no fly zone dji geo

DJI GEO vi dirà dove e quando possono volare i droni (aggiornato)

Cosimo Alfredo Pina

I droni sono sempre più diffusi e praticamente chiunque può mettere le mani su uno di questi velivoli radiocomandati ma quello che forse non tutti sanno è che il loro volo è strettamente regolamentato e non sempre è chiaro dove e quando è possibile far decollare il proprio multi-rotore.

A contrastare il fenomeno dei voli in zone non autorizzati ci prova DJI con una soluzione denominata Geospatial Environment Online (GEO). Questa funzione è in grado di verificare la posizione del drone e, raccogliendo i dati dalla rete, verificare che la zona non sia sottoposta a restrizioni per il volo.

Aeroporti, centrali nucleari, strutture governative e più in generale obiettivi sensibili, come anche eventi transitori (disastri ambientali, eventi sportivi o politici) saranno riconosciuti dal GEO che bloccherà il decollo del drone in caso si trovi nelle prossimità.

LEGGI ANCHE: Il fucile anti-spionaggio che abbatte i droni con le onde radio

In alcuni casi sarà possibile richiedere lo sblocco del volo, salvo zone totalmente off limits, ma sarà comunque necessario passare attraverso un sistema di verifica, con carta di credito o numero di telefono, legato ad una persona fisica che se ne assumerà la responsabilità.

DJI GEO è in sviluppo ormai da due anni e l’azienda ha dichiarato di essere pronta a rilasciarla in Europa e Nord America già da dicembre. tramite un semplice aggiornamento dell’app DJI GO e del firmware dei droni.

In questo periodo in cui la sicurezza è un aspetto a dir poco fondamentale la funzione di DJI è senz’altro un ottimo strumento che, quando affiancato alle giuste procedure, sarà in grado di rendere decisamente più serena la vita di professionisti e amatori del volo con  i droni.

Aggiornamento 04/01/2016: DJI ha annunciato da pochi giorni l’apertura della beta per la funzione GEO. Per partecipare al programma di test dovete essere in possesso di un drone DJI Phanton 3 o Inspire 1 su cui dovrete installare un apposito firmware, inoltre dovrete scaricare la versione beta dell’app DJIGo (gli utenti iOS devono richiederla via mail). Trovate tutti i dettagli sulla pagina dedicata a DJI GEO.

Via: PR Newswire