DJI Spark è il drone a cui non saprete resistere (foto e video)

Cosimo Alfredo Pina -

DJI Spark, l’atteso drone ultra compatto che prometete di rendere a portata di tutti (a netto delle normative) buona parte dell’apprezzato pacchetto di feature dell’azienda, è stato appena annunciato da DJI.

Andiamo a vedere nello specifico cosa offre il DJI Spark, “minidrone con videocamera facile da usare e divertente da far volare” che nasconde un bel po’ di sorprese.

DJI Spark: caratteristiche tecniche, come funziona, com’è fatto

DJI Spark si presenta con un design molto simile a quello del fratello maggiore Mavic Pro. Pesa però solo 300 grammi ed è molto piccolo, nonostante i bracci non siano ripiegabili (peccato). Se avete dei dubbi sulla facilità di manovra di questo drone, sappiate che per usarlo vi basta una mano, letteralmente.

Lo Spark è progettato per decollare dal palmo della mano poi, non appena in volo, entra automaticamente in modalità Gesture. A questo punto per gestirlo vi basta usare, appunto, delle gesture della mano per, ad esempio, farlo allontare o scattare un selfie. Quando il volo è completato lo Spark sarà in grado di atterrare sulla vostra mano.

In verità una volta decollato le opzioni sono tantissime sia grazie all’app DJI GO 4 sia tramite comando remoto opzionale. Infatti anche sullo Spark, come sui modelli top, c’è la tecnologia di computer visione che permette di usufruire di TapFly e ActiveTrack.

LEGGI ANCHE: DJI Spark, la recensione (foto e video)

Con TapFly potrete indirizzare il drone verso un punto o una direzione con un semplice touch sulla relativa app; ActiveTrack è invece in grado di riconoscere il soggetto e seguirlo tenendolo al centro dell’inquadratura. In alternativa potrete realizzare dei QuickShot, video di 10 secondi effettuabile in quattro modalità:

“Rocket, per inviare lo Spark dritto nel cielo con la videocamera puntata verso il basso; Dronie, per volare allontanandosi dal soggetto; Circle, per ruotare intorno al soggetto, e Helix per girare a spirale intorno al soggetto mentre vola in avanti”

Buona parte delle feature già presenti sull’app DJI GO 4 sono sfruttabili con lo Spark, come filtri, i panorami Pano e l’effetto sfuocato ShllowaFocus. I più esperti, ovviamente in condizioni controllate, possono invece passare alla modalità Sport che spinge lo Spark al massimo, a velocità fino a 50 km/h anche in modalità FPV con il visore DJI.

LEGGI ANCHE: DJI Mavic  Pro, la nostra recensione

Dietro a tutte queste funzioni c’è il nucleo ottico dello Spark ovvero il gimbal, stabilizzato su due assi e con tecnologia UltraSmooth, su cui è montata la cam (sensore 1/2,3″, obiettivo 25 mm f/2,6) che scatta foto da 12 megapixel, gira video fino a 1080p a 30 fps e permette il livestreaming al telecomando in 720p (fino a 2 km di distanza).

Oltre a questo c’è anche un sistema di navigazione simile a quello visto sugli altri droni DJI, denominato FlightAutonomy e che sfrutta: la videocamera, un sensore di posizionamento che punta verso il basso, sensori 3D che puntano di fronte, GPS e GLONASS (ovviamente c’è DJI GEO), accelerometro e “24 unità computazionali”. Con questa fornitura Spark “vede” quello che ha sotto fino ad altezze di 30 metri e quello che ha di fronte fino a 5 metri di distanza.

Insomma considerando l’ingombro il DJI Spark rinuncia davvero a poco, fatto salvo forse per un compromesso sulla batteria. Infatti l’autonomia dichiarata è di 16 minuti. Ah, se il grigio militare del Mavic lo trovate noioso sappiate che lo Spark sarà disponibile nei colori Alpine White (bianco), Sky Blue (azzurro), Meadow Green (verde), Lava Red (rosso) and Sunrise Yellow (giallo).

DJI Spark: uscita e prezzo

DJI Spark strizza l’occhio al mercato consumer e non solo con ingombro ridotto e funzioni smart alla portata di tutti; lo fa anche con il prezzo. Infatti il drone, comprensivo di “una batteria, un cavo di ricarica USB e tre paia di eliche” viene proposto a 599€.

Per chi vorrà un kit più versatile può pensare al DJI Spark Fly More Combo che per 799€ include “due batterie, quattro paia di eliche, un telecomando, paraeliche, una stazione di ricarica, una borsa a tracolla e tutti i cavi necessari”.

LEGGI ANCHE: Migliori action cam, la lista aggiornata

Se, anche a fronte del grado di apprezzamento del fratello maggiore DJI Mavic Pro, siete già pronti a tuffarvi nell’acquisto del DJI Spark sappiate che lo trovate già in pre-ordine sul sito ufficiale. Le spedizioni sono previste già a partire da metà giugno, nella speranza che questa volta DJI sia pronta a far fronte alla domanda che sospettiamo sarà piuttosto alta.

Video

Immagini DJI Spark

DJI lancia Spark, il drone con videocamera facile e divertente per tutti

Cattura momenti speciali dall’alto muovendo semplicemente la mano

24 maggio 2017 — Mercoledì il leader mondiale della tecnologia dei droni di consumo e della fotografia
aerea DJI ha lanciato Spark, un minidrone con videocamera facile da usare e divertente da far volare che
decolla dal palmo della mano per catturare e condividere i momenti più belli della tua vita al volo.
Lo Spark è il primo drone ad essere controllato solo con i gesti grazie al potente software di DJI che
rimuove gli ostacoli tra te e la videocamera nel cielo. Anche se non hai mai pilotato un drone, l’unico
telecomando di cui hai bisogno è la tua mano.
Una volta che lo Spark si solleva dalla mano, entra automaticamente in modalità Gesture. Il suo sistema
PalmControl può riconoscere i movimenti della mano e indicargli di spostarsi intorno, sostare sul luogo o
atterrare sulla tua mano. 1 In modalità Gesture, puoi anche farlo allontanare, scattare un selfie, e
richiamare lo Spark usando solo le mani.
“Controllare un drone con videocamera solo con i movimenti della mano è un grande passo avanti che
rende la tecnologia aerea una parte intuitiva della vita quotidiana di tutti, dal lavoro e dall’avventura ai
momenti divertenti con amici e famiglia – ha detto Paul Pan, Senior Product Manager di DJI – la nuova
interfaccia rivoluzionaria dello Spark ti consente di espandere facilmente la visuale del mondo dall’alto,
per immortalare e condividere tutto ciò che ti emoziona nel modo più semplice che mai”.
Lo Spark è pensato per essere l’accessorio di lifestyle perfetto da portare dappertutto. Entra facilmente
in quasi qualsiasi borsa, pesa solo 300 grammi (meno di una bibita in lattina) ed è pronto per essere
lanciato in pochi secondi quando arriva l’ispirazione, controllato da un telecomando, dallo smartphone o
solo dai gesti. Per complementare qualsiasi personalità, lo Spark sarà disponibile in cinque colori: Alpine
White (bianco), Sky Blue (azzurro), Meadow Green (verde), Lava Red (rosso) and Sunrise Yellow (giallo).

Visivamente intelligente, incredibilmente intuitivo

Lo Spark presenta nuove ed entusiasmanti opzioni di volo che ti consentono di catturare e condividere
facilmente momenti memorabili. La nuova funzione intelligente QuickShot presenta quattro opzioni di
volo che rendono la creazione di video professionali facile e divertente. Seleziona un QuickShot e lo
Spark volerà lungo un tragitto di volo predefinito mentre registra un breve video seguendo un soggetto.
Le quattro opzioni di QuickShot includono: Rocket, per inviare lo Spark dritto nel cielo con la
videocamera puntata verso il basso; Dronie, per volare allontanandosi dal soggetto; Circle, per ruotare
intorno al soggetto, e Helix per girare a spirale intorno al soggetto mentre vola in avanti. Usando una di
queste quattro opzioni, lo Spark creerà automaticamente un video breve di 10 secondi del tuo volo
pronto per essere condiviso sui social media, così che tutti possano vedere cosa hai realizzato.
Sullo Spark si possono anche trovare altri controlli di volo intelligenti come TapFly e ActiveTrack.
Sviluppato sulla base della tecnologia visiva di DJI, TapFly ti consente di indirizzare lo Spark verso il luogo
1 Bisognerebbe sempre usare i paraeliche dello Spark, disponibili separatamente, quando durante il decollo o
l’atterraggio sulla mano.
desiderato o di mantenere il volo nella stessa direzione toccando semplicemente un punto sullo
schermo del tuo smartphone. Usando ActiveTrack, lo Spark riconoscerà e seguirà automaticamente un
soggetto di tua scelta, mantenendolo al centro dell’inquadratura, permettendoti di ottenere la foto
perfetta dei soggetti in movimento. Quando usi TapFly o segui un soggetto, lo Spark rileva ed evita
attivamente gli ostacoli sul tuo percorso.
Con il telecomando accessorio, gli operatori possono cambiare la modalità in Sport e sprigionare il
potenziale di rapidità dello Spark fino a 50 km/h. La modalità Sport imposta il gimbal sulla
visualizzazione in prima persona (FPV) in maniera predefinita, così che la videocamera si muove con te
mentre voli. Lo Spark è anche compatibile con i DJI Goggles per un’esperienza di volo immersiva in prima
persona.

Foto da professionista

Lo Spark è il drone con videocamera più piccolo e leggero di DJI. Supporta una notevole videocamera
con un sensore CMOS di 1/2,3 pollici che cattura foto in 12-megapixel e realizza video stabilizzati in alta
definizione a 1080p. Il gimbal meccanico a due assi dello Spark e la tecnologia UltraSmooth riducono
drasticamente le vibrazioni e l’otturatore progressivo, lasciandoti catturare immagini cinematiche in
modo semplice.
Lo Spark include molte modalità di ripresa dei precedenti droni di DJI e in più due modalità, Pano e
ShallowFocus. In modalità Pano, la videocamera crea panoramiche orizzontali o verticali regolando il
gimbal e indirizzandosi automaticamente, scattando una serie di foto e unendole insieme. ShallowFocus
ti consente ti focalizzare nel dettaglio un’area e sfumare il resto dell’immagine, creando fotografie
distinte con una bassa profondità di campo. Una varietà di filtri e modelli predefiniti di editing
automatici nella app mobile DJI GO 4 permette ai creativi di modificare video velocemente e condividerli
su Facebook, YouTube, Twitter, Instagram, e altre piattaforme di social media.

Vola con sicurezza, accuratezza e precisione

Il sistema di FlightAutonomy dello Spark consiste in una videocamera principale, un sistema di
posizionamento visivo rivolto verso il basso, un sistema di sensori 3D in avanti, un sistema di
posizionamento satellitare a due bande (GPS e GLONASS), un’unità di misura interziale ad alta precisione
e 24 potenti unità computazionali. Queste caratteristiche permettono allo Spark di sorvolare
accuratamente fino a 30 metri e di rilevare ostacoli fino a 5 metri di distanza.
Come tutti gli ultimi droni di DJI, lo Spark può ritornare al proprio punto di partenza automaticamente
con sufficiente segnale di GPS. Mentre si usa il telecomando, se la batteria è quasi scarica, la
connessione si interrompe o l’operatore preme il pulsante di Return to Home (RTH), lo Spark ritorna al
punto di partenza predefinito rilevando ed evitando gli ostacoli lungo il tragitto. Lo Spark integra anche il
GEO System di DJI o il geofencing NFZ per fornirti una guida aggiornata sulle zone in cui il volo potrebbe
essere limitato dai regolamenti o che sollevano questioni di sicurezza, aiutandoti a volare in modo sicuro
e responsabile.
Per una prestazione ottimale, lo Spark è alimentato da una batteria a densità LiPo ad alta energia e ha
una durata di volo massimo fino a 16 minuti. Quando si vola con il telecomando accessorio, lo Spark
permette una trasmissione video in tempo reale di 720p fino a 2 km2.

Prezzo e disponibilità

Il prezzo di vendita europeo dello Spark, compreso un velivolo, una batteria, un cavo di ricarica USB e tre
paia di eliche, è di 599€. Il Fly More Combo dello Spark include un velivolo, due batterie, quattro paia di
eliche, un telecomando, paraeliche, una stazione di ricarica, una borsa a tracolla e tutti i cavi necessari
per un prezzo di vendita in Europa di 799€. Il prezzo e la disponibilità di altri accessori per lo Spark
saranno annunciati più avanti. I preordini dello Spark inizieranno ad essere inviati a metà giugno.
Opzioni e disponibilità dei colori potrebbe variare in base ai diversi canali di vendita.

DJI Care for Spark

Il DJI Care Refresh per lo Spark, un nuovo piano di copertura di un anno, consentirà agli utenti dello
Spark di ottenere fino a due sostituzioni complete nuove o equivalent a nuove, per un piccolo prezzo
aggiuntivo. Il DJI Care Refresh per lo Spark è al momento disponibile in paesi selezionati, tra cui Cina,
Hong Kong, Stati Uniti, Canada, 28 paesi dell’Unione Europea e Australia.

Per maggiori informazioni su Spark, visita: www.dji.com/spark

  • malfix7

    Fantastico !!!

  • Pablo Galattico

    Portabilità, semplicità, stabilità, perfetto per neofiti e con buone caratteristiche ovviamente con alcuni limiti come l’autonomia appena sufficiente (16 min) e la qualità video solo discreta e senza fhd 60 fps!

    • L’autonomia è al pari di droni ben più grandi. è una rottura, certo, ma perfettamente prevedibile. Anzi, viste le dimensioni, è anche più del previsto.

      • Pablo Galattico

        a conti fatti se compri sto spark più il radiocomando e una batteria extra stiamo oltre i 700 euro….con 300 in più ti prendi il mavic che è molto meglio in tutto seppur un pò più grandicello e dura quasi mezz’ora non 16min!

        • Il mavic pro è uno dei migliori dji in quanto autonomia, Phantom ed inspire in proporzione sono in linea con lo spark se non peggio

          • Pablo Galattico

            A me risulta che il phantom 4 pro ha autonomia da 30 min e che l’inspire 2 ha 27 min di autonomia….ma in proporzione di che?…:)…