delorean_wallpaper_1

DeLorean, il servizio cloud di Microsoft per giocare online che anticipa le tue mosse

Lorenzo Fantoni

In tanti sognano un “Netflix per giocatori”, un servizio di gioco in streaming che sfrutti la potenza del cloud computing, ovvero ciò che prometteva di fare Onlive e che promette di fare Sony con Gaikai, servizio acquistato tempo e rinominato Playstation Now.

Il cloud gaming ha senza dubbio dei vantaggi rispetto alla situazione attuale: si può giocare su qualunque dispositivo e si è totalmente slegato dal bisogno di dover migliorare il proprio hardware anno dopo anno, inoltre si può giocare subito, e senza dover aspettare il download di un file da 20 GB o la cosa al negozio.

Ovviamente, soprattutto per l’Italia, bisogna anche migliorare le infrastrutture di rete, ma questo è un altro discorso.

Fino ad oggi Microsoft non si era interessata quanto Sony al concetto di Cloud Gaming, se non per quanto riguarda l’utilizzo di servizi su Xbox One che riducono il carico di lavoro per la console, sfruttando la connessione per una migliore intelligenza artificiale e alcune parti del motore fisico dei giochi, tuttavia la compagnia sembra ora pronta a un passo successivo.

Ieri infatti Microsoft Research ha pubblicato un documento in cui si evince che la compagnia sta cercando di utilizzare la propria esperienza nel cloud per creare una piattaforma dedicata ai videogiochi. Il suo nome sarebbe DeLorean e promette l’utopia di poter giocare senza alcun lag, nonostante tutti i possibili “colli di bottiglia” delle reti attuali, grazie a server Azure.

Secondo il documento i tester non sono riusciti a capire se stavano giocando da Cloud o da un sistema locale, nonostante i 250 millisecondi di latenza di DeLorean, un ritardo che renderebbe la maggior parte dei titoli ingiocabili su qualunque sistema.

Ma come c’è riuscita Microsoft? La chiave di tutto è il concetto di “speculazione”. I videogiochi non possono fare streaming con un po’ di buffer, come un video di YouTube, perché ciò che accade sullo schermo dipende dalle azioni del giocatore. Se io mi muovo a sinistra e il mio personaggio fa altro non va bene. DeLorean invece calcola la tua prossima mossa basandosi su quanto ha imparato osservando milioni di partite, e ti mostra subito l’opzione più probabile.

Il problema di questa innovativa soluzione è che richiede una connessione decisamente performante, visto che il la banda richiesta può arrivare ad essere quattro volte superiore rispetto ai sistemi attuali.  Questo vuol dire che al momento solo i possessori delle migliori connessioni via cavo potrebbero giocarci, ma se e quando questo sistema si diffonderà chiunque potrà giocare bene indipendentemente dalla distanza dai server.