deka

Deka Arm System, il braccio bionico che si comanda col pensiero (video)

Lorenzo Fantoni

Dean Kamen, l’uomo che ha inventato il Segway ha da poco mostrato la sua prossima invenzione, qualcosa di decisamente più utile del famoso mezzo di spostamento cittadino su due ruote: un braccio bionico denominato Deka Arm System.

LEGGI ANCHE: Politico indiano usa un ologramma per i propri comizi (video)

Il Deka Arm System è un progetto decisamente interessante, che combina design, ingegneria e tecnologia in un braccio che sembra decisamente molto avanzato rispetto a quanto visto finora.

Il suo funzionamento si basa sugli elettromiogrammi (EMG), degli elettrodi che leggono i segnali inviati dai muscoli, e sensori wireless posti sui piedi del paziente. Tutti questi segnali vengono poi analizzati e tradotti in movimenti complessi che garantiscono un controllo maggiore rispetto ai modelli visti fino ad oggi.

Il braccio bionico Deka è alimentato a batterie, pesa più o meno quanto un braccio normale e al momento è stato battezzato col nome di “Luke” in onore della mano persa da Luke Skywalker in Guerre Stellari.

Il progetto, che è finanziato dal DARPA, è stato testato su 36 pazienti e ha ricevuto da poco la certificazione della Food and Drug Administration, grazie anche al fatto che il 90% dei soggetti è riuscita a fare cose col Deka che non poteva permettersi con le altre protesi, come usare chiavi e serrature, preparare del cibo, nutrirsi, usare una lampo e pettinarsi.

 

Il progetto è in sviluppo da otto anni, e anche se al momento non sono stati indicati prezzo e future disponibilità, l’approvazione dell’FDA apre decisamente le porte a un futuro diverso per gli arti prostetici.