amazon prime air

I droni corriere di Amazon arriveranno prima in Europa che negli USA?

Cosimo Alfredo Pina

Tra le aziende in prima linea per spingere sull’impiego dei droni non solo per scopi ludici e creativi c’è senz’altro Amazon, che sappiamo essere da tempo al lavoro per realizzare un servizio di consegna via drone, Prime Air. Il progetto procede ormai da un paio di anni negli USA, ma presto il tutto arriverà anche nel vecchio continente, visto che Amazon sta prendendo accordi per testare i suoi droni nel Regno Unito.

Amazon sta lavorando infatti con la UK Civil Aviation Authority per gettare le basi burocratiche per regolare il pilotaggio dei droni anche quando fuori dal campo visivo dell’operatore.

“Questo annuncio rafforza la nostra partnership con il Regno Unito e avvicina Amazon al nostro obiettivo per l’uso dei droni per un servizio sicuro per la consegna dei pacchi nel giro di 30 minuti, nel Regno Unito e nel resto del mondo”

Questo spostamento oltreoceano di Amazon potrebbe essere dovuto anche al fatto che l’FAA, l’ente governativo che sovrintende l’aviazione civile, sta rendendo non troppo semplice il test di Prime Air, con regole che, ad esempio, non permettono ai droni di abbandonare la linea visiva del pilota. A quanto pare non poi così improbabile che le consegne via drone in 30 minuti possano arrivare prima in Europa che negli USA.

Via: The VergeFonte: Amazon