idea, è determinata a portare avanti a modo suo la lotta contro l’obesità e non esclude che in futuro il sistema possa essere integrato con la stampa 3D per creare cibi sani in casa.

Non sappiamo se questo progetto, ancora nella fase di concept, troverà il successo che cerca. Certamente, per quanto la simulazione potrà essere realistica, non sarà facile ingannare i veri buongustai, ma allo stesso tempo, è quanto meno lodevole vedere uno sforzo nell’impiego di nuove tecnologie per un miglior stile di vita.

Via